Venerdì, 14 Giugno 2019 14:09

Castellammare: il Documento di Orientamento Strategico (Dos) è stato approvato in consiglio comunale news

Scritto da 
Rate this item
(0 votes)

"Il Documento di Orientamento Strategico (Dos) è stato approvato oggi in consiglio comunale con un ampio consenso, al termine di un lungo e proficuo lavoro". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

"Il Dos è un documento che valorizza la città a 360 gradi. - prosegue il sindaco Cimmino - Abbiamo individuato nodi urbani su cui muoverci per poi elaborare progetti attraverso una proficua collaborazione con le associazioni dell’amministrazione condivisa, indicando come cardini della programmazione il contrasto alla povertà e al disagio, la valorizzazione dell’identità culturale e turistica della città, il miglioramento della sicurezza urbana e l’accessibilità dei servizi per i cittadini. Puntiamo alla valorizzazione delle nostre risorse, allo sviluppo delle nuove imprese e al rilancio di quelle attualmente presenti. Scelte non calate dall’alto, ma ampiamente discusse con i cittadini e con la città di Castellammare".

“Dopo un lungo, articolato, complesso e sofferto iter procedurale, finalmente stamattina si coglie in aula un risultato che rappresenta l’elemento propedeutico per il prosieguo delle attività di pianificazione e programmazione, che dovranno culminare con l’adozione prima e l’approvazione poi del piano urbanistico comunale". Così Fulvio Calì, assessore all'urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia.

"Non nascondo una certa soddisfazione per un consenso, anche se pacato, da parte delle opposizioni, - spiega l'assessore Calì - il che mi incoraggia a proseguire nelle attività, anzi ad implementarle e a migliorarle con l’aiuto di tutti gli attori che dovranno intervenire, sostenere e suggerire le prossime tappe per il raggiungimento dell’importante obiettivo. C’è ancora molto da fare, ma ringrazio il sindaco e i consiglieri di maggioranza, il presidente della commissione urbanistica per l’affettivo riconoscimento rivoltomi nel lavoro svolto, segno quindi che un giusto cammino è stato intrapreso”.

Letto 38 volte