Martedì, 13 Marzo 2018 16:10

Flick, i quattro paradossi del carcere

 L'ergastolo, illegittimo perché 'per sempre', ma reso legittimo dalla possibilità della 'liberazione anticipata'; la reclusione, perché preferita a pene alternative; la morte negli istituti di pena, con 52 suicidi lo scorso anno; e, infine, la custodia cautelare, perché utilizzata quasi come pena anticipata o tranquillante sociale: sono i quattro paradossi del carcere in Italia, spiegati a Roma dal presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick in una lectio magistralis all'università Lumsa.
    Di fronte a questi paradossi vi è stato di recente un risveglio culturale sul carcere e dei suoi problemi. Con una conclusione - secondo Flick - amara: in materia di carcere si è ancora prevenuti. E dominano molte paure, compresa quella del governo che, recentemente, non ha portato all'approvazione di una riforma che introduceva importanti previsioni. Tutto lascia pensare - ha concluso Flick - che bisognerà attendere ancora molto per raggiungere piccole conquiste che erano a portata di mano.

Letto 154 volte