Domenica, 20 Maggio 2018 15:38

Morti nel giorno matrimonio della figlia

Avevano appena partecipato al matrimonio nel Comune di Montefalcone di Valfortore della loro figlia per recarsi subito dopo, insieme ad altri invitati, a pranzo verso Benevento quando i genitori della sposa, che viaggiavano a bordo di un'utilitaria guidata da un altro loro figlio, si è scontrata frontalmente contro un furgone della Protezione civile. Nell'incidente, avvenuto lungo la statale 212 nel territorio di Pesco Sannita, sono morti all'istante un uomo di 72 anni e sua moglie di 65, genitori della sposa, mentre il fratello è stato ricoverato nell'ospedale "Rummo" del capoluogo sannita. Per cause ancora in corso di accertamento, l'auto avrebbe urtato un muretto all'ingresso di una galleria per poi sbandare e invadere la corsia opposta dove, nel frattempo, transitava il mezzo di un'associazione della Protezione Civile diretto a San Marco dei Cavoti per una esercitazione.
    Feriti lievemente, invece, i tre volontari dell'associazione della Protezione civile.

Domenica, 20 Maggio 2018 15:30

Bara Insigne, richiesta maxirisarcimento

Un esposto-querela alla Procura di Napoli sarà presentato domani per ottenere "una punizione esemplare" ma, soprattutto, ci sarà "una richiesta milionaria di risarcimento danni al calciatore juventino Douglas Costa e alle altre persone complici di offese e danni tramite social, come per i cori razzisti e illegittimi negli stadi". É quanto annuncia l'avvocato Angelo Pisani dopo le polemiche e le presa di posizione del Calcio Napoli provocate dal post con una bara azzurra con la scritta Insigne. "Già 180 tifosi si sono rivolti al nostro studio e abbiamo predisposto l'invito alla negoziazione assistita destinata alla Juventus ed al giocatore oltre a tutti coloro che si sono resi complici sui social con commenti incivili e anche per i vergognosi cori durante la festa del 34mo scudetto'. "Mi appello ai tifosi azzurri per coinvolgerli nella maxi causa risarcitoria". Nel ricorso si chiede "il risarcimento di un danno personale e di immagine quantificabile in non meno di 5.000 euro per ciascun tifoso".

Domenica, 20 Maggio 2018 15:24

Anziano in bici in autostrada, salvato

In sella alla sua bicicletta stava percorrendo l'autostrada "A3" in direzione Sud lungo la corsia di sorpasso. Un anziano di circa 80 anni è stato messo in salvo grazie al tempestivo intervento di una pattuglia di agenti del Reparto prevenzione crimine di Napoli.
    Diverse auto avevano già frenato bruscamente per evitare di travolgerlo. Gli agenti, notata la scena, hanno rallentato il traffico veicolare consentendo all'anziano ciclista riuscisse a raggiungere la corsia di destra.
    I poliziotti hanno subito intuito che l'anziano, nativo di Campobasso ma residente a Napoli, era in evidente stato confusionale.
    E' stato quindi accompagnato nella sua abitazione, dove ad attenderlo c'era la moglie 78enne, molto preoccupata del ritardo del marito e che ha ringraziato i poliziotti.

Domenica, 20 Maggio 2018 15:23

Operatori, folla aggredisce ambulanza

Un'ambulanza interviene all'alba in un parcheggio di una discoteca nella zona di Coroglio a Napoli per soccorrere un ragazzo ubriaco ma un folto gruppo di persone pretende attenzione, con violenza e minacce agli operatori del '118', per un altro giovane gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto contemporaneamente lì vicino. Alla fine giunge un altro mezzo di soccorso e porta in ospedale entrambi. La vicenda, sulla quale indagano i cc, induce la pagina fb 'Nessuno tocchi Ippocrate' a parlare di 'folla inferocita' che 'aggredisce la postazione S.Paolo',la 34ma aggressione del 2018.
    In pochi minuti è giunta l'ambulanza ed il mezzo ha cominciato a uscire dal parcheggio. Contemporaneamente, all'esterno della discoteca avviene un incidente con una persona grave. "L'ambulanza viene circondata da una ottantina di persone che cominciano a sferrare calci e pugni sui vetri e le fiancate.
    Un energumeno prende per il bavero della divisa l'autista soccorritore e comincia a strattonarlo" si legge su fb.

Domenica, 20 Maggio 2018 15:21

Rissa movida e ferimento 19enne,indagini

Un giovane di 19 anni è stato ferito la notte scorsa a Napoli con una coltellata alla coscia sinistra; secondo i sanitari dell'ospedale Pellegrini guarirà in 10 giorni. Il fatto è avvenuto in Piazzetta Rodinò, nella zona dei 'baretti' del quartiere Chiaia, area dove si è registrata nelle stesse ore l'ennesima rissa tra ragazzi della movida.
    La polizia sta cercando di ricostruire la vicenda e le dinamiche che hanno scatenato la rissa anche per accertare se via sia un collegamento tra i due fatti.
   

Domenica, 20 Maggio 2018 15:20

Taglio pini in Parco Vesuvio, 8 denunce

 Otto persone sono state denunciate a Torre del Greco (Napoli) dai militari della Stazione Carabinieri Parco. In località Monticelli, nel Parco Nazionale del Vesuvio, era in corso il taglio non autorizzato di conifere, in prevalenza pini domestici, su una superficie di circa 20 ettari. É stata anche accertata anche la realizzazione abusiva di circa 1 chilometro di piste forestali della larghezza media di 3 metri. Sequestrata l'area e denunciati il direttore 28enne dei lavori e gli esecutori materiali, un 46enne e un 57enne di Torre Del Greco. Denuncia anche per i 5 proprietari dell'area boscata.
   

Domenica, 20 Maggio 2018 15:18

Napoli, indigna post Costa bara Insigne

 Una bara azzurra con la scritta Insigne e un tifoso con in mano una maglietta azzurra e la scritta "Napoli merda". Queste alcune delle immagini postate, secondo quanto denuncia il sito del Napoli, dal centrocampista della Juventus Douglas Costa sul suo profilo ufficiale Istagram durante la festa della Juventus per la conquista dello scudetto.
    I contenuti del post del brasiliano - del quale da' conto anche il quotidiano Il Mattino - hanno suscitato indignazione a Napoli e sui social (con botta e risposta tra tifosi anche sul profilo del giocatore bianconero che, nel frattempo, ha rimosso il video) e il club azzurro ha risposto, nella notte, con un post Twitter in cui si mostra la screenshot della bara. "Siamo veramente indignati - scrive il Napoli - per l'atteggiamento vergognoso e offensivo tenuto da alcuni calciatori della Juventus. Gesti gravi che offendono la dignità di un popolo e di un napoletano come Insigne. E' inaccettabile".
   

 

“Mi presento al signor Mercatelli, che tanto si professa uomo di sport, ma che purtroppo lo sport probabilmente nemmeno sa cosa sia. Sono Salvatore Amitrano, sono cresciuto nel Circolo Nautico Stabia e in 25 anni di carriera sportiva ho collezionato qualche successo: Medaglia Olimpica Atene 2004, 8 medaglie ai Campionati del Mondo, due ori ai campionati Europei, Vincitore di Coppa del Mondo, nominato Cavaliere al Merito della Repubblica dal presidente della Repubblica, stella d’oro per meriti sportivi e medaglia d'oro al valore sportivo dal CONI. Non mi prolungo - afferma Amitrano, candidato nella lista Rivoluzione Cristiana - Udc in supporto al candidato sindaco Gaetano Cimmino - se vuole il Signor Mercatelli basta che scriva il mio nome su Google. Io ho provato a scrivere il suo per saperne un poco in più, ma ho scoperto solo ridicoli siparietti in tribuna al Romeo Menti, fatti in diretta tv, che hanno solo fatto fare brutta figura a lui, alla Juve Stabia e alla città di Castellammare”.
“E con la sua risposta - aggiunge Amitrano - ha collezionato l’ennesima figuraccia: il progetto stadio è fattibile, è diretto alla Juve Stabia e alla sua società e garantirebbe un futuro ancora più serio alla squadra. Tutto il resto - conclude il candidato di “Rivoluzione Cristiana - Udc” - io riempilista? Orgoglioso rispondo: meglio anche un solo voto, ma preso in maniera onesta.. il resto sono chiacchiere senza senso, che denotano qualche lacuna del signor Mercatelli, proprio sullo sport”.

“Non comprendiamo l’inutile spirito polemico di Mercatelli. Non è neanche candidato al consiglio comunale, chissà perché. E poi, purtroppo per lui, il candidato sindaco è Gaetano Cimmino,”. A dirlo è Salvatore Amitrano, candidato al consiglio comunale di Castellammare di Stabia nella lista “Rivoluzione Cristiana - Udc”. “Mercatelli non capisce che l'idea di privatizzare il Romeo Menti nasce dalla volontà di creare una casa più bella per la Juve Stabia. Non si tratta affatto di un guanto di sfida a Franco Manniello - precisa Amitrano - bensì di un invito ai privati a contribuire attivamente ad un progetto serio e fattibile che renderebbe l’impianto di via Cosenza un unicum in Campania e un esempio per tutti. Tra l’altro - spiega Amitrano - l’intervento diretto dei privati nella gestione della struttura di via Cosenza permetterebbe un bel risparmio alle casse comunali e una gestione migliore dell’impianto, anche per agevolare i tifosi della Juve Stabia. Il nostro obiettivo, ad esempio, è quello di creare dei parcheggi, puntando su una totale riqualificazione dell’area”. Dal calcio, poi, il pensiero è anche agli altri sport: “Il risparmio economico potrebbe permettere al Comune di stare più vicino anche alle tante altre società ed associazioni sportive cittadine, impegnate quotidianamente sul territorio stabiese alla ricerca di talenti: da ex atleta olimpionico penso, ad esempio, al canottaggio, che grandi soddisfazioni ha permesso a Castellammare di Stabia e all’Italia tutta. E poi, non bisogna dimenticare le tante realtà sportive che ogni giorno operano nel sociale, togliendo i ragazzini dalle strade e rappresentando un importante baluardo contro la criminalità organizzata, spesso dimenticate dalle passate amministrazioni di cui proprio Mercatelli ha fatto parte”. “Ecco - conclude Salvatore Amitrano - cosa significa privatizzare lo stadio Romeo Menti, una struttura ormai da ammodernare. È questa la differenza tra chi ha lo spirito conservatore e chi invece come noi punta al rilancio di Castellammare, in tutti i settori, anche nello sport”.

 

 

Poca fiducia nella politica e nella giustizia, sì a salute e formazione. I giovani e l’AI

 

 

 

I giovani hanno poca fiducia nella politica e nella giustizia e desideri condivisibili come salute e formazione. Questi i dati che sono emersi grazie alla raccolta del questionario diffuso tra i liceali fiorentini che hanno partecipato all’evento su “Intelligenza Artificiale e Stupidità Naturale: cosa può fare più danni?”. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale e promosso da Media Duemila e dall’Osservatorio TuttiMedia. Al dibattito hanno partecipato:Luigia Carlucci Aiello (professoressa Dipartimento di Ingegneria Informatica automatica e Gestionale Antonio Ruberti); Nicola Costantino (Economista aziendale Politecnico di Bari); Piero Poccianti (presidente AI*IA); Francesco Ulivi ((Settore Innovazione MPS membro del Direttivo AI*IA); Derrick de Kerckhove (OTM/Media Duemila); Maria Pia Rossignaud (TuttiMedia/Media Duemila) moderatrice.

 

In Italia ci sono pochi ricercatori, pagati anche male, che però producono risultati di qualità. – ha spiegato Piero Poccianti (presidente AI*IA) – In giro si sente dire: ‘Le macchine ci ruberanno il lavoro, cose piuttosto terrorizzanti. Alla fine ci siamo discolpati: non è colpa nostra. La ricerca non è neutrale, e il problema non è l’Intelligenza Artificiale ma la nostra. Cosa vogliamo dalla vita? Cosa chiediamo? Ci stiamo muovendo bene per i nostri desideri o stiamo facendo errori? In questo caso dovremmo cambiare strada. Riflettiamo su questo strumenti per darci una mano l’un l’altro. Maria Pia Rossignaud, promotrice di questo evento, ci guiderà per mano. Sui media quello che attribuiscono all’AI bisognerebbe attribuirlo alla rivoluzione digitale e alla velocità. Un sistema di intelligenza artificiale è un sistema capace di interagire con il mondo chiamato ambiente”.

 

A Luigia Carlucci Aiello (professoressa Dipartimento di Ingegneria Informatica automatica e Gestionale Antonio Ruberti) il compito di definire intelligenza artificiale: “La risposta la stiamo ancora cercando – dice – non possiamo misurarla perché di fatto non sappiamo cos’è e non riusciamo a definirla”.

La professoressa Aiello stimola i ragazzi ad intervenire attivamente e con competenza per cambiare il corso degli eventi. Tutti d’accordo sul fattosiamo prossimi ad una grande rivoluzione ma dobbiamo saperne sfruttare le opportunità.

 

Agli albori dell’informatica il gioco del ping pong spopolava, adesso pretendiamo che il nostro smartphone ci risponda come Hal9000. Potrà accadere, ma dobbiamo far sì che non si comporti come Hal9000 – afferma Francesco Ulivi (settore Innovazione Mps e membro del direttivo AI*IA). “Abbiamo introdotto il Bes, - ha continuato Ulivi, rivolgendosi alla platea di ragazzi in sala – cioè l’indice che non si basa solo sulla sensazione di felicità ma prende dodici indicatori che sono indici di benessere. Vi abbiamo sottoposto a dei questionari cercando di capire come siete posizionati rispetto a questi indici e per comprendere come bisogna muoversi rispetto al mondo che si sta prospettando. Avete desideri condivisibili: salute, formazione. Non avete fiducia nella politica e nella giustizia. Sono dati che fanno riflettere. Dell’Intelligenza Artificiale abbiamo una percezione dataci dai giornali in maniera sensazionalistica. Dobbiamo preoccuparci che abbiamo a che fare con macchine che sanno pensare e ragionare e voi dovete puntare sulla vostra creatività ed il vostro ingegno. Dobbiamo imparare a gestire questa situazione altrimenti le ripercussioni potrebbero essere pratiche e dannose. Il rischio è che ci saranno macchine che prenderanno decisioni sbagliate. C’è un progetto per insegnare il buonsenso alle macchine. Paul Allen, fondatore di Microsoft, sta ‘raccogliendo’ il buon senso mettendolo a disposizione delle macchine”.

 

Al professore Nicola Costantino (Economista aziendale Politecnico di Bari) il compito di parlare di economia e lavoro: “Nell’ Atene del VI secolo a.c. 60.000 cittadini si dedicavano alla filosofia, alle arti, alle attività sportive e ludiche, alla politica. 250.000 schiavi lavoravano per loro”. Chissà se i robot faranno la stessa cosa per noi, tesi che fa sorridere la platea, che viene subito coinvolta da Derrick de Kerckhove che chiama un pò di giovani al tavolo dei relatori per discutere di datacrazia e politica delle macchine. “Come vi sentireste ad essere valutati, oltre che dai governi e dalle imprese, anche dalle persone che vi circondano?”, chiede. Quella che qui sembra una possibilità lontana, in Cina è già realtà. La sicurezza è un problema centrale. Nel paese del Sol Levante hanno deciso di utilizzare l’intelligenza artificiale per facilitare il controllo, risparmiando su polizia ed esercito. La gente, quindi, è obbligata a far bene, si autoimpone di non sbagliare. Tutti d’accordo in sala che fortunatamente non siamo in Cina.

 

de Kerckhove passa alla datacrazia, cioè il sopravvento dell’intelligenza artificiale sulle decisioni politiche e sociali, un’opportunità per la ridistribuzione delle ricchezze. I ragazzi dubitano fortemente della capacità della macchina di decidere di volta in volta cosa sia giusto e cosa sbagliato. Per loro deferire ad un robot la politica sarebbe una mancanza di rispetto per chi per chi ha lottato con passione nella politica. L’ultimo argomento discusso con i giovani è il rapporto tra realtà e finzione. Anche in questo caso i giovani dicono che parlare con un bot, non è la stessa cosa di confrontarsi con una persona.

 

Sabato, 19 Maggio 2018 13:47

Allan: tifosi Napoli meritavano scudetto

''Ci tenevamo tanto allo scudetto per i tifosi che meritavano di vincerlo. Non finisce qui, ho ancora cinque anni di contratto e darò tutto me stesso per far felice questa gente''. In un'intervista a Sky, il centrocampista del Napoli Allan fa il bilancio della stagione che sta per concludersi.
    ''Il presidente - dice il brasiliano - ha dimostrato la voglia di tenere il mister, secondo me è giusto perchè ha fatto crescere tanti giocatori e il valore della nostra rosa, è importante continuare con questo allenatore che ci fa giocare bene''. ''Anche noi in campo - conclude Allan - ci divertiamo, dispiace che non abbiamo ancora vinto, ma se manteniamo questo gruppo con questo allenatore ci prenderemo belle soddisfazioni''.

Sabato, 19 Maggio 2018 13:47

Protesta centri sociali contro Lega-M5S

Una bambola di plastica con la foto di Salvini al posto della testa e slogan 'vergognatevi': è così che alcuni attivisti dei centri sociali di Napoli, una ventina, hanno messo in atto una protesta davanti al gazebo della Lega allestito in via Toledo a Napoli e anche a quello di M5S poco distante.
    Pochi minuti durante i quali gli attivisti hanno 'criticato' la Lega anche con la cartina geografica dell'Italia capovolta con il Sud in testa.
   

Sabato, 19 Maggio 2018 13:46

Armi droga e distintivi CC in casa,preso

La Squadra Mobile di Caserta ha arrestato a Castel Volturno (Caserta) Salvatore Fattore, 40 anni, nipote di Giovanna Fattore, 32 anni, detenuta perché ritenuta affiliata al gruppo del clan dei Casalesi capeggiato dal killer Giuseppe Setola. La donna gestiva una piazza di spaccio per conto del clan Bidognetti, anche quando il capo era Setola. Fattore era ricercato da gennaio, dopo essere evaso da una comunità terapeutica in provincia di Brindisi, dove stava scontando la pena per una serie di rapine a mano armata nel Napoletano. In un'intercapedine del tavolo da cucina c'erano una pistola, un caricatore, un pugnale, una placca con il logo "Forze Armate", un paio di manette, 31 grammi di cocaina in 17 bustine di cellophane termosaldate, un bilancino di precisione ed una carta di identità falsa. Denunciato anche un parente 17enne di Fattore: a casa sua c'erano una pistola, un caricatore, 25 proiettili, una parrucca, un cappello con la dicitura "Nucleo Radiomobile Carabinieri", e una fondina.
   

Sabato, 19 Maggio 2018 13:45

60 anni di carriera, Di Capri raddoppia

 Peppino di Capri, al secolo Giuseppe Faiella, raddoppia le date del suo concerto per i sessant'anni di carriera e nel Teatro San Carlo di Napoli si esibirà lunedì prossimo (data già sold-out) e anche il 9 giugno.
    Lunedì, però, Peppino di Capri avrà il "cuore nello zucchero": sarà accompagnato da un'orchestra diretta da suo figlio Edoardo.
    "L'affetto della gente mi fa venire i brividi, un orgoglio poter cantare e suonare in un tempio musicale come quello del San Carlo", ha detto il musicista.
    Di Capri è reduce da un tour trionfale in America Latina dov'è amatissimo (ovunque ha fatto registrare il sold out). Sarà protagonista di una nuova tournée in Brasile (la quinta negli ultimi due anni). Nel corso della sua carriera si è esibito in tutto il mondo, partendo nel '61 dalla celebre Carnegie Hall di New York. 

Sabato, 19 Maggio 2018 13:39

A Napoli IV edizione Tennis Vomero Cup

 Da domani, al Tennis Club Vomero, prende il via la quarta edizione della Tennis Vomero Cup - Trofeo Banca Euromobiliare, che si concluderà domenica 27 maggio. Il torneo internazionale, con un montepremi di 25mila euro, è valido per le classifiche mondiali ATP di singolo e di doppio; organizzato in collaborazione con Makers è inserito nel calendario dei tornei Future ITF. La manifestazione sportiva si giocherà sui campi in terra rossa del club collinare che nel dicembre scorso ha compiuto 110 anni di vita. Come tradizione, l'organizzazione del circolo, presieduto da Carlo Grasso, ha previsto l'ingresso gratuito per tutti. Domenica 20 e lunedì 21 maggio sono in programma le qualificazioni per il tabellone principale del torneo. Poi si passerà alle gare del torneo, con la finale per domenica 27 maggio. L'entry list dei partecipanti alla Tennis Vomero Cup 2018 vede l'argentino Patricio Heras al n. 1. L'argentino è il punto di forza della squadra di serie A2 del club e una bandiera del TC Vomero.

Sabato, 19 Maggio 2018 13:38

A Napoli da lunedì al via TuttoPizza

Apre lunedì, 21 maggio, nella Mostra d'Oltremare di Napoli, la terza edizione di TuttoPizza, il salone internazionale dedicato agli operatori dell'hotellerie, restaurant e catering specializzati nel ramo pizzeria. La manifestazione, rilevano gli organizzatori, che si svolgerà fino al 23 maggio, "rappresenta oggi l'opportunità per fornitori di materie prime, semilavorati, attrezzature, impianti, accessori e servizi di mostrare i propri prodotti e le ultime novità proprio ai potenziali clienti cioè a imprenditori del settore, pizzaioli e ristoratori in primis. Oltre ad essere la principale piazza di incontro tra produttori e buyer".
    TuttoPizza è anche l'occasione per discutere dei principali argomenti di un mondo in evoluzione e che quest'anno è anche forte del riconoscimento Unesco per quel bene immateriale che è l'arte dei pizzaioli napoletani. Previsti seminari, masterclass, incontri di confronto e aggiornamento professionale. Tra le novità di quest'anno la prima Convention Nazionale del Pizzaiolo.

Sabato, 19 Maggio 2018 13:36

Tifoso pusher vendeva droga in trasferta

 Un tifoso incensurato di 43 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Avellino mentre, nel tardo pomeriggio di ieri, per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.
    Si apprestava a raggiungere Terni dove in serata avrebbe giocato la squadra irpina. L'uomo era tenuto sotto controllo da qualche tempo. E' stato accertato che partecipava a tutte trasferte della squadra con lo scopo di vendere ad altri tifosi sostanze stupefacenti di ogni tipo. E' stato bloccato poco prima di imboccare l'autostrada per raggiungere la città umbra: durante la perquisizione, sono state trovate e sequestrate 17 dosi di cocaina e 26 grammi di marijuana. Nella sua abitazione, oltre a denaro contante, sono stati poi scoperti altri 112 grammi tra cocaina e hashish, insieme a bilancini di precisione e attrezzi utilizzati per il confezionamento delle dosi. L'uomo è stato associato nel carcere avellinese di Bellizzi (Avellino).

Sabato, 19 Maggio 2018 13:35

In case popolari abusivamente, 5 denunce

Controlli e perquisizioni dei carabinieri a Boscoreale (Napoli) dove cinque persone, che occupavano abusivamente alloggi di edilizia popolare, sono state denunciate.
    L'operazione - disposta dopo il recente rinvenimento di armi nella zona - è stata effettuata dai carabinieri del gruppo e della Compagnia di Torre Annunziata insieme con i colleghi del Reggimento Campania e del Nucleo elicotteri di Pontecagnano nel rione di edilizia popolare "Piano Napoli - Villa Regina". I militari hanno perquisito oltre 50 abitazioni e riscontrato l'occupazione abusiva di alloggi del plesso popolare: 5 persone (3 donne e 2 uomini) sono state denunciate all'autorità giudiziaria per invasione di edifici.
    Un pregiudicato di 18enne di Boscoreale, che alla vista dei militari aveva tentato la fuga, è stato trovato in possesso di 9 stecche di hashish e denunciato per detenzione di stupefacente a fini di spaccio. Identificate oltre 200 persone.
   

Sabato, 19 Maggio 2018 13:33

A Napoli sfogliatella più grande mondo

 Venti chili di semola, trenta chili di ricotta, venti di zucchero, sei di arance candite per un totale di 75 chili di dolcezza: il prossimo 25 maggio, a Napoli, si tenterà di sfornare la sfogliatella più grande del mondo.
    L'iniziativa è di Antonio Ferrieri, patron di "Cuori di sfogliatella" che svela i dettagli dell'impresa da guinness: "Piazza Garibaldi ospiterà un forno ad hoc. La madrina sarà la conduttrice Roberta Capua e tra gli invitati figura anche la stilista Anna Fendi".

 

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:55

Dimessa maestra picchiata a Napoli

 E' stata dimessa - secondo quanto riferiscono fonti sanitarie - dall'ospedale San Paolo di Napoli dove era stata ricoverata la maestra picchiata dalla mamma di un piccolo allievo nella scuola Leopardi di Fuorigrotta, a Napoli.
    L'aggressione - riportata da organi di stampa - ha provocato alla donna un trauma cranico. La mamma ha 'accusato' la maestra di aver usato toni bruschi con il figlio. Dopo il rimprovero, il passaggio alle vie di fatto con schiaffi e pugni, al volto e alla testa. La vittima, 50 anni, è stramazzata al suolo, perdendo i sensi. Gli operatori scolastici sono intervenuti per placare la mamma dell'allievo. 31 anni, è stata denunciata a piede libero.

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:53

Napoli, quartiere in piazza, più dignità

 Il quartiere Vasto in piazza oggi a Napoli per chiedere più dignità e decoro dopo numerosi episodi di violenza e abusi avvenuti nelle strade a ridosso della stazione centrale e che hanno visto spesso protagonisti immigrati. Al corteo, promosso dal Comitato per Vasto, hanno preso parte numerosi cittadini ma anche un gruppo di immigrati da anni residente nel quartiere ed un gruppo di attivisti di Casapound. "É un corteo con varie anime - spiega Adelaide Dario, tra i promotori della protesta - ma con un unica richiesta rivolta alle istituzioni locali. Sindaco e prefetto devono attivarsi affinchè alla gente che vive in questo quartiere, gente che non deve essere considerata di serie B ma che ha uguali diritti di chi vive in altre zone più agiate della città, siano garantiti decoro e dignità".
    Il corteo ha attraversato senza nessun momento di tensione le strade del quartiere dove la presenza di immigrati e di attività commerciali da loro gestite è ormai prevalente.
   

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:52

Camper per legalità, nessuno in Calabria

 L'Associazione Legalità Organizzata, con il testimone di giustizia Pino Masciari ed il Presidente, l'avvocato Roberto Catani, ed altri associati, sono arrivati in Calabria per portare un messaggio di legalità in oltre 15 comuni durante il "No 'ndrangheta Tour 2018". Rosarno era la loro quinta tappa. "Le speranze erano davvero molte - racconta Masciari, ex imprenditore sottoposto dal 18 ottobre 1997, assieme alla moglie e ai due figli, ad un programma speciale di protezione per aver denunciato la 'ndrangheta e le sue collusioni politiche - ed invece sono naufragate. Arriviamo in una Rosarno del tutto desolata. Nessuno ad accoglierci all'ora indicata; nessuna delle istituzioni comunali ad attenderci. Le forze dell'Ordine non erano presenti durante la sosta programmata. Lo Stato non è presente. Desolatamente non presente".
   

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:51

Adl: 100ettari per costruire casa Napoli

 "Aspetto risposte per 100 ettari per realizzare 'Casa Napoli'". Lo ha detto Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, intervenuto al 19esimo convegno dei Giovani imprenditori edili Ance, in città.
    "Cercherò di costruire uno stadio che sarà un gioiello - ha affermato - di 30mila posti non con sediolini, vengo dal cinema e credo che si debba stare comodi". "Con schermi alti 150 metri per la moviola - ha sottolineato - così ci divertiremo".
    "E - ha concluso - con un terreno di gioco che possa slittare verso esterno e far venir fuori una piattaforma per i concerti".
   

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:49

Bomba carta esplode davanti ristorante

Una bomba carta è esplosa, la scorsa notte, davanti ad un ristorante in via San Giorgio Vecchio 1 a San Giorgio a Cremano (Napoli) e ha provocato danni a porte e finestre della attività. Danni anche a cinque auto in sosta e a un negozio nei pressi del ristorante ma per fortuna nessun ferito.
    Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco e i carabinieri che hanno avviato le indagini.

Venerdì, 18 Maggio 2018 17:46

De Luca,audio? tenta di occultare realtà

 "Ancora una volta viene diffuso un audio, dopo averlo tenuto in caldo per tre giorni, relativo a una conversazione privata, nel chiuso di una stanza, nel quale non c'è alcun riferimento a persone fisiche. Rispondevamo a chi continua a scaricare sulla Regione tutti i problemi che non riesce a risolvere per assoluta nullità amministrativa. Altro è violenza, come dimostrano ad esempio le ripetute aggressioni subite da parte di alcuni centri sociali. Ancora un tentativo mirato per occultare la realtà in una giornata importante per la Regione Campania, con risultati storici per la sanità che vengono dalla fatica non dalle chiacchiere". Così in un post pubblicato dal presidente della Giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, sul proprio profilo Facebook.
    "Non abbiamo tempo da perdere. Siamo impegnati a creare servizi, lavoro, investimenti, salute. Il resto è fumo" conclude il governatore.

 

 

 

Decisione irrevocabile e immediata, domani pomeriggio conferenza stampa per spiegare i motivi del suo gesto 

 

L’amministratore unico della Sint S.p.A Biagio Vanacore ha rassegnato questo pomeriggio le sue dimissioni. La partecipata comunale che detiene i beni immobiliari di Terme di Stabia è senza guida. Le motivazioni di una decisione irrevocabile e con effetto immediato saranno spiegate domani pomeriggio in una conferenza stampa indetta da Vanacore al “Gran Caffè Napoli” per le ore 17,30. 

Nella lettera di accompagnamento delle dimissioni, inviata oggi 18 maggio al Commissario Prefettizio Gaetano Cupello, l’ex presidente di Sint ha rimarcato come le decisioni assunte in queste ore dal commissario siano: “Nella completa vanificazione ed obliterazione di tutti gli sforzi che lo scrivente ha messo in atto fin dal principio del suo mandato, coadiuvato in questo senso dall’Amministrazione e dal Consiglio Comunale che nel tempo avevano costantemente ribadito e sostenuto, non soltanto a parole, il ruolo strategico della SINT”.

La Sint era impegnata in questi mesi nel bando di privatizzazione di Terme di Stabia. Dopo l’assenza di offerte da parte dei privati entro la scadenza del 15 maggio scorso, il Presidente Vanacore aveva convocato l’assemblea ordinaria per assumere le decisione che potevano essere: messa in liquidazione di Sint o riproposizione del bando, visto che i termini erano ancora validi per una ripubblicazione. Discussione a cui il Commissario Cupello non è voluto arrivare, decidendo direttamente venerdì mattina con una nota di far convocare un'assemblea straordinaria a oggetto: “Scioglimento e liquidazione della Società Sint” 

“La decisione da Lei assunta - scrive Vanacore a Cupello -  è pertanto assolutamente incompatibile con la mia permanenza in carica nel ruolo di Amministratore Unico della SINT, sicché con la presente, sono a rassegnarLe le mie immediate dimissioni, non volendo prendere parte neppure alle operazioni prodromiche alla dismissione di un patrimonio immobile storico e cospicuo, di proprietà della città di Castellammare di Stabia”.

Andrea Di Martino: "Scrutatori,  brutta pagina di anti-democrazia: chiediamo l'intervento del Prefetto"

 

Ieri, per primo, avevo lanciato l’allarme. Trovo assurdo oltre che ingiustificabile che metà degli scrutatori a Castellammare siano stati scelti con criterio nominale. E che a fare quelle nomine siano persone impegnate in prima persona in questa competizione elettorale.

Per questo motivo chiederemo al Prefetto di intervenire e di valutare se le condizioni di democrazia sono state rispettate.

Ho provato personalmente a chiedere, invece, che fosse solo il sorteggio a decidere chi fossero gli scrutatori per le elezioni del 10 giugno. Non c’è stato nulla da fare. Evidentemente gli interessi politici sono troppi. E l’inciucio politico che si è provato a tutti i costi a fare prima della presentazione delle liste, oggi trova un suo completamento chiaramente clientelare.  Oggi è’ stata scritta una brutta pagina di anti-democrazia. Una pagina che il prossimo 10 giugno noi possiamo strappare.

Venerdì, 18 Maggio 2018 12:03

Sente nome e si volta, preso rapinatore

Ha aggredito una donna per rubarle il cellulare, lei chiama il marito poco distante, "Giuseppe!", ma il rapinatore, che porta lo stesso nome, volta lo sguardo, rivelando involontariamente un indizio sulla sua identità, che lo ha portato, più tardi, all'arresto. E' accaduto a Napoli.
    Il marito della vittima, 41 anni, di Pianura, stava parcheggiando l'automobile quando il rapinatore ha colpito la donna, già scesa dalla vettura, al volto, portandole via il cellulare che teneva tra le mani. Raccontando la dinamica dei fatti alle forze dell'ordine, la donna ha detto di avere notato che, quando aveva urlato il nome del marito per chiedere aiuto, al grido "Giuseppe!" si era voltato pure il rapinatore. I carabinieri lo hanno rintracciato nella sua abitazione. L'uomo ha tentato di resistere barricandosi in casa, ma, grazie anche all'aiuto di una squadra di Vigili del fuoco, è stato bloccato e sottoposto a fermo per rapina.
   

Venerdì, 18 Maggio 2018 12:01

Migliaia di migranti in corteo a Napoli

Migliaia di immigrati sono partiti in corteo da Piazza Mancini a Napoli per la manifestazione "Reddito e diritti per tutte e tutti - Nessuno escluso". Gli immigrati sfilano con cartelli che dicono "Stop Salvini", "Nessuno è illegale", "Accoglienza uguale dignità". I manifestanti si sono raccolti nel capoluogo da tutta la provincia da tutte le province della Campania, in particolare da quelle di Caserta e Napoli per chiedere che si estenda anche agli immigrati il reddito di inclusione, che ci sia una maggiore stabilità del permesso di soggiorno e politiche di inclusione sociale più incivile. In questa ottica i manifestanti chiedono un dialogo proficuo e concreto con la Regione Campania e la Prefettura. Il corteo si concluderà in via Santa Lucia, davanti alla sede della Regione Campania. I migranti arrivano in particolare da Castel Volturno e da tutti i comuni da Mondragone fino a Giugliano e Villaricca, ma anche da Palma Campania, Sant'antimo, Melito.

Venerdì, 18 Maggio 2018 12:00

Bomba carta esplode davanti ristorante

Una bomba carta è esplosa, la scorsa notte, davanti ad un ristorante in via San Giorgio Vecchio 1 a San Giorgio a Cremano (Napoli) e ha provocato danni a porte e finestre della attività. Danni anche a cinque auto in sosta e a un negozio nei pressi del ristorante ma per fortuna nessun ferito.
    Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco e i carabinieri che hanno avviato le indagini.

Venerdì, 18 Maggio 2018 11:58

Ancora disagi per pendolari a Napoli

 Anche oggi sono molto pesanti i disagi per i pendolari dei quartieri a Nord di Napoli. Continua infatti la protesta dei dipendenti del deposito del Garittone.
    Molte linee sono sospese a causa del rigoroso controllo effettuato dai dipendenti sul parco bus. A provocare la protesta la notizia che dall'1 giugno il deposito chiuderà i battenti. La decisione ha provocato la reazione forte dei sindacati e dei lavoratori.

 “Non possiamo, però, ipotizzare la creazione di una ZTL in un luogo cruciale senza tener conto della necessità di adottare un piano taffico e di istituire nuovi parcheggi in città”.

“Istituiremo la nostra ‘Ztl del Mare’ su Corso Garibaldi. Passeggiare sul lungomare sarà ancora più gradevole senza auto”. Così si è espresso Gaetano Cimmino, candidato sindaco della coalizione di centrodestra alle elezioni amministrative del 10 giugno 2018.

“Il caos generato dal traffico e dai motorini che sfrecciano non agevola il transito dei pedoni in villa comunale. – prosegue Cimmino – È necessario pertanto limitare l’accesso a Corso Garibaldi soltanto ai pedoni, che potranno quindi godersi le passeggiate sul lungomare senza il traffico e l’inquinamento ambientale e acustico generato dai veicoli. A trarne giovamento saranno anche i commercianti, che avranno l’opportunità di recuperare il tempo perduto a causa dei ritardi nell’applicazione del nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico, che come opposizione abbiamo compulsato riuscendo nell’intento di farlo approvare nonostante le lunghe attese imposte da una maggioranza litigiosa e frammentata e le carenze che andremo a limare per garantire serenità ai commercianti.

Non possiamo, però, ipotizzare la creazione di una ZTL in un luogo cruciale senza tener conto della necessità di adottare un piano traffico e di istituire nuovi parcheggi in città. – conclude Cimmino – Su Corso de Gasperi, dunque, sarà invertito il senso di marcia nel tratto che va dall’incrocio con via Traversa Mele fino a Piazza Matteotti. E ci attiveremo con le Ferrovie dello Stato per la delocalizzazione della fermata e per l’ampliamento del parcheggio, che ipotizziamo di estendere per recuperare altri 500 posti auto. Castellammare deve farsi trovare pronta a gestire i flussi turistici e non può certamente restare imbrigliata dal traffico e dal caos”.

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:53

Colpita da airbag, grave bimba due anni

Schiacciata dall'airbag a soli due anni ed ora in terapia intensiva all'ospedale Santobono di Napoli.
    Secondo quanto ricostruito dalla Polizia municipale, la bimba era in braccio alla mamma. Forse per il divincolarsi della bimba e per altri motivi, il papà che era alla guida ha perso il controllo dell'auto ed è andato a sbattere contro il guardrail.
    L'urto ha fatto scoppiare l'airbag che ha schiacciato il torace della piccola. Sia il papà che la mamma non indossavano la cintura di sicurezza. L'incidente è avvenuto in via Cintia a Napoli, dopo l'ingresso della tangenziale in direzione Pianura.
    La bimba dopo essere stata portata all'ospedale San Paolo è stata trasferita al Santobono dove è stata intubata e sta per essere sottoposta ad una tac.

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:41

Consip: Csm ascolterá Scafarto e Vannoni

 La sezione disciplinare del Csm ritiene "indispensabile" ascoltare come testimoni l'ufficiale dei Carabinieri Gianpaolo Scafarto e l'ex consigliere di Palazzo Chigi Filippo Vannoni nell'ambito del procedimento disciplinare a carico del pm di Napoli Henry John Woodcock e della collega Celestina Carrano relativo all'inchiesta Consip. La richiesta è arrivata dal pg della Cassazione ed è stata accolta dalla sezione, che ha aggiornato l'udienza al 7 giugno, per la convocazione dei testi. Il tribunale delle toghe si è inoltre riservato, dopo l'audizione di Scafarto e Vannoni, la decisione sulla convocazione anche del procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo e del sostituo Mario Palazzi, come richiesto dal difensore di Woodcock.
    Il pm di Napoli deve rispondere in sede disciplinare di aver ascoltato come persona informata sui fatti Vannoni, citato in un precedente interrogatorio dall'ex ad di Consip Marroni, omettendo di iscriverlo nel registro degli indagati, quindi senza garanzie difensive.
   

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:40

Universiadi:sindaco, stadio? Avuto ruolo

All'indomani del finanziamento aggiuntivo da 20 milioni per lo stadio San Paolo il sindaco di Napoli Luigi de Magistris respinge le polemiche sottolineando comunque il ruolo avuto dal Comune di Napoli per la ristrutturazione dell'impianto: "A noi interessa il risultato finale. Poi - ha detto - vorrei ricordare che se non ci fosse stato l'impegno del Comune forte nell'inserire lo stadio San Paolo tra le strutture delle Universiadi, lo stadio non sarebbe mai stato ristrutturato perché c'era addirittura qualcuno che pensava di portare la fase inaugurale e finale delle Universiadi in quella che nella mente di qualcuno è il nuovo capoluogo della Regione Campania. Ma il capoluogo è Napoli, non Salerno, Avellino o Caserta o Benevento che sono città straordinarie ma non sono il capoluogo. Poi va benissimo che De Luca e De Laurentiis si incontrino, se qualcuno si vuole prendere tutti i meriti va benissimo l'importante è che le cose si facciano nell'interesse dei napoletani e di tutti i cittadini".

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:39

Ultraleggero scomparso, ritrovati resti

 Ritrovati i resti dell'ultraleggero scomparso nei cieli del Cilento domenica pomeriggio.
    I resti del velivolo, scomparso dai radar mentre sorvolava l'isola di Capri diretto a Nicotera, in Calabria, sono stati individuati al largo dello specchio d'acqua compreso tra Ascea e Pioppi da un elicottero dei vigili del fuoco. A bordo vi sarebbero i cadaveri dei due passeggeri, il pilota messinese Giuseppe De Maggio, di 56 anni, e Rossella Gimignano, di 53.

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:38

Vita di Maradona serie tv per Amazon

Alcuni episodi saranno girati a Napoli con attori locali e mostreranno i luoghi, i quartieri, i locali nei quali Maradona è stato accolto come un eroe contemporaneo. Amazon Prime Video annuncia la realizzazione di una nuova serie Prime Original, una nuova serie ispirata alla vita de El Pibe de Oro, una delle figure più illustri e controverse nella storia del calcio, i cui exploit fuori dal campo sono diventati noti tanto quanto i momenti salienti della sua carriera calcistica. Prodotto da BTF Media, in associazione con Dhana Media e Raze, questa produzione internazionale porterà alla scoperta della vita dell'ex calciatore, dall'infanzia alla sua carriera a cavallo tra Argentina, Spagna e Italia e mostrerà quanto il suo ruolo sia stato fondamentale nel portare la nazionale Argentina a vincere i Mondiali del 1986 in Messico e la SSC Napoli a vincere due scudetti, una Coppa Italia, la coppa UEFA e la Supercoppa italiana.

Giovedì, 17 Maggio 2018 18:37

Nessun assalto ad ambulanza Napoli

 Secondo quanto si apprende dalla Polizia di Stato le indagini sul caso dell'ambulanza di Napoli - secondo quanto denunciato da operatori sanitari assaltata con un palo di ferro lo scorso 12 maggio - si stanno orientando concretamente sulla natura accidentale e non dolosa dell'incidente.
    Stamattina il quotidiano La Repubblica, nelle pagine dell'edizione napoletana, aveva ipotizzato che l'ambulanza fosse stata colpita da un paletto che avevo divelto.

Ambiente, economia e democrazia al tempo delle macchine.

Liceali ed esperti di AI a confronto. La novità di quest’anno è un questionario distribuito via mail e in sala per raccogliere indicazioni su aspettative e paure.

 

Roma, 9 maggio 2018 - “Dobbiamo diventare intelligenti noi prima delle macchine, capire a 360 gradi il nuovo modello con cui abbiamo a che fare” dice Piero Poccianti, presidente dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale che promuove con Media Duemila e l’Osservatorio TuttiMedia il terzo appuntamento su “Intelligenza Artificiale e Stupidità Naturale: cosa può fare più danni?”. Le parole chiave per questo appuntamento sono diseguaglianza, Pil, economia, democrazia declinate per il mondo dell’Intelligenza Artificiale.

 

L’appuntamento è a Firenze il 18 maggio (Auditorium della Banca Monte dei Paschi di Siena - via Panciatichi, 50) gli studenti discutono con Luigia Carlucci Aiello (professore Dipartimento di Ingegneria Informatica automatica e Gestionale Antonio Ruberti); Nicola Costantino (Economista aziendale Politecnico di Bari); Francesco Ulivi (Settore Innovazione MPS membro del Direttivo AI*IA); Piero Poccianti (presidente AI*IA) e Derrick de Kerckhove (OTM/Media Duemila). Gli studenti saranno i veri protagonisti dell’appuntamento 2018 perché a loro verranno rivolte domande per comprendere cosa si aspettano da questa società dove l’uomo sembra dover essere sostituito dalle macchine in tutto e per tutto. Modera l'incontro Maria Pia Rossignaud (OTM/Media Duemila).

 

Arthur Clarke: “Ogni tecnologia sufficientemente sofisticata è indistinguibile dalla magia”

 

Ridurre i costi di produzione – spiega Piero Poccianti – non è sempre la panacea per tutti i mali. Ciò che conta è l’impatto ambientale e le sue ricadute sull’uomo. Ad esempio, ciascuno di noi mangiando pesce ingerisce un kg di plastica all’anno. O ancora:

 

monitorare territori per prevenire incendi e disastri può portare ad un valore molto superiore al costo di tale attività.

 

In India e Africa i droni sono usati per monitorare i campi in modo da risparmiare pesticidi, acqua evitando di annaffiare, se non è necessario. – continua il presidente – È interessante sottolineare che Arthur Clarke parla di tecnologia indistinguibile dalla magia, mentre Stephen Hawking, fra i più autorevoli e conosciuti fisici teorici al mondo scomparso lo scorso marzo 2018, aveva lanciato l’allarme: ‘Attenzione, andiamo verso una società in cui gli uomini non saranno più la razza dominante’. Vogliamo davvero essere costretti ad espatriare su Marte? La scienza non è neutra, bensì viene diretta dagli investimenti destinati ad una branca piuttosto che a un’altra. Dobbiamo metterci a lavorare tutti assieme: economisti, sociologi, ingegneri ambientali, ricercatori di AI, e dobbiamo smetterla di ragionare a breve termine.

 

C’è da ripensare il modello economico e bisogna tenere conto della diseguaglianza, della democrazia dell’impatto ambientale. Le macchine possono essere strumenti eccezionali ma bisogna dare loro un indirizzo specifico. Ci saranno nuovi posti di lavoro, nuovi mestieri ma difficilmente impiegheranno tanta gente, quindi è necessario ridurre l’orario di lavoro. Dobbiamo capire a 360 gradi il nuovo modello con cui abbiamo a che fare. Sulla Terra siamo in tanti ed abbiamo un impatto sul pianeta importantissimo.

 

Le fiabe sono piene di oggetti magici capaci di soddisfare i nostri desideri. Ma se esprimiamo desideri sbagliati, di solito, va a finire male – sottolinea Poccianti –. Cosa vogliamo realmente? Capirlo non è un compito semplice. Se cerchiamo di ridurre, ad esempio, il costo del lavoro bisogna stare molto attenti a quello che facciamo perché rischiamo di aumentare a dismisura la diseguaglianza sociale. Se invece intendiamo con costo quello ambientale (che forse è molto più grande del debito pubblico), è certo che quel costo va ridotto. I governi cercano di ridurre i soli costi monetari, ma è facile dedurre che se pensiamo ad una nazione come ad un’azienda allora lo stato dovrebbe licenziare i cittadini per ridurre i costi. Il denaro è uno strumento, non dev’essere l’obiettivo. L’invito è a ragionare non in termini monetari, ma in termini d’impatto sull’ambiente – conclude Poccianti – altrimenti rischiamo di esaudire i desideri distruggendo la nostra casa”.

 

 

 

 

A Firenze con i liceali proveremo a capire quali sono le loro idee, cercheremo di contestualizzare il periodo storico in cui siamo immersi, le trasformazioni sociali, ambientali ed economiche. L’obiettivo è trovare nuove soluzioni, e per farlo ai partecipanti verrà consegnato un questionario per raccogliere le loro indicazioni, le aspettative, i rischi percepiti nel mondo attuale.

Guiderà la discussione finale e interverrà in sintesi dell'evento Derrick de Kerckhove (OTM/Media Duemila)

 

L'appuntamento è per venerdì 18 maggio 2018 ore 9 e 30 a Firenze presso l'Auditorium della Banca Monte dei Paschi di Siena - via Panciatichi n. 50.

 

L’evento è gratuito ma è necessaria la registrazione sul sito:

 

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-intelligenza-artificiale-e-stupidita-naturale-cosa-puo-fare-piu-danni-44299210130

 

Giovedì, 17 Maggio 2018 15:15

Marinano scuola e rubano offerte chiesa

 Marinano la scuola e rubano denaro dalle cassette dell'offertorio in chiesa. E' accaduto questa mattina a Sant'Arsenio, nel Salernitano.
    Tre giovani, due minori ed un diciottenne, sono stati sorpresi all'interno della chiesa madre dagli agenti della polizia locale. Sul posto è giunto immediatamente anche il parroco che ha confortato uno dei tre giovani in preda ad una crisi di pianto a seguito di ciò che aveva compiuto. Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Sala Consilina (Salerno).

Giovedì, 17 Maggio 2018 15:14

De Luca,fondi San Paolo dovuti?Cialtroni

"I 20 milioni della Regione per ristrutturare lo stadio San Paolo sarebbero un atto dovuto? Perché? Possibile che ogni volta che aprono bocca devono fare i cialtroni?". Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca, commentando le dichiarazioni dell'assessore agli impianti sportivi di Napoli Ciro Borriello che, parlando del finanziamento della Regione per lo stadio lo ha definito "un atto dovuto". "E' tanto difficile -secondo De Luca- fare le persone serie e non i cialtroni? Sul San Paolo ci sono 25 mln della Regione. Il Comune dovrebbe tacere. Un anno e mezzo fa ci hanno detto che se la sarebbero vista loro con 20 mln del Credito sportivo, quindi noi per le Universiadi abbiamo programmato 5 mln per la pista di atletica, l'impianto di illuminazione e l'impianto audio. Ora scopriamo che non hanno più un euro, quindi con una santa pazienza incontro il presidente del Napoli De Laurentiis e decidiamo di attribuire altri 20 mln. Non vogliamo neanche un grazie dal Comune, ma almeno stiano zitti".
   

Giovedì, 17 Maggio 2018 15:13

Jorginho corteggiato da 4 big inglesi

"Io sono in Brasile, nessuno mi ha chiamato dal Napoli. Mi hanno chiamato invece delle squadre inglesi, Liverpool, Manchester City ma anche Arsenal e Chelsea".
    Lo ha detto a Radio Crc l'agente di Jorginho, Joao Santos, parlando delle richieste per il regista italo-brasiliano per il quale potrebbero presto arrivare offerte multimilionarie da squadre di Premier League.
    "Trattative aperte? Dipende dal Napoli e dal direttore sportivo Giuntoli - ha detto l'agente - Certo non è difficile trovare accordi con squadre di questo tipo. Non saprei se un possibile addio di Sarri accelererebbe l'addio di Jorginho, se per il Napoli sarà positivo capitalizzare le offerte allora parleremo. Non so se il futuro di Jorginho dipenda dalla permanenza o meno di Sarri".
   

Giovedì, 17 Maggio 2018 15:12

Militare si appropria di somme stipendi

 Si sarebbe appropriato degli stipendi dei militari Vfp (Volontario ferma prefissata) già congedati, girando le mensilità su conti riconducibili a sé stesso. Il presunto truffatore scoperto dalla Procura militare di Napoli è un sottufficiale in servizio al 17° Centro Addestramento Volontari di Capua, presso la caserma "Oreste Salomone", dove è addetto alla contabilità; l'otto maggio scorso il militare, già da tempo indagato, è stato sospeso dal servizio per un anno sulla base della misura cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Procura militare. In una nota a firma del Procuratore Militare Lucio Molinari, si parla di una "colossale truffa ai danni dell'Amministrazione Militare". Una commissione di esperti del Cuse di Roma (Centro Unico Stipendiati dell'Esercito), analizzando solo i primi atti di indagini realizzati dai carabinieri della Compagnia di Capua, ha accertato un danno di almeno 100mila euro, ma gli accertamenti sono ancora in corso e il valore del danno potrebbe aumentare.
   

Giovedì, 17 Maggio 2018 15:00

Serie A: Rocchi dirigerà Lazio-Inter

 Sarà Gianluca Rocchi l'arbitro di Lazio-Inter, la partitissima di domenica sera, che vale un posto in Champions, in programma nell'ultimo turno del campionato di calcio che si conclude questo fine settimana. Juventus-Verona, unica gara in programma sabato, è stata affidata a Pinzani.
    L'arbitro Banti invece dirigerà Napoli-Crotone, gara importante per i calabresi ancora in lotta per non retrocedere, mentre Spal-Sampdoria, ugualmente delicata per la salvezza degli estensi, sarà diretta da Di Bello. Milan-Fiorentina è stata affidata a Fabbri, e Sassuolo-Roma, posticipo serale di domenica, sarà arbitrata da Abbattista. Queste le altre designazioni: Genoa-Torino a Illuzzi, Cagliari-Atalanta a Massa, Chievo-Benevento a Pasqua, Udinese-Bologna a Gavillucci.

Giovedì, 17 Maggio 2018 14:59

Casa, a Capri può costare 12.500 euro/mq

 Capri si conferma "regina" del golfo di Napoli. Comprare casa sull'isola può costare fino a 12.500 euro a metro quadro. È quanto emerso dal report sul mercato immobiliare, relativo al secondo semestre del 2017, della Borsa immobiliare di Napoli, società della Camera di commercio partenopea. Via Camerelle, via Camera e via Vittorio Emanuele hanno prezzi fino a 12.500 euro al metro quadrato.In zona collinare, considerata semicentro, le cause possono arrivare a 12mila al metro quadro. Mentre in quelle individuate come "periferia" il prezzo è di 7mila euro al metro quadro. Anacapri mostra una flessione nei valori delle abitazioni di circa il 4%, rispetto al primo semestre 2017. In questa parte dell'isola i prezzi delle case oscillano dai 6mila ai 7.500 a metro quadro.
    Sull'isola di Ischia si rileva un deprezzamento nelle quotazioni di Casamicciola Terme e nella parte periferica di Lacco Ameno fino al 3%, a seguito del terremoto dell'anno scorso.
   

Giovedì, 17 Maggio 2018 14:58

Bus fermi, gravi disagi area nord Napoli

Gravi disagi per gli utenti dei trasporti dell'area a nord di Napoli perché dalla rimessa dei bus dell'Azienda napoletana mobilità del Garittone non è uscito neanche un bus. Al momento sono sospese le linee 143, 144, 139, 162, 165, 168, C36, C38, C65, C67, C76, C78 e 183 che servono tutta la zona a nord di Napoli e numerosi comuni dell'hinterland.
    La mancata uscita dei mezzi è dovuta al rigoroso controllo effettuato dai dipendenti sul parco bus. L'annuncio che il deposito del Garittone chiuderà i battenti dal prossimo primo giugno per ridurre i costi di gestione (stimati intorno agli 800mila euro l'anno) ha creato notevoli tensioni tra i dipendenti.
    Una scelta fortemente contestata anche dalle organizzazioni sindacali. I bus che al momento sono posizionati al Garittone finirebbero per essere dislocati presso altri depositi cittadini abbastanza distanti dalle aree attualmente servite con un inevitabile aumento dei tempi di percorrenza.

 Il rosso pompeiano come veramente era, così intenso da richiamare il vino tanto amato dai romani. E poi gli ocra pastosi e rilucenti, le decorazioni geometriche, i fiori, gli animali. A quasi duemila anni di distanza dall'eruzione del 79 d.C che seppellì cose e persone, Pompei restituisce i suoi veri colori insieme ai frutti emozionanti dei nuovi scavi, i primi in epoca recente in una zona 'vergine' dei 66 ettari lungo i quali si estendeva la colonia romana.
    Dalla terra escono ogni giorno nuovi tesori, ma la sorpresa è una serie di edifici con tre grandi balconi aggettanti sul vicolo che il crollo seguito alla pioggia di lava ha lasciato quasi intonsi, le anfore del vino rovesciate in un angolo ad asciugare al sole. "Per Pompei un'assoluta rarità", sottolinea all'ANSA il direttore del Parco Archeologico Massimo Osanna, anticipando che le case con i balconi verranno ricostruite e inserite in un percorso tutto nuovo che ricollegherà la via di Nola con il vicolo delle Nozze d'Argento.

Giovedì, 17 Maggio 2018 14:56

Camorra:ordinanza per 6,anche due medici

 Il Centro Operativo Dia di Napoli sta eseguendo un'ordinanza di custodia nei confronti di due fratelli, Luigi e Antonio D'Ari, entrambi medici, uno anestesista e l'altro chirurgo estetico, in servizio in due cliniche private nonché di Domenico Mollica (cognato dell'ex capo clan Carlo Lo Russo, oggi collaboratore di giustizia), titolare di una agenzia d'affari. La misura restrittiva, fa sapere la Dia, ha riguardato anche Adriana Lo Russo, coniuge di Mollica e sorella di Carlo, e altre due persone.I fratelli D'Ari si rendevano prima disponibili a proteggere gli interessi dei titolari di attività di ristorazione, detenuti e sotto processo, acquisendone i ristoranti e divenendo vittime di estorsione dei Lo Russo, per poi fare affari con i fiduciari dell'organizzazione. I due medici sono gravemente indiziati del reimpiego, nella ristorazione, di denaro proveniente da attività illecite, insieme con Domenico Mollica e con Mariano Torre, oggi collaboratore di giustizia.
   

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:15

Ingegnere ucciso: teste,vidi l'assassino

 Fu richiamato in strada dalle invocazioni di aiuto, vide l'assassino, con il volto coperto dal casco da motociclista, a cavalcioni sulla vittima mentre la accoltellava alla gola. Poi l'assassino si allontanò a piedi, e lui lo inseguì senza farsene accorgere a pochi metri, fino a quando non imboccò una stradina in salita dove poi la polizia alcune ore più tardi ritroverà abbandonato un borsone con gli indumenti e il casco. Questa, in estrema sintesi, la testimonianza di Paolo Licenziati, davanti ai giudici della prima sezione della Corte di Assise di Napoli al processo nei confronti di Luca Materazzo accusato di aver ucciso con numerose coltellate il fratello, l'ingegnere Vittorio Materazzo il 28 novembre 2015, in viale Maria Cristina di Savoia, nel quartiere Chiaia a Napoli. Il processo riprenderà il 31 maggio prossimo con l'esame in aula di altri testimoni.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:14

Commemorato Noviello, ucciso 10 anni fa

Commozione e applausi - da parte dei pochi cittadini presenti - alla commemorazione per il decennale del delitto di Domenico Noviello, l'imprenditore ucciso a Castel Volturno (Caserta) dai killer dell'ala stragista dei Casalesi guidata da Giuseppe Setola che così volle punirlo per aver denunciato e fatto arrestare un esponente del clan, Francesco Cirillo, cugino di uno dei sicari. L'evento si è tenuto a piazzetta Noviello, il luogo della località Baia Verde di Castel Volturno dove l'imprenditore fu massacrato con decine di proiettili, oggi intitolato alla sua memoria. Presenti i figli di Noviello, Massimiliano, sotto scorta per aver proseguito il lavoro del padre, titolare di scuola guida, Rosaria, Mimma e Matilde. "Mi aspettavo più persone a questa cerimonia - dice visibilmente emozionata Matilde, studentessa universitaria - ma mi fa piacere vedere tanti giovani della mia età. Ci vuole forza nuova, siamo noi a dover guidare il rilancio".

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:13

Trovati tre fucili rubati vicino scuola

Quella grossa busta per la raccolta dei rifiuti vicino a una scuola elementare di Giugliano in Campania (Napoli) aveva destato dei sospetti nei poliziotti che hanno atteso il deflusso degli alunni prima di controllare: all'interno c'erano tre fucili da caccia risultati rubati ieri.
    Si tratta di un fucile semiautomatico calibro 12 di marca P.
    Beretta modello A303, un fucile calibro 12 di marca Franchi ed un fucile semiautomatico calibro 12 marca P. Beretta che sono stati sottoposti a sequestro. Sono ora in corso indagini finalizzate a identificare gli autori del furto.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:04

Furto in basilica a Ischia, due denunce

 Due giovani di Ischia (Napoli), di 28 e 29 anni, sono stati denunciati dai Carabinieri per il furto di monili d'oro sottratti dalla statua di Santa Restituta, patrona dell'isola d'Ischia, all'interno della chiesa di Lacco Ameno. Per uno l'accusa è di furto, per l'altro di ricettazione.
    Gli oggetti d'oro che vengono esposti con la statua della santa in occasione della festa patronale, sono stati rubati ieri sera dalla Basilica. Grazie ai filmati della videosorveglianza del vicinato, i carabinieri hanno individuato uno degli autori del delitto, trovano in possesso alcuni dei monili; la restante parte della refurtiva è stata successivamente e spontaneamente restituita. Attraverso un'ulteriore attività investigativa, i carabinieri hanno accertato che parte dei preziosi, prima della restituzione, era stata ceduta al titolare di una gioielleria di Forio. Al termine dell'indagine i monili rubati, due orecchini, tre medaglie in oro, tre bracciali ed una collana in oro, sono stati restituiti al parroco.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:02

Sarri-De Laurentiis, cauto ottimismo

Filtra un cauto ottimismo a Castel Volturno (Caserta) dopo l'incontro, interlocutorio, tra il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ed il presidente Aurelio De Laurentiis. I due hanno conversato a pranzo, depistando tutti quando Sarri è andato via dal centro tecnico dopo la seduta di allenamento del mattino e ha raggiunto il produttore cinematografico che lo attendeva in un luogo vicino. Al tavolo anche il ds Giuntoli, l'ad Chiavelli ed il vicepresidente e figlio del produttore, Edoardo. Sarri ha esposto i suoi desideri per continuare l'avventura a cominciare dal mantenimento di un livello tecnico alto della squadra per provare nuovamente l'assalto allo scudetto. De Laurentiis avrebbe proposto un aumento dell'ingaggio. Il cauto ottimismo sulla prosecuzione dell'avventura di Sarri sulla panchina azzurra potrebbe concretizzarsi domani quando i due dovrebbero incontrarsi di nuovo, magari per arrivare ad un accordo. Ma tutti gli scenari sono aperti,pure quello di una rottura.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:01

Sinistri marittimo, esperti a confronto

"Il porto e la città quali fattori di sviluppo e modernizzazione. Sinistri marittimi aspetti giuridici e risarcitori" è il titolo del convegno promosso dall'Ordine degli avvocati di Napoli in programma venerdì 18 nella sala metafora del Tribunale partenopeo. Nella prima parte del convegno, al quale prenderanno parte il comandante del porto di Napoli, ammiraglio Arturo Faraone, e il commissario dell'Autorità di Sistema Portuale Antonino de Simone, si parlerà della funzione dei porti. Nella seconda, dal profilo più tecnico, ci sarà un'introduzione agli aspetti che riguardano i sinistri in mare con particolare riferimento al rapporto con le assicurazioni e con gli operatori. "L'istituzione di una commissione di diritto della navigazione - spiega l'avvocato Immacolata Marra che la coordina - nasce per mettere in comunicazione due realtà che non sono ancora riuscite ad istituire un dialogo. L'idea è colmare il gap di conoscenza delle complessità giuridiche legate a un settore trainante come il porto".
   

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:00

Laurea honoris per Alberto di Monaco

"Napoli uno dei posti più belli del mondo? Sì, ma dopo Montecarlo" scherza Alberto II, principe di Monaco, dopo il conferimento della laurea honoris causa da parte dell'Università Parthenope. Salvo poi ricredersi quando, davanti al panorama mozzafiato del Golfo, tira fuori lo smartphone dalla giacca e gira un video come farebbe un qualunque turista in gita. "Fantastico, che posto, che bellissima giornata" esclama estasiato di fronte alle bellezze partenopee.
    Lo strappo al protocollo, sul belvedere di Villa Doria d'Angri, è arrivato a compendio di una giornata a metà tra accademia e glamour. Al principe è stata conferita la laurea magistrale in Scienze e tecnologie della navigazione, un omaggio all'antica tradizione marinara dei Grimaldi. A fine mattinata il pranzo curato dallo chef stellato Gennarino Esposito per trenta invitati a base di pesce. E a tavola Alberto, notoriamente tifoso del Monaco, ha parlato di calcio con il rettore della Parthenope Alberto Carotenuto.
   

Mercoledì, 16 Maggio 2018 17:58

Concluso incontro Sarri-De Laurentiis

Si è conclusa dopo circa due ore l'incontro tra il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ed il presidente del club azzurro, Aurelio De Laurentiis. I due hanno discusso del futuro dell'allenatore ma per ora nulla trapela dell'esito dell'incontro. Al pranzo di lavoro hanno partecipato anche il vice presidente del Napoli Edo De Laurentiis, l'amministratore delegato Andrea Chiavelli e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli. Al termine dell'incontro Sarri è rientrato nel centro tecnico di Castel Volturno per dirigere l'allenamento pomeridiano.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 12:56

Sequestrati 62 mila Gratta e vinci falsi

Oltre 62 mila 'Gratta e vinci' falsi sono stati scoperti dagli uomini del Nucleo di Polizia economico finanziaria della Gdf di Napoli. La spedizione, proveniente dalla Turchia, suddivisa in 12 colli, viaggiava ufficialmente come 'depliant e brochure'. All'interno c'erano i biglietti che che riproducevano per colore, grafica e dimensione quelli delle lotterie istantanee. Disponibili in tagli da 2 a 20 euro, i Gratta e vinci falsi erano pronti per essere proposti al pubblico, attraverso il ricorso a canali tuttora in fase di identificazione, causando una distorsione al sistema di gioco e mancati introiti per le casse dello Stato, per un ammontare complessivo di oltre 550 mila euro.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 12:55

Lavori box auto, blocchi stradali

Tensioni e blocchi stradali nel quartiere di Vomero al Napoli per la protesta in atto contro i lavori per la realizzazione di box auto in piazza degli Artisti.
    In concomitanza con i lavori di carotaggio, comitati di residenti ed antagonisti hanno bloccato il traffico con cassonetti in due zone, piazza Medaglie d'Oro e piazza degli Artisti. A manifestare anche i lavoratori mercatali che temono di dover spostare le loro bancarelle. Sul posto è intervenuta la Polizia. Attualmente, il primo blocco, quello in piazza Medaglie d'Oro è stato rimosso. Resta quello in piazza degli Artisti. La Polizia è sul posto in assetto anti sommossa per difendere la trivella dei carotaggi da eventuali assalti dei manifestanti.

Mercoledì, 16 Maggio 2018 12:54

Sequestrati 7 chili di hashish

Più di sette chili di hashish sequestrati oltre a 50 mila euro in contanti, armi, stampi per panetti e persino un giubbotto antiproiettile. È il bilancio dell'operazione antidroga effettuata nel quartiere napoletano di Secondigliano, zona in cui lo spaccio è controllato dai clan della camorra partenopea, dai carabinieri dei Nuclei Investigativi dei Comandi Provinciali di Napoli e Caserta. Cento gli uomini impegnati con l'ausilio dei cani antidroga e di un elicottero. La perquisizione è stata poi estesa in aree vicine, nella condotta metallica collocata sotto al cavalcavia dell'asse mediano nel tratto Piscinola-Miano. Ad attirare l'attenzione gli stampi per marchiare i panetti di droga, che solitamente sono in possesso dei produttori di hashish, che li usano per attestarne provenienza e qualità. L'ipotesi è che sullo stupefacente possano essere stati apposti marchi contraffatti per aumentare il valore della droga.
   

Mercoledì, 16 Maggio 2018 12:52

Un morto sull'A1 Milano-Napoli

Un incidente tra due mezzi pesanti si è verificato sull'A1 Milano-Napoli, nel tratto tra Capua e Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, in direzione Roma: una persona è morta. Sul luogo dell'incidente, avvenuto all'altezza del km 727,600, sono intervenute le pattuglie della Polizia stradale, i soccorsi sanitari e meccanici oltre al personale della Direzione di Tronco di Cassino. Secondo quanto riferisce Autostrade, non si registrano ripercussioni sulla viabilità.
   

Mercoledì, 16 Maggio 2018 12:50

Accusa estorsione per 32 parcheggiatori

 Dalle prime ore della mattina, i carabinieri del Comando provinciale di Salerno stanno eseguendo 32 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettanti parcheggiatori abusivi, accusati a vario titolo di estorsione aggravata, commessa nel capoluogo in danno di automobilisti. I dettagli dell'operazione verranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle 10.30, presso la Procura al Tribunale di Salerno.

“Gli incendi che hanno messo in ginocchio il monte Faito durante la scorsa estate hanno accentuato un problema che da decenni attanaglia il nostro territorio”

 

 

 

“E pensare che i 10,7 milioni previsti dal Cipe per gli interventi mirati a porre rimedio al dissesto idrogeologico sono tornati indietro e poi sono stati recuperati e conservati presso il Ministero dell'Ambiente, ma per rientrare nella disponibilità del Comune occorre prima realizzare il progetto esecutivo. Rafforzeremo la collaborazione con l’Ente Parco dei Monti Lattari”

 

 

“Sul centro antico pende la mannaia del rischio idrogeologico. Bisogna sbrigarsi ad intervenire prima che accada una tragedia. Così Gaetano Cimmino, candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative del 10 giugno.

 

Gli incendi che hanno messo in ginocchio il Monte Faito durante la scorsa estate hanno accentuato un problema che da decenni attanaglia il nostro territorio. - prosegue Cimmino - L'assenza di vegetazione e l'impermeabilizzazione dei terreni, a causa della coltre di cenere che ha rimpiazzato gli strati superficiali, impediscono all'acqua piovana di trovare barriere nella discesa lungo il pendio della montagna. Le colate di detriti e fango che i residenti del centro antico subiscono ad ogni pioggia sono soltanto un'avvisaglia di quello che potrebbe accadere in caso di frane. Non possiamo esporre il centroantico ad un rischio così elevato.

 

E pensare che i 10,7 milioni previsti dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (Cipe) per gli interventi mirati a porre rimedio al dissesto idrogeologico sono tornati indietro e poi sono stati recuperati e conservati presso il ministero dell'Ambiente, ma per rientrare nella disponibilità del Comune occorre prima realizzare il progetto esecutivo. - sostiene Cimmino - Un progetto per il quale ci raccontano che siano necessari 300mila euro, inclusi anche nello schema di bilancio di previsione 2018. Altra bufala. Il progetto esiste già e andrebbe soltanto rifinito, ma la lentezza dell'apparato burocratico e la confusione amministrativa di chi ha governato di recente la città hanno prodotto rinvii su rinvii. Rafforzeremo la collaborazione con l’Ente Parco dei Monti Lattari, fin troppo mortificato in questi anni, per progettare ed intervenire in maniera congiunta.

 

Occorre agire rapidamente, - continua Cimmino - dando seguito all'opportunità di essere il soggetto attuatore degli interventi da compiere sul Faito o, in alternativa, cooperare con la Regione Campania affinché quest'ultima si assuma l'incarico, qualora fosse nelle condizioni di far partire più rapidamente il cantiere, dopo aver completato carotaggi, analisi e prelievi. In fondo, quando c'è in ballo il destino di migliaia di cittadini, non contano le stelle sul petto ma il raggiungimento degli obiettivi.

 

Ma il dissesto idrogeologico si manifesta anche in altre forme. Basti pensare al lungomare sommerso dalla melma a marzo. Una vicenda salita anche alla ribalta delle cronache nazionali. - conclude Cimmino - L'area del troppopieno era completamente intasata dalla sabbia e dai rifiuti, ragion per cui l'acqua, incontrando un blocco, è tornata indietro ed è uscita dai tombini. In genere, quando arriva un flusso importante d'acqua e non c'è modo di arrivare fino al depuratore, scatta il momento d'emergenza con lo scarico a mare, che però non si è materializzato a causa dell'ostruzione. Faremo sentire la nostra voce in Regione affinché intervenga per ampliare le condotte e per fare in modo che lo scarico a mare avvenga lontano dal litorale. Castellammare non può permettersi ancora altri danni di immagine”.

 

Martedì, 15 Maggio 2018 15:49

'Selfie in 4 su trono Palazzo Reale'

"Sedute in quattro sul trono di Palazzo Reale a Napoli a farsi foto. Possibile che nessuno le abbia fermate?". La denuncia viene dal consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli, che diffonde la foto 'incriminata' tratta dai social.
    Secondo quanto spiega Borrelli, la foto è stata scattata durante il gala della rassegna "Wine and the City 2018", svoltosi il 10 maggio scorso a Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito. Sottolinea in una nota il consigliere regionale: "Alcune partecipanti alla cena hanno pensato bene, per farsi delle foto da pubblicare sui social, di percorrere la sala del trono, passando sui tappeti antichi con i tacchi, per andarsi poi a sedere in quattro sul trono stesso, oltrepassando tutte le barriere di protezione e mettendo a rischio tappeti e trono.
    Chiedo a chi avrebbe dovuto garantire il controllo della sala del trono di capire come sia stato possibile che quelle donne abbiano attraversato le zone protette".

Martedì, 15 Maggio 2018 15:48

Tempa Rossa: 20/5 corteo ambientalisti

Una manifestazione "congiunta", con le associazioni ambientaliste della Basilicata, della Puglia, della Calabria e della Campania, per chiedere "trasparenza" e "attenzione" sulle attività estrattive del progetto Tempa Rossa, e del Centro Olio della Total di Corleto Perticara (Potenza) che nei prossimi mesi dovrebbe avviare la produzione di petrolio: l'iniziativa, in programma il prossimo 20 maggio, è stata presentata nel pomeriggio a Potenza, nel corso di una conferenza stampa.

Martedì, 15 Maggio 2018 15:47

Ad Azar Nafisi il premio Matilde Serao

La scrittrice iraniana Azar Nafisi ha vinto la seconda edizione del Premio letterario Matilde Serao organizzato da 'Il Mattino' e assegnato da una giuria di giornalisti ed editorialisti del quotidiano: il riconoscimento, che da quest'anno ha l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sarà consegnato al Teatro San Carlo il 28 maggio nel corso di un gala dedicato alle eccellenze femminili con la partecipazione di Carolina Rosi, Lina Sastri e tre soprani, Carmen Giannattasio, Maria Grazia Schiavo, Rosa Feola.
    Nell'occasione sarà presentata anche la nuova grafica del quotidiano. L'iniziativa è stata presentata al massimo napoletano dal direttore Alessandro Barbano e dalla soprintendente Rosanna Purchia. Azar Nafisi, figlia dell'ex sindaco di Teheran e di Nezhat Nafisi, prima donna ad essere eletta al Parlamento iraniano, è stata testimone della rivoluzione islamica. Dal 1997 vive e insegna negli Usa dove ha scritto in inglese 'Leggere Lolita a Teheran', il romanzo che l'ha consacrata.
   

Martedì, 15 Maggio 2018 15:38

Rapinava sigarette dai furgoni, fermato

Hanno rapinato sigarette dai furgoni della distruzione per un valore stimato in oltre 74mila euro ma, grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza, sono stati identificati: gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Ferdinando di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, hanno fermato un uomo di 46 anni, R.A., accusato di avere messo a segno insieme con un complice tre rapine, negli ultimi mesi. Il provvedimento di fermo è stato emesso anche per il complice, al momento irreperibile. I poliziotti sono riusciti a risalire all'identità dei due banditi anche grazie all'analisi dei sistemi di videosorveglianza. Le rapine venivano commesse sempre con lo stesso modus operandi - utilizzando un disturbatore di segnale gps - e sempre un furgone Fiat Doblò di colore bianco. Le rapine sono avvenute a Cercola, nel mese di dicembre (12.385 euro); e due a Napoli, la prima del valore di 31.675 euro e l'altra, a marzo, dal valore di circa 30.000 euro.

Martedì, 15 Maggio 2018 15:37

Pale eoliche abusive, sigilli nel Sannio

Sei impianti di pale eoliche, riconducibili a diverse società del settore della produzione di energia elettrica che hanno sede a Benevento, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza a Casalduni, Campolattaro e Pontelandolfo. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Benevento su richiesta della Procura retta da Aldo Policastro e dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo. Dalle indagini sarebbero emerse omissioni e difformità nella realizzazione degli impianti.
    Per gli inquirenti la costruzione e l'esercizio degli impianti, alcuni dei quali realizzati anche in centri abitati, è avvenuta sulla base di autorizzazioni uniche ritenute illegittime in quanto rilasciate dalla Provincia di Benevento in assenza delle valutazioni di impatto acustico, di impatto ambientale, del rispetto della distanza minima dai centri abitati e del rischio di incidenti di natura meccanica ed elettrico. La documentazione progettuale e le relazioni geologiche sarebbero carenti.

Martedì, 15 Maggio 2018 15:35

Disoccupati puliscono storica scalinata

 Decine di disoccupati napoletani sono all' opera da stamattina per ripulire la storica scalinata che collega il quartiere Montesanto alle strade collinari della città. "L'iniziativa - come spiegato in un comunicato del Movimento di Lotta e disoccupati 7 novembre - ha lo scopo di denunciare lo stato di degrado del sito sul quale - spiegano - si sono sprecati milioni di euro pubblici senza mai restituire ai cittadini l'agibilità e l'impianto di scale mobili allestito da più di sette anni".
    I precari, armati di scope e rastrelli, hanno raccolto i rifiuti accumulati lungo i gradini e decine di siringhe abbandonate dai tossicodipendenti, "in pratica gli unici utilizzatori della scalinata".
    "Da tempo - si legge nella nota - chiediamo che le risorse economiche vengano utilizzate per progetti di pubblica utilità come il recupero e la riqualificazione delle periferie, delle aree verdi e dei siti storici abbandonati".
   

Martedì, 15 Maggio 2018 15:30

Turista inglese violentata, licenziato

É stato licenziato oggi l'unico ancora in servizio dei cinque dipendenti dell'hotel Alimuri di Meta di Sorrento (Napoli) ritenuto responsabile di avere fatto parte del branco che, nel 2016, ha drogato e poi violentato una turista inglese negli spazi della struttura alberghiera. Lo rende noto un comunicato della direzione pubbliche relazioni dell'albergo.
    Ieri la Polizia ha arrestato cinque persone con l'accusa di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente. In servizio, con un contratto a tempo indeterminato rescisso stamattina per giusta causa, era rimasto un giovane di 22 anni, che era stato assunto con la qualifica di aiuto cuoco.
    Già due anni fa, quando la Polizia, nell'ambito delle indagini, si è recata nell'albergo per sequestrare i telefonini degli indagati, la direzione dell'albergo aveva deciso di non rinnovare i contratti a tempo determinato a quattro dei cinque lavoratori arrestati.
   Nella nota, la direzione dell'albergo manifesta "piena vicinanza e profonda solidarietà nei confronti della vittima. A tal fine - si legge nel comunicato - è ferma la determinazione della società, laddove la Procura decidesse di esercitare l'azione penale, di costituirsi parte civile nei confronti degli ex dipendenti al fine di accertare quanto accaduto e tutelare l'immagine e il buon nome di una struttura e di un'organizzazione  aziendale che vanta oltre 500 dipendenti e circa trent'anni di lavoro sempre svolto con ampio apprezzamento da parte della clientela e successi sia in ambito nazionale che internazionale".

Martedì, 15 Maggio 2018 15:23

Pozzuoli, tensioni durante sgombero case

Tensioni stamattina a Pozzuoli (Napoli) dove le forze di polizia, in assetto antisommossa, sono in stato di allerta per lo sgombero di alcune abitazioni fatiscenti che si trovano via Generale Dalla Chiesa, nella zona di Arco Felice, lungo la direttrice Domitiana.
    Si tratta di abitazioni dove è presente anche amianto, installate dopo il terremoto del 1980, dove alloggiano alcuni gruppi familiari. Durante lo sgombero della prima abitazione, uno degli occupanti si è sentito male. E' stato chiamato il 118, per lui niente di grave.
    Una ventina di persone ha cercato di impedire - anche incendiando masserizie in strada - lo sgombero che, dopo qualche attrito, ha preso comunque il via. Quelle stesse persone, però, con il volto coperto da sciarpe e armati di mazze, si è allontanato da via Dalla Chiesa e secondo la Polizia, potrebbero ora prendere di mira, per ritorsione, i siti istituzionali della città flegrea che le forze dell'ordine stanno ora preventivamente presidiando. Lo sgombero sta andando avanti secondo la tabella di marcia.

Martedì, 15 Maggio 2018 15:22

Scoperto cellulare nel carcere di Nisida

Un altro telefonino - dopo quelli rinvenuti alcuni giorni fa - è stato scovato e sequestrato dal personale di Polizia Penitenziaria, nel carcere minorile napoletano di Nisida. L'episodio, che risale a sabato scorso, è stato reso noto oggi dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe).
    "Il cellulare - spiega Carmine d'Avanzo, coordinatore nazionale Sappe per la Giustizia Minorile - è stato scoperto, ben occultato, in uno spazio comune, frequentato da tutti i detenuti". "La popolazione detenuta - secondo il sindacalista - sta provando ad alzare il tiro per una vera propria 'dimostrazione di forza' contro l'Istituzione, lo Stato, i suoi operatori". Per il Sappe "questa vera e propria 'sfida' in questo presidio ultimo di legalità dello Stato, qual'è il carcere, deve essere stroncata con fermezza e vinta senza mezzi termini".

Martedì, 15 Maggio 2018 15:21

In deposito 6 anni di rifiuti tessili

 C'erano, accatastati, gli scarti dell'attività tessile di circa sei anni, nella ditta di San Gennaro Vesuviano (Napoli), il cui titolare è stato denunciato dai carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale di Napoli.
    L'uomo, che ha 44 anni, è accusato di violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e di gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti.
    Secondo quanto emerso dalle indagini, non ha mai smaltito i rifiuti prodotti dalla sua ditta. I militari hanno sequestrato il locale adibito a deposito di rifiuti e 20 metri cubi di scarti tessili e plastici che erano stati chiusi in sacchi di plastica. Sono state anche comminate sanzioni amministrative per 4mila euro riguardanti l'omissione della registrazione dei rifiuti sul registro di carico e scarico. Non si esclude che un'altra parte di rifiuti sia stata smaltita bruciandola. 

Martedì, 15 Maggio 2018 15:19

Contrabbando di sigarette, 14 arresti

 Una banda criminale dedita al contrabbando di sigarette provenienti dall'Est Europa è stata sgominata dalla Guardia di Finanza di Caserta che stamattina, con cento uomini, ha arrestato 14 persone e sequestrato la base dell'organizzazione, gli automezzi utilizzati per il trasporto delle 'bionde' e i veicoli impiegati per la scorta. Le sigarette erano destinate prevalentemente al mercato napoletano. I finanzieri sono entrati in azione tra l'hinterland di Napoli e i rioni Scampia e Sanità del capoluogo partenopeo. L'operazione è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Il gip ha disposto quattro arresti in carcere e dieci ai domiciliari. I dettagli del blitz saranno resi noti in una conferenza stampa in programma alle 11,30 nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza di Caserta. 

Aiuole incolte, un lungomare prato, le Terme chiuse, le fonti vietate, la stradina che conduce agli scavi sempre piu’ discarica , vivibilita’ sotto lo zero. E’ questa la città turistica che non riesce a fare il paio con la vicina Napoli (anche la scorsa settimana regina delle presenze e meta preferita tra le città del Sud) . Turismo e rilancio del territorio le due parole che ritornano nei programmi degli aspiranti candidati a sindaco e che però restano parole a partire dall’immagine. A ricordare al turista che sceglie Castellammare, come meta di vacanza o solo come area di ‘’sosta’’ per spostarsi in penisola o nella vicina Pompei , cosa è la città ci pensa un grande striscione a caratteri cubitali con su scritto ‘’NO ALLA CAMORRA’’. Campeggia lo striscione su una delle strade principali dello struscio cittadino . Una presa di coscienza che sta li a testimoniare una lotta che fa pero’ a pugni con la città che si vuol far diventare la ‘’sorella’’ italiana della francese Nizza.

Lunedì, 14 Maggio 2018 13:44

de Magistris, c'è odio contro Napoli

 L'immagine di ieri a Genova, le frasi, i volti, i contenuti sono davvero inqualificabili, indecenti, razzisti e discriminatori. Non si può più andare avanti così". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando i cori allo stadio Marassi durante la partita Sampdoria - Napoli. "Nei confronti di Napoli - ha aggiunto - c'è odio. Forse 'vanno in freva' (ndr, 'si arrabbiano') perché senza soldi e senza aiuti siamo la città che più cresce in cultura e turismo e perché abbiamo vinto lo scudetto dell'onestà e del bel calcio?". Cori "davvero indecenti" per rispondere ai quali il sindaco fa proprie le parole espresse dal'allenatore azzurro, Sarri, che ha parlato "di città e popolo straordinari". "Noi napoletani dobbiamo imparare a difendere la città e a reagire con più forza, efficacia, signorilità e maggiore capacità di sopportazione rispetto a provocazioni che stanno superando ogni limite".

Lunedì, 14 Maggio 2018 13:43

Cori Napoli? Sindaco inviti questa gente

"Fossi il sindaco di Napoli inviterei questa gente a passare un giorno in città, per vedere cos'è Napoli e rendersi conto di cosa si sono persi". Dai microfoni di Sky, Maurizio Sarri commenta così quanto accaduto durante la partita con la Samp, che l'arbitro è arrivato al punto d'interrompere per tre minuti a causa dei cori di discriminazione territoriale, per i quali anche l'allenatore si era lamentato con il quarto uomo, durante il match.
    "Solo per ignoranza, intesa come non conoscenza, si può avere un'idea così malata di Napoli - dice ancora Sarri -. Io sono innamorato di questa città e di questo popolo straordinario: il mio amore per loro e per la città non cambierà mai".
    Poi di nuovo, anche a Sky, una considerazione sul campionato: "il rammarico più grande è che lo scudetto lo abbiamo perso più in albergo che in campo. Comunque proveremo a giocare peggio l'anno prossimo, penso di non smettere".

Uno striscione appeso a un cavalcavia con la frase 'Avevano un sogno nel cuore' e tre sagome di giocatori con la magia del Napoli impiccati al ponte stesso. Questo lo sfottò di pessimo gusto inscenato da ignoti questa notte nei pressi di Mondragone, in provincia di Caserta. Lo striscione e i cartonati sono stati rimossi dopo poco ma le foto sono subito diventate virali sui social network, commentate con rabbia e indignazione da arte dei tifosi del Napoli.                                                                                                         Lo striscione prende di mira il coro "Abbiamo un sogno nel cuore", cantato negli ultimi mesi dai tifosi del Napoli per sottolineare appunto il sogno di tornare a vincere lo scudetto, sogno aritmeticamente tramontato ieri con il titolo vinto dalla Juventus.

Lunedì, 14 Maggio 2018 13:40

Pino Daniele, svelato un brano inedito

 "Quando qualcuno se ne va resta l'amore intorno". Si apre così l'inedito di Pino Daniele 'Resta quel che resta', composto e inciso dall'artista oltre 9 anni fa e ritrovato ora, a tre anni e mezzo dalla scomparsa. Per la prima volta, alle 11 di lunedì 14 maggio, il brano - prodotto da Corrado Rustici - è stato trasmesso in contemporanea da 9 grandi network radiofonici italiani, Rtl 102.5, Radio Italia, Radio Kiss Kiss, Radio2, Rds, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Monte Carlo e Radio Zeta, già insieme per sostenere 'Pino è', il grande tributo live della musica italiana a Pino Daniele, il 7 giugno allo Stadio San Paolo di Napoli.
    'Resta quel che resta' sarà in digitale e su tutte le piattaforme streaming dal 18 maggio. I ricavati dalla vendita del brano e gli introiti netti legati a 'Pino è' saranno devoluti ai progetti benefici della Pino Daniele Trust Onlus, gemellata all'Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma - Open Onlus e della Pino Daniele Forever Onlus gemellata con Save the Children.
    Oltre ai già annunciati Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Francesco De Gregori, Tullio De Piscopo, Elisa, Emma, Tony Esposito, Giorgia, J-Ax, Lorenzo Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ron, Tiromancino, Giuliano Sangiorgi, James Senese, Antonello Venditti, Gigi De Rienzo, Rosario Jermano, Agostino Marangolo, Ernesto Vitolo, sul palco del San Paolo saliranno il 7 giugno anche Loredana Berté, Clementino, Teresa De Sio, Enzo Gragnaniello, Irene Grandi, Il Volo, Marcus Miller, NCCP - Nuova Compagnia di Canto Popolare, Raiz, Massimo Ranieri, Red Canzian, Francesco Renga, Paola Turci, Ornella Vanoni. E con la testimonianza di Alessandro Siani, Giorgio Panariello, Pierfrancesco Favino, Enrico Brignano, Edoardo Leo, Vincenzo Salemme, Marco Giallini, Marco D'Amore, Salvatore Esposito, Mariangela D'Abbraccio, Enzo Decaro. Spazio anche alle band storiche di Pino Daniele, Vai mo' e Nero a Metà.

Lunedì, 14 Maggio 2018 09:54

Muore durante partita calcetto, autopsia

 E' stata disposta l'autopsia per risalire alle cause che hanno stroncato un 17enne mentre giocava a pallone con amici su un campetto del quartiere Monterusciello a Pozzuoli (Napoli). Lo studente del terzo anno dell'ITI Pitagora di Arco Felice si era ritrovato ieri pomeriggio con gli amici sul campetto in terra battuta di via Bovio, a pochi passi da casa. Ad un tratto, mentre ricorreva il pallone, si è accasciato. Gli amici lo hanno soccorso subito, richiamando l'attenzione dei genitori che abitano nei paraggi e chiamando il 118. Inutili, purtroppo, sono risultati tutti i tentativi per rianimarlo. I sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto che constatarne il decesso. Per la rimozione della salma sono intervenuti i Carabinieri e il magistrato di turno, che ha disposto l'esame autoptico presso il secondo Policlinico di Napoli. La scuola che il giovane frequentava lo ricorda con la pagina listata al lutto del proprio sito ed un minuto di raccoglimento in mattinata.

La prof si sente male a casa, gli studenti si preoccupano e dopo 48 ore vanno a cercarla trovandola agonizzante. La portano in ospedale e la salvano. Lo scrive il quotidiano Metropolis, in edicola oggi che racconta la vicenda di una docente di 50 anni dell'istituto Cesaro di Torre Annunziata (Napoli). Tra l'insegnante, che è disabile per problemi motori, e gli studenti, c'è un legame speciale. La sua assenza, senza preavviso e di alcuni giorni, aveva messo in allarme i ragazzi.
    Del resto, lei non mancava mai a scuola. Anche quando ha nevicato. Così, a un certo punto, gli studenti hanno deciso di recarsi a casa della docente spostandosi di diversi chilometri, da Torre Annunziata, dove risiedono, a Vico Equense, in costiera sorrentina, dove vive la professoressa. Non ricevendo risposta al citofono, i ragazzi hanno deciso di chiamare i carabinieri. L'irruzione nell'abitazione ha consentito di scoprire che la donna era a terra, priva di sensi a causa di un malore, e non riusciva a muoversi. Immediati i soccorsi e il trasferimento in ospedale. Per fortuna, il peggio è passato ed è tornata a casa. Una vicenda che racconta di una storia di amore per la cultura e di rispetto per gli insegnanti: "Le sue lezioni sono racconti nei quali ci presenta ogni giorno un personaggio diverso, come se lo avessimo con noi in aula", spiega Alfonso, uno dei suoi studenti. Ora i ragazzi aspettano la prof a scuola. "Speriamo torni presto" il loro auspicio. 

Lunedì, 14 Maggio 2018 09:51

No unione gay in chiostro? C'è flash mob

Flash mob, oggi a Sorrento (Napoli), per esprimere solidarietà ai due giovani gay, Vincenzo D'Andrea, ventisettenne napoletano e il suo compagno, il colombiano Heriberto Vasquez Ciro, per il no ricevuto dal comune a concedere il Chiostro di San Francesco per officiare la loro unione civile.
    In circa duecento, tra gli studenti del Collettivo studentesco della Penisola sorrentina, appoggiati dall'Arcigay di Napoli, si sono dati appuntamento. E nel chiostro della 'discordia' sono state anche celebrate due unioni civili simboliche. Presenti, tra gli altri, anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Cecchi Paone.
    "Il sindaco Giuseppe Cuomo rappresenta lo Stato, indossa la fascia tricolore e deve rispettare le leggi nazionali - ha detto Cecchi Paone - L'art. 3 che ci rende tutti uguali davanti alla legge, senza discriminazioni alcuna. Chiederò al Prefetto di sospenderlo qualora non cambierà idea".
    Il sindaco di Sorrento ha da sempre motivato il diniego per una questione di opportunità visto la vicinanza del Chiostro al convento Francescano.

Lunedì, 14 Maggio 2018 09:50

Turista violentata, cinque misure cautelari

Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese.

Domenica, 13 Maggio 2018 13:58

Rompe vetro portellone ambulanza Napoli

Giorni difficili per le ambulanze a Napoli: agli atti vandalici si aggiunge la rabbia violenta di un trasportato. Nel mirino è finita l'ambulanza sostitutiva utilizzata al posto di quella della postazione Crispi, alla quale ieri è stato infranto con un bastone di ferro il vetro mentre trasportava un paziente in codice rosso.
    Oggi un uomo, di circa 30 anni, era stato fermato dai Carabinieri - secondo la ricostruzione fornita dai militari - dopo aver tentato di palpeggiare in bagno una donna, il cui marito, richiamato dalle grida, ha poi aggredito l'uomo.
    Sul posto sono quindi intervenuti i Carabinieri che hanno bloccato il trentenne. Mentre veniva portato in ospedale per verificarne le condizioni dopo la lite con il marito della donna, in preda ad un forte stato di agitazione, ha rotto con un pugno il vetro sinistro del portellone posteriore.

Domenica, 13 Maggio 2018 13:57

Giovane di 18 anni ferito a Napoli

 Un giovane di 18 anni è stato ferito all'alba in circostanze ancora da chiarire in piazza Trieste e Trento, in pieno centro a Napoli. Secondo la Polizia, che indaga sul fatto, è stato raggiunto da colpi d'arma da fuoco che gli hanno provocato ferite a gamba, ginocchio e fianco sinistro ed al gluteo. Trasportato all'ospedale Vecchio Pellegrini non viene considerato in pericolo di vita. Da accertare le cause del ferimento. Il giovane, al momento del ricovero, era in stato confusionale. Non è ancora noto se avesse precedenti o meno. A terra gli uomini della Scientifica hanno trovato tre bossoli calibro 9x21.

Domenica, 13 Maggio 2018 13:56

Scoperta centrale 'estrazione' cocaina

 Una centrale di 'estrazione' per la droga è stata scoperta dalla Polizia a Marano (Napoli). Bloccati due incensurati, un italiano ed un peruviano, all'interno di un'abitazione in cui avevano allestito un laboratorio per l'estrazione di cocaina da abiti intrisi dello stesso stupefacente. L'operazione conferma un modus operandi che va sempre più diffondendosi e che vede il Perù tra i Paesi esteri più spesso coinvolti con la cocaina liquida nascosta tra i vestiti per poi essere estratta. Gli uomini della Squadra Mobile sono entrati attraverso il terrazzo della mansarda comunicante.
    La presenza di solventi e di soluzioni chimiche potenzialmente pericolose ha richiesto tutte le cautele necessarie per garantire il buon esito dell'operazione, l'arresto delle persone presenti nell'abitazione e l'incolumità degli altri condomini. I due arrestati erano impegnati nell'attività di lavorazione di alcuni lembi di stoffa intrisi di cocaina. Presenti nell'abitazione molti indumenti ancora da lavorare chimicamente.

Domenica, 13 Maggio 2018 12:12

Castellammare, la carica dei "soliti noti"

 

Tre candidati a sindaco su cinque con un unico comun denominatore ex colleghi di giunta nella stagione politica 2005 – 2010 quando a guidare la città c’era Salvatore Vozza. Uno da sempre legato al doppio filo con l’ex sindaco , oggi coordinatore regionale di Liberi e Uguali. Non è nuovo a Palazzo Farnese il candidato a sindaco per Liberi e Uguali Tonino Scala, due volte consigliere comunale tra gli anni 93 e 2002 presidente del Consiglio negli anni dell’amministrazione Polito, consigliere di Amministrazione della Sint nell’era Salvato. Cosi’ come non lo sono il candidato di centro destra Gaetano Cimmino, diverse volte consigliere comunale, assessore con delega alla pubblica istruzione e vicesindaco nell’era Vozza, il candidato del Grande Centro Andrea Di Martino consigliere comunale negli anni 2000 per i Democratici di Sinistra e poi assessore con delega al Lavoro sempre con Vozza sindaco, e alle Terme e al Turismo invece era assessore sempre negli anni dell’amministrazione Vozza il candidato per il centro sinistra già consigliere comunale , Massimo De Angelis . A leggerli i nomi degli aspiranti consiglieri comunali di novità ve ne sono davvero poche. Ci riprovano i fan degli scranni di Palazzo Farnese, ormai da diverse legislature, Francesco Iovino per il Pd e Vincenzo Ungaro per Cimmino sindaco, Rosario Cuomo ora in quota Udc . Ritorna nell’agone politico l’ex esponente del partito socialista e fondatore della lista Stabia in Progress , Gianfranco Piccirillo, già consigliere comunale durante la consiliatura di Ersilia Salvato, Piccirillo fu uno dei consiglieri che all’epoca non firmo’ per la fine di quella esperienza amministrativa. Ad un ritorno tra le mura di piazza Giovanni XIII aspirano anche Lorenzo Esposito già consigliere comunale in quota Alleanza Nazionale negli anni duemila e Ferdinando D’Aniello entrambi ora nello schieramento che sostiene Massimo De Angelis. Ci riprovano gli uscenti Eutalia Esposito con Di Martino sindaco , Ciro Cascone, l’ex assessore della Giunta Pannullo Annalisa Armero, Giovanni Nastelli, e Giusy Amato tutti a sostegno di De Angelis. Fuori un turno provano a rientrare ,a sostegno di Andrea Di Martino, l’ex consigliere Francesco Russo, e per il Partito Democratico l’ex consigliere Rodolfo Ostrifate. Ad un ritorno tra i banchi dell’aula Falcone e Borsellino auspicano i consiglieri, per pochi mesi nell’ultima consiliatura ,Emanuele D’apice e Michele Starace. Mentre il primo, resta saldamente legato a Gaetano Cimmino, fa , invece, il salto nel grande centro con Andrea di Martino l’ex segretario cittadino di Sinistra e Libertà, Michele Starace. L’avvocato Sabrina De Gennaro per Cimmino già assessore dell’era Bobbio, l’ex consigliere Franco Esposito per LEU, l’ex assessore Gianpaolo Valitutti per Leu e Carla Di Maio già assessore con Pannullo completano la carica degli aspiranti ex a Palazzo Farnese.

Sabato, 12 Maggio 2018 17:04

Frattamaggiore,abbinamento pizze-palazzi

Hanno girato insieme in lungo e in largo per Frattamaggiore (Napoli) al fine di selezionare i quattro palazzi storici che meglio potessero sintetizzare l'evoluzione della città attraverso i secoli: Enrico Di Pietro, imprenditore titolare del Palapizza-Il Palazzo della Pizza e il professor Francesco Montanaro, presidente dell'istituto degli Studi Atellani. Una volta selezionati gli edifici è cominciata l'analisi degli ingredienti che effettivamente potessero raccontare l'epoca di riferimento del palazzo. Il pomodoro giallo in luogo del rosso; la sugna al posto dell'olio; la farina di canapa a rappresentare l'attività del "Cannavaro", simbolo della città della canapa. "Ho realizzato cosí il mio sogno - dice Enrico Di Pietro - di fare qualcosa per il Comune che mi ospita. Oggi siamo chiamati ad un ruolo sociale ed etico.
    Ed è giusto che le pizze parlino del territorio. Il mio locale - aggiunge l'imprenditore - è situato all'interno di un cortile e da qui il nome stesso della pizzeria. Allora abbiamo deciso di realizzare un menú nel quale comparissero le strade principali della città. Oggi, con questo binomio con l'istituto degli Studi Atellani, inseriamo in carta anche quattro pizze ispirate ai palazzi storici. Non nomi dati a caso, ma studiati ad hoc per condimenti adatti all'epoca storica di riferimento".
    Un'iniziativa che utilizzerà anche i prodotti di eccellenza del territorio come il provolone del Monaco Dop. Non a caso alla serata di presentazione, in programma mercoledì 16 maggio, saranno presenti anche l'imprenditore del settore del pomodoro, Giuseppe Napoletano, il professor Vincenzo Peretti, direttore del Consorzio Provolone del Monaco DOP. Il sindaco di Frattamaggiore, Marco Antonio Del Prete, che parteciperà all'evento commenta: "Un bella iniziativa che da' lustro al nostro paese, due elementi inscindibili: la nostra grande architettura abbinata alla storia e all'arte della pizzaiuolo, che hanno portato in giro per il mondo grandi uomini frattesi".
    Queste le pizze dedicate ai palazzi: Pizza del Vicario: Nzogna e pepe. È una pizza che rappresenta i primi sapori, dicono i promotori dell'evento, "che si sono accoppiati come condimento, ma che anche oggi, nonostante le spinte salutiste che hanno indotto a limitare l'uso della sugna in cucina, riscuote il suo successo". Si tratta di ingredienti poveri che proprio nel '400 erano largamente diffusi. Racconta l'omonimo Palazzo: l'unico fabbricato, non ecclesiastico, nella città di Frattamaggiore a essere stato dichiarato "di interesse particolarmente importante e sottoposto a disposizioni ministeriali di tutela integrale".
    Pizza del Vescovo: Salsa di pomodoro giallo pelato e provolone del monaco Dop. Gli ingredienti sono stati scelti poiché i primi pomodori arrivati dalle Americhe erano proprio quelli gialli dei quali si temeva la commestibilità: addirittura si pensava fossero velenosi per cui venivano utilizzati come piante ornamentali. La passata è abbinata a fiordilatte di Agerola e al provolone del Monaco Dop che ne esalta il sapore.
    Pizza del Cannavaro: farina di canapa che richiama il prodotto tipico lavorato nello stabile a cui si aggiunge un impasto di salsiccia di maialino nero di pura razza casertana e la provola di Agerola.
    Pizza del Borghese: la più vicina ai nostri tempi, ma solo per ragioni storiche. Si tratta di una sfoglia di pizza particolarmente leggera.

Sabato, 12 Maggio 2018 16:57

Giro: Carapaz trionfa a Montevergine

 L'ecuadoriano Richard Carapaz ha vinto per distacco l'8/a tappa del 101/o Giro d'Italia di ciclismo, da Praia a Mare (Cosenza) a Montevergine di Mercogliano (Avellino), lunga 209 chilometri. Il britannico Simon Yates ha conservato la maglia rosa di leader della classifica generale.

Sabato, 12 Maggio 2018 16:55

Serie B, Frosinone a un passo dalla A

 Risultati della 41/a giornata del campionato di calcio di Serie B: Avellino-Spezia 1-0 (ieri) Brescia-Empoli 0-2 Carpi-Cittadella 1-1 Cremonese-Venezia 5-1 Entella-Frosinone 0-1 Foggia-Salernitana 1-0 Palermo-Cesena 0-0 Parma-Bari 1-0 Perugia-Novara 1-1 Pescara-Ascoli 0-1 Pro Vercelli-Ternana 2-1.

Sarà dedicata a Sophia Loren l'ottava edizione del Social World Film Festival, Mostra Internazionale del cinema sociale, che si svolgerà dal 29 luglio a 5 agosto a Vico Equense (Napoli) con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica in onore della diva che ha girato in penisola sorrentina uno dei suoi primi lavori, "Pane, amore e..." di Dino Risi al fianco di Vittorio De Sica. Ad annunciarlo è Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del festival all'Italian Pavilion del Festival di Cannes.
    "Siamo lieti di dedicare l'edizione 2018 alla diva internazionale Sophia Loren il cui nome è indissolubilmente legato ai luoghi dove si svolge il nostro festival che come tema di quest'anno avrà la passione. Sarebbe un sogno averla come ospite d'onore". Confermata da Carlo Rodomonti, responsabile Marketing e Digital di Rai Cinema, la partnership tra il Social Festival e Rai Cinema Channel che premierà con un contratto di tremila euro il miglior cortometraggio per il web.

Sabato, 12 Maggio 2018 16:53

Mazzarri, lieto per parole De Laurentiis

"I complimenti di De Laurentiis mi hanno fatto tanto piacere, perché spesso nel calcio si tende a scordarsi quanto fatto". Alla vigilia della gara casalinga contro la Spal, Walter Mazzarri torna con queste parole sul pareggio strappato a Napoli, che per quattro stagioni è stata la sua casa. "I numeri è giusto che si ricordino per valutare la carriera di un allenatore - sostiene Mazzarri. Quando le cose son state fatte rimangono lì: a volte si tende a scordarle, fa piacere che il presidente abbia preso in considerazione questi dati inconfutabili".
   

Sabato, 12 Maggio 2018 16:51

Giampaolo? Io a Napoli? Sì,per un premio

"Il mio futuro? L'unico presidente che mi chiama per parlare di questo è Ferrero, l'unica telefonata per andare a Napoli l'ho ricevuta per andare a ritirare un premio a fine maggio". Lo ha detto il tecnico della Samp Marco Giampaolo parlando durante il rituale briefing alla vigilia del match di domani al Ferraris col Napoli. Giampaolo era stato indicato dai rumors di mercato come possibile successore di Maurizio Sarri sulla panchina dei partenopei in caso di addio dell'attuale tecnico.
   

Sabato, 12 Maggio 2018 16:45

De Iesu,consolidare rapporto con giovani

 "Il nostro obiettivo è attirare l'attenzione degli adolescenti che oggi vivono momenti di incertezza. Cercano di capire che funzioni possono avere e che ruolo hanno le forze di polizia e, perché no, coltivare l'aspettativa di far parte delle forze di polizia. Così possiamo anche consolidare quel rapporto di fiducia ed empatia con la comunità. Ci vogliono tanti eventi come questo. Saremo sempre disponibili ad essere presenti". Così Antonio De Iesu, questore di Napoli, che si è recato oggi nel padiglione della Polizia di Stato presente al "Napoli Motor Experience" con automezzi dei reparti speciali, della stradale, unità cinofile e unità di contrasto alla criminalità comune.
    De Iesu ha visitato anche altre aree della manifestazione in corso alla Mostra d'Oltremare, dedicate alle forze dell'ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Polizia Penitenziaria, Esercito Italiano, Polizia Locale, Aeronautica e Vigili del Fuoco).
   

Sabato, 12 Maggio 2018 16:43

Immigrati:protesta a Licola,troppe risse

Una protesta è stata fatta da un gruppo di residenti di Licola, nell'area flegrea, contro la presenza di extracomunitari nella zona; sono scesi in piazza gli abitanti del popoloso agglomerato nei pressi dell'Hotel Panorama nel comune di Giugliano, a poca distanza dalla moschea di via del mare. Bloccato con bidoni della spazzatura e suppellettili il vialone che da Licola Borgo collega la zona di Varcaturo. La richiesta è di allontanare la comunità di immigrati della zona che causerebbe, secondo le denunce degli abitanti, litigi tra bande di extracomunitari e a volte anche con i residenti. Alcuni abitanti riferiscono che solo nell'ultima settimana ci sono state due risse tra bande opposte di immigrati fronteggiatesi con bottiglie di vetro.
    Incendiata una vettura in un altro scontro. "Molti accusano i frequentatori della moschea ma non è così", dice Umberto Mercurio responsabile dell'associazione Licola mare pulito. "Il marcio sta altrove e l'assenza delle istituzioni acuisce i problemi".

Sabato, 12 Maggio 2018 16:42

Protesta a Napoli contro Bankitalia

Si sono ispirati alla serie "La casa di carta" gli attivisti che oggi hanno protestato davanti alla sede della Banca d'Italia a Napoli per denunciare "il ricatto al quale sono sottoposte le città soggette al debito provocato anche dalle banche che negli anni hanno prestato denaro a condizioni pessime per una pubblica amministrazione, facendo firmare derivati legati ai tassi di mercato europei senza dare le giuste garanzie di informazioni e valutazione dei rischi".
    I manifestanti, in tuta arancione come i protagonisti della serie televisiva ma che al posto della maschera di Dalì indossavano quelle di Pulcinella, hanno sostato sotto la sede della Banca d'Italia esponendo uno striscione con la scritta 'Napoli non si vende'.
    La manifestazione si è svolta in concomitanza con altre iniziative simili previste oggi in Spagna ed in Grecia. Il gruppo in arancione si è poi diretto alla vicina sede del Banco di Napoli dove vi sono stati alcuni momenti di tensione con agenti di Polizia.

Sabato, 12 Maggio 2018 16:41

Ordine medici di Napoli, qui come Raqqa

"Per i medici e per chi in generale lavora per la salute dei cittadini, Napoli è come Raqqa". Così Silvestro Scotti, presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli, sull'episodio di violenza che ha coinvolto un equipaggio del 118 della Croce Rossa italiana. "Esprimo tutta la mia solidarietà alla collega coinvolta, ma anche all'infermiera e all'autista dell'ambulanza. Queste vili aggressioni devono finire, ormai la situazione è fuori controllo. Le Istituzioni devono intervenire in maniera efficace e immediata".

Sabato, 12 Maggio 2018 16:39

Raid contro ambulanza in codice rosso

Con un paletto di ferro ha rotto il vetro di un'ambulanza mentre il mezzo stava trasportando in codice rosso un paziente. E' accaduto a Napoli, in largo Antignano. Giuseppe Galano direttore della centrale operativa territoriale 118 parla dell'"ennesima vile aggressione" mentre Paolo Monorchio, presidente Cri Napoli, sottolinea che "diventa difficile soccorrere ed aiutare le persone in queste condizioni".
    Non è la prima volta che si verificano aggressioni nei confronti del personale del 118 o atti di vandalismo.
    Stamattina, si legge sulla pagina Facebook 'Nessuno tocchi Ippocrate' "la postazione 118 del Crispi stava trasportando un codice rosso in Pronto soccorso (paziente a bordo) a sirena e lampeggiante, senza alcun motivo un passante, a Largo Antignano, scaglia un paletto di ferro contro il vetro laterale del mezzo di soccorso mandandolo in frantumi e mettendo a repentaglio l'incolumità di medico infermiera e paziente già di per se grave". L'infermiera ha riportato trauma ed escorazioni.

Sabato, 12 Maggio 2018 11:27

'Arancia meccanica' nel Casertano

 Un episodio in stile "Arancia meccanica" quello accaduto la scorsa notte nel Casertano, dove la Polizia di Stato ha arrestato due pregiudicati, Biagio Bianco, 44enne di Frattamaggiore (Napoli) e Ciro Martone, 21enne di Casapulla (Caserta), con l'accusa di aver picchiato brutalmente, anche con un chiave "stringitubo", rapinato e sequestrato, rinchiudendolo nel bagagliaio dell'auto, un uomo di 49 anni, anch'egli noto alle forze dell'ordine.
    I due, già ripetutamente denunciati per violazione del "Divieto di ritorno" nel comune di Caserta e recentemente indagati per violenza sessuale e rapina, rispondono dei reati di sequestro di persona, rapina e lesioni aggravate. L'incubo della vittima è durato parecchie ore ed è finito solo quando alcuni passanti lo hanno sentito, a Marcianise, chiedere aiuto mentre era rinchiuso nel bagagliaio dell'auto di Bianco e Martone, risultata peraltro rubata a Portico di Caserta.

Sabato, 12 Maggio 2018 11:26

Koulibaly, scudetto? Ci è mancato poco

 "Ci è mancato pochissimo, è stato difficile fare una stagione così con i tanti infortuni che abbiamo avuto. Ma siamo sempre rimasti lì, vicino alla Juventus". Così il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly a Sky Sport. "Sarri? Penso che dobbiamo continuare con lui, poi la scelta sarà del presidente e di Sarri. Ma spero di continuare con lui, è l'allenatore giusto per il Napoli- Ci sono mancate due o tre vittorie, in partite che abbiamo pareggiato pur giocando bene - continua parlando della stagione che sta per concludersi - Se avessimo messo un pò di cattiveria in più avremmo vinto lo scudetto. Ci dispiace che questo non è accaduto". Sul futuro: "l'anno prossimo bisognerà fare ancora qualcosa in più per vincere lo scudetto. Arrivare a questi livelli è difficilissimo, con i punti che abbiamo fatto quest'anno in altre stagioni l'avremmo vinto già da qualche partita. Ma la Juve è arrivata ancora prima quest'anno. Vogliamo scrivere la storia di questa città, io sono il primo. Speriamo di riuscirci il prossimo".

Sabato, 12 Maggio 2018 11:25

Arcigay, no unione a Sorrento? Lotteremo

 "La discriminazione messa in essere dal sindaco di Sorrento è inaccettabile e diventa ancora più odiosa quando un uomo delle istituzioni dice di non condividere una legge dello Stato (laico) italiano". E' quanto scrive Antonello Sannino, presidente dell'Arcigay di Napoli in merito a quanto accaduto a Sorrento dove il Comune ha negato a una coppia gay la celebrazione del rito nel suggestivo chiostro di San Francesco, di proprietà municipale, dove ogni anno si svolgono in media 200 matrimoni civili. "Stiamo capendo anche i margini per una manifestazione di protesta a Sorrento - dice Sannino - intanto fate domanda per celebrare la vostra Unione Civile nel Chiostro di San Francesco a Sorrento scrivete a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ".
    "Supporteremo Vincenzo e Beto, anche se occorre costituirsi come Arcigay Napoli parte civile nelle sedi di un Tribunale per i danni che sta ricevendo la nostra comunità da un'azione discriminatoria. La legge è legge - conclude - e il sindaco è il sindaco di tutti".
   

Sabato, 12 Maggio 2018 11:24

Rifiuti pericolosi e abusivismi, denunce

Gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e realizzazione abusiva di opere edili. E' per questo che a Pomigliano D'Arco (Napoli) i carabinieri forestali hanno denunciato due persone e hanno sequestrato una struttura.
    I militari durante un servizio predisposto per prevenire reati ambientali, hanno effettuato controlli nella struttura operativa di una società d'impiantistica: denunciati in stato di libertà gli amministratori, un 57enne e un 54enne, perché vi era in essere attività di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non derivanti sia dal ciclo produttivo che dalla lavorazione di conglomerati bituminosi. Riscontrata anche la gestione di rifiuti non pericolosi in difformità dalle autorizzazioni rilasciate e scoperte opere edili realizzate abusivamente, nonché l'esercizio non autorizzato di una autofficina. L'intera area i rifiuti, le strutture edili abusive e l'autofficina, comprese le attrezzature, sono state sottoposte a sequestro penale.
   

Sabato, 12 Maggio 2018 11:23

Furto reperti a Pompei,presi due turisti

Sono stati arrestati i due turisti francesi - un uomo di 52 anni e la sua compagna di 50 anni - fermati nel pomeriggio di oggi dai carabinieri perché sorpresi in possesso di alcuni reperti prelevati dagli scavi archeologici di Pompei (Napoli). L'uomo, quando è stato fermato non lontano dall'ingresso dell'area archeologica dai militari allertati dalla vigilanza interna, aveva nel suo zaino 13 cocci di terracotta. In un primo momento l'uomo era stato solo denunciato.
    La donna, individuata dagli investigatori ancora all'interno del sito archeologico, è stata trovata in possesso di un marmo di epoca romana della dimensione di 17 centimetri per 7. Il marmo è stato trovato nella sua borsa.
    I due arrestati sono in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo.
   

Venerdì, 11 Maggio 2018 14:08

Pelù scrive brano con ragazzi di Nisida

Un brano che parla della consapevolezza degli errori commessi, della solitudine, ma anche della voglia di riscatto, dell'orgoglio per il lavoro che si sta facendo su sé stessi e di come la musica può essere la via d'uscita, la strada per non commettere più sbagli e reati. E' il messaggio del brano frutto del lavoro del progetto 'Santi di Periferia, l'impossibile non esiste' promosso dal rocker Piero Pelù e realizzato in collaborazione con il Comune di Napoli, in particolare dagli assessorati ai Giovani di Alessandra Clemente e al Welfare di Roberta Gaeta, e con il Centro di Giustizia Minorile. Il progetto, che prende il nome dal titolo di un brano che Pelù ha scritto con i Litfiba, ha coinvolto 11 ragazzi: 6 provenienti dall'area penale e 5 dall'Istituto 'Galiani' di Napoli. "Ragazzacci fantastici", secondo Pelù, che oggi sono saliti orgogliosi e gioiosi sul palco di Piazza Forcella, nell'omonimo rione, e hanno mostrato al pubblico il loro talento, la loro voglia di riscatto e di crescita.

Venerdì, 11 Maggio 2018 14:07

'Musicanti', anteprima tra la gente

 Promette di essere un "musical oltre il musical" l'opera teatrale "Musicanti" e per darne prova gli artisti hanno proposto uno spin off in strada. A Napoli, in piazza Santa Maria la Nova, centro storico della città, i protagonisti sì sono esibiti in "Musicanti 'mmiezzo 'a via". Una trentina di canzoni di Pino Daniele sono alla base della sceneggiatura del musical, un racconto della città di Napoli a partire dalle musiche, dai testi, dalle emozioni dell'artista partenopeo, scomparso agli inizi del 2015.
    E non è un caso che per l'anteprima in piazza, in attesa del debutto a Napoli il prossimo 7 dicembre, al Palapartenope, sia stata scelta piazza Santa Maria la Nova. È proprio lì, infatti, che l'artista ha vissuto e c'è una strada a lui intitolata.
    "Musicanti è un'opera prima con una grande mission - ha detto il produttore Sergio De Angelis - portare la musica del cantautore napoletano a confrontarsi con il linguaggio dell'opera teatrale".
   

Venerdì, 11 Maggio 2018 14:05

Droga negli slip per compagno detenuto

 Bloccata e arrestata mentre sta per introdurre droga in carcere. E' accaduto ad Ariano Irpino (Avellino) nei pressi della porta carraia della locale casa circondariale. I carabinieri hanno bloccata una 27enne del posto che si apprestava ad avere il colloquio settimanale con un parente detenuto. Nel corso della perquisizione, negli slip indossati dalla donna, sono stati trovati 30 grammi di hashish in una pellicola di cellophane occultati da caffè in polvere, per eludere eventuali controlli delle unità cinefile. La droga è stata sequestrata e per la donna è scattato l'arresto ai domiciliari. 

Venerdì, 11 Maggio 2018 14:00

Droga in centro accoglienza, un arresto

 Un giovane di 21 anni, di nazionalità gambiana, in attesa di ricevere lo status di rifugiato è stato arrestato dai carabinieri a Pietradefusi (Avellino). Nella stanza di un centro di accoglienza dove viveva, grazie anche all'uitlizzo del pastore antidroga Olly, i militari hanno scoperto hashish e marijuana nascosti sotto il materasso del letto. Nel corso della perquisizione, a conferma di una fiorente attività di spaccio, sono stati rinvenuti migliaia di bustine di cellophane, uno strumento per sminuzzare la sostanza stupefacente e altro materiale per il confezionamento delle dosi. Sequestrati anche 600 euro in contanti, ritenuti frutto dell'attività di spaccio. 

Venerdì, 11 Maggio 2018 13:59

Droga nel braciere, Ps arresta una donna

 Nascondeva droga e soldi, frutto della vendita delle dosi, in un braciere: la Polizia ha arrestato a Torre del Greco (Napoli) una donna di 59 anni, Mariarosaria Fildi, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
    A destare i sospetti dei poliziotti è stato l'insofferenza che la donna ha mostrato durante i controlli. A questo punto le forze dell'ordine hanno esteso le perquisizioni anche in un manufatto adiacente l'abitazione dove, in un braciere, hanno trovato quasi 100 grammi di hashish, un bilancino di precisione e 950 euro in contanti.

Pagina 1 di 90