Area stabiese

Area stabiese (11)

"È arrivato oggi il decreto regionale che certifica l’ammissione al finanziamento da 220mila euro per un punto di sbarco nel porto, per la cui copertura l’amministrazione comunale ha partecipato alla manifestazione di interesse della Regione Campania a valere sul Programma Operativo Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014-2020. Essere soggetti attivi alla partecipazione di bandi, manifestazioni e quant’altro utile al progredire della comunità è il segno di un’amministrazione viva e competitiva, che non si trincera nell’atavica inerzia delle 'retrovie amministrative' alla quale purtroppo nell’ultimo decennio ci si era rassegnati". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

 

"È ridicolo l’entusiasmo di quanti pretestuosamente esultano per questa presunta bocciatura del cofinanziamento ministeriale all’ente per la realizzazione del centro sportivo Giancarlo Siani". Così Fulvio Calì, assessore all'urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia.

"Evidentemente - prosegue l'assessore Calì - ancora una volta l’approssimata e superficiale conoscenza del procedimento e degli atti ha portato ad altrettanto frettolosa esternazione di giubilo per questo presunto insuccesso dell’ente. Va precisato, e purtroppo sono costretto a farlo, che partecipare ad un bando non significa affatto avere la certezza di risultarne aggiudicatario, né tantomeno collocarsi in graduatoria in posizione non utile all’ottenimento del finanziamento è indice di negativa valutazione della proposta progettuale e, quindi, di una conseguente bocciatura. E infatti, nel caso di specie, per la partecipazione al bando ministeriale 'Sport e Periferie 2018', il punteggio attribuito all’ente, pari a 53,50 punti, in ossequio ai criteri di selezione indicati al punto 8 del bando, è scaturito dalla somma degli oggettivi requisiti posseduti dall’amministrazione comunale, che hanno concorso alla formazione del punteggio. E non già dalla qualità della proposta progettuale.

Per quanto attiene il profilo economico della questione, - conclude l'assessore Calì - non si rende necessario alcun aiuto per una variazione di bilancio, atteso che 'i sogni' di cui al programma delle opere pubbliche sono stati tutti concretamente sostenuti da una copertura finanziaria. A tal fine, corre l’obbligo di ricordare per l’ennesima volta che l’ente ha anche in itinere, con il medesimo progetto, la partecipazione ad altro bando promosso dal Ministero dell’Interno (dipartimento di pubblica sicurezza) denominato 'Io Gioco Legale'. Proporre quindi l’ente a partecipazione di bandi sotto tutti i profili è indice di un esercizio virtuoso della pubblica amministrazione, che andrebbe apprezzato, sostenuto ed implementato da tutte le compagini politiche, senza dare adito a ridicole ed infruttuose strumentalizzazioni".

“Il centro sportivo Giancarlo Siani nel rione Cmi sarà un punto di riferimento per la periferia nord di Castellammare e sarà realizzato anche in assenza di fondi ministeriali, perché c’è la copertura finanziaria da parte dell’ente comunale”. Così Fulvio Calì, assessore all’urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia.

“Siamo riusciti a strappare una proroga - prosegue l’assessore Calì - per ambire all’accesso al finanziamento previsto dal ‘Piano di Azione Giovani Sicurezza e Legalità’, nel quadro dell’iniziativa denominata ‘Io Gioco Legale’ del Ministero dell’Interno, e per potenzialmente beneficiare del contributo massimo previsto pari a 500mila euro. I criteri di assegnazione, troppo restrittivi, del finanziamento previsto dal bando ‘Sport e Periferie 2018’, invece, non ci hanno consentito di rientrare tra i beneficiari, appena 241 a livello nazionale, ma questi fondi non sarebbero stati cumulabili ai precedenti.

E soltanto grazie all’attività posta in essere dall’amministrazione - conclude l’assessore Calì - siamo riusciti a recuperare un procedimento di partecipazione al bando ministeriale, praticamente perso a causa dei ritardi e degli errori commessi dai vecchi amministratori dell’ente, che hanno perso solo tempo. Invitiamo i consiglieri di opposizione ad evitare strumentalizzazioni e ad informarsi meglio: il centro sportivo Siani è parte integrante del piano triennale delle opere pubbliche e rappresenterà il principale luogo di aggregazione sociale all’interno del rione Cmi, valorizzando di fatto un intero quartiere che attraverso lo sport può acquisire un ruolo di primo piano in un contesto che per troppi anni è stato abbandonato all’incuria”.

"Agevolazioni per la sosta auto dei disabili, un esempio di civiltà che va nella direzione di un impegno sociale dell’amministrazione che sia mirato all’inclusione". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

"Ho accolto la proposta di Sabrina Di Gennaro, consigliere comunale del gruppo Solo Per Castellammare, - prosegue il sindaco Cimmino - e ho predisposto apposito atto di indirizzo al comandante della polizia municipale Alfonso Mercurio e all’assessore alla sicurezza Gianpaolo Scafarto, affinché la sosta a pagamento per i titolari di contrassegno per disabili sia limitata al pagamento della tariffa minima giornaliera consentita per le aree di sosta contrassegnate da segnaletica orizzontale di colore blu e libera per le aree di sosta riservate ai residenti contrassegnate con segnaletica orizzontale di colore giallo.

Il decreto del Presidente della Repubblica n. 151 del 30 luglio 2012 contiene le modifiche relative al regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo codice della strada, in materia di strutture, contrassegno e segnaletica per facilitare la mobilità delle persone invalide.

E a tal proposito, - conclude il sindaco Cimmino - abbiamo deciso di venire incontro alle esigenze delle fasce più deboli, proponendo una tariffa agevolata in luogo della tariffa piena per la sosta sulle strisce blu delle auto recanti il contrassegno per invalidi, al fine di consentire alle persone con disabilità di parcheggiare a breve distanza dai luoghi che intendono raggiungere".

Il 30 marzo 2019 esce il primo singolo del giovane artista stabiese Francesco Paolo Somma, in arte Tenth Man, intitolato “Just Try”. Dopo un lungo percorso artistico, iniziato tra le strade di Castellammare di Stabia, città dov’è nato Somma, e maturato tra i vicoli e gli odori oltremanica, in Inghilterra, sotto il cielo argentato di Londra, Francesco è pronto a mettersi in gioco e soprattutto a mettersi a nudo. L’obiettivo è fare ascoltare un brano scritto tutto d’un fiato incentrato sul tema della rivoluzione e rivalsa interiore, ma anche della depressione. Con lui, per la realizzazione della traccia un parterre di musicisti e professionisti internazionali.

Il brano fu scritto a Londra nel 2016 durante un periodo della mia vita che mi ha visto avvinghiarmi a poche cose come se fossero le uniche capaci a non farmi cadere nel vuoto – ha dichiarato Francesco Paolo Somma-. Conobbi questa persona, una persona che amai profondamente. Questa persona era in una gabbia simile alla mia, ma più stretta. Questa persona aveva paura di vivere. Aveva paura di agire. Una paura che presi a cuore, e per la quale scrissi ‘Just Try’, come anatema. Un inno alla rivoluzione dell’io.

La canzone nacque piano e voce in camera mia con un’impostazione più di supplica che di incitazione. Più lavoravo a quel brano, più vedevo le persone a cui facevo ascoltare il brano reagire in maniera catartica. Stare bene, era il ciclo finale di quel dolore tradotto in musica. Ho cercato di usare parole genuine, una metrica semplice ed un ritornello incisivo perché è un tema troppo grande e complesso, e di solito chi soffre di depressione o paura non è molto avvezzo alle parole quanto al loro suono, o meglio alla loro intensità”.

Insieme a Francesco Paolo Somma sono stati coinvolti nella realizzazione della traccia Alessandro Iannicelli alle batterie ed al missaggio, Adriano Balducci Moncada alla chitarra acustica, Teodoro Verdossi alla chitarra elettrica e ai synth, Flora Cavina al piano e ai cori, Edoardo Marcarini al basso e un coro di bambini, il Vpa Choir di Catherine Françoise.

 

Link YouTube del brano: https://www.youtube.com/watch?v=x0jjkkiKCjo

 

Ecco i canali per seguire Francesco Paolo Somma:

• ig: www.instagram.com/tenthmanofficial__
• yt: www.youtube.com/c/tenthmanofficial
• fb: www.facebook.com/TenthManX
• email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Stanislao Grazioso vince il prestigioso riconoscimento “Georges Giral Phd Award” relativo alle tesi innovative nell’ambito della robotica. L’annuncio è arrivato durante la kermesse che quest’anno si è tenuta a Bucarest. Lo studente di Castellammare di Stabia è stato premiato da una giuria di esperti europei che hanno deciso di consegnare al giovane l’edizione 2019 per la sua tesi di dottorato curata con l’aiuto dei professori Giuseppe Di Gironimo e Bruno Siciliano. E’ il secondo italiano capace di ottenere questo importante riconoscimento, l’ultimo ci è riuscito nel lontano 2002.

Grazioso, che ha svolto il dottorato presso la Federico II di Napoli, ha sviluppato il software SimSOFT che ha diversi campi di applicazione. In modo particolare ha lavorato alla creazione di bracci robotici continui e deformabili che potrebbero essere utili nell’ispezione di ambienti marini ma anche per raggiungere parti anatomiche del corpo umano con minimi livelli di invasività.

Lo stabiese sale così sul tetto d’Europa grazie ad un lavoro estremamente tecnico e preciso che ha dato lustro alla Federico II, fra le università fondatrici del premio. 

Sabato 12 gennaio alle ore 09:30 presso il Teatro Karol di Castellammare di Stabia si terrà l’evento “Primo Seminario Benessere Alcalino- Informati sull’acidosi metabolica”.

L’incontro organizzato dall’azienda SalvaBenessere in collaborazione con la Medical Division Acqua Sana è rivolto a medici ed a tutti i professionisti della salute.

Durante l’incontro interverranno il Dott. R. Favata, membro del Comitato Scientifico Associazione Vegani Italiani Onlus, specializzato in agricoltura bio-compatibile e in sicurezza e igiene alimentare, la Dott.ssa B. Tamma e la Dott.ssa M. Di Palma, biologhe nutrizioniste. Modera la Dott.ssa M. Mazzara, pediatra omotossitologa. Inoltre, verrà presentato da Angelo Abbattista il Progetto “Alkaline Zone”.

Una prima distinzione da fare è tra l’acqua normale, quella che beviamo comodamente dal rubinetto, e la stessa sostanza alcalina. La differenza sta nel Ph: l’alcalina ha un valore superiore a 7 in quanto soggetta a processi di ionizzazione.

Organizzatrice dell’evento la Dott.ssa V.Caruso che sottolinea l’importanza dell’acqua alcalina ed in particolare i suoi effetti sul nostro organismo: “L’acqua previene ed aiuta ad eliminare il bruciore allo stomaco, i dolori alle ossa, il mal di schiena, l'angina, l'emicrania, le coliti, l'asma, la pressione alta, l'ipertensione arteriosa e il diabete iniziale. La stessa aiuta ad abbassare il colesterolo e idrata l'organismo almeno 7 volte di più rispetto all'acqua imbottigliata”.

Partecipando all’evento, sarà possibile effettuare gratuitamente l’esame di Microscopia ematica.

 

Dopo questo evento, seguiranno altri incontri rivolti alla cittadinanza.

Al Teatro Karol un atto d’amore nei confronti di un panorama musicale italiano che tutto il mondo ci invidia. Finalmente Napoli riprende il ruolo di capitale. Sabato 15 dicembre alle ore 20:30 andrà in scena “Paese mio bello, l’Italia che cantava e canta”. Protagonisti di un concerto indimenticabile saranno Lello Giulivo, Gianni Lamagna, Patrizia Spinosi e Anna Spagnuolo, accompagnati dai maestri chitarristi Michele Bonè e Paolo Propoli.

“La città che ha dato i natali all'amato Raffaele Viviani, che omaggeremo come ci piace e come abbiamo sempre fatto. Vi aspettiamo. Belli, puntuali, silenziosi e con la voglia di ascoltarci. A sabato per abbracciarvi tutti”. Così gli artisti protagonisti di questo unico ed imperdibile evento che già ha registrato numerosi successi in diversi luoghi della Campania.

Dopo lo spettacolo del 15 dicembre, il viaggio musicale di “Notti di note” continuerà con altri imperdibili eventi.

Ecco il calendario completo degli artisti che si esibiranno sul palco del teatro Karol

Venerdì 21 dicembre: “Omm’e blues, twenty years later” con Sabato Romano, Sandro Coppola, Ciro Grieco, Francesco Nunziato

Venerdì 4 gennaio: Incanto Quartet in “L’opera incontra il pop” con Laura Celletti, Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Romana Tiddi

Venerdì 11 gennaio: “Scat’ Gatt’ Orchestra in concerto” con Daniele La Torre, Nico Sommese, Salvatore Torregrossa, Anna Rita Di Pace, Fernando Marozzi, Daniele De Santo, Luca Cioffi

Venerdì 1 febbraio: Dal Vesuvio all’Andalusia con Mario Maglione ed Espedito De Marino

Venerdì 22 febbraio: MB Concerti “Napolinjazz” con Marina Bruno, Peppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Paolo Pelella, Peppe La Pusata

Venerdì 1 marzo: Belle del 900 con Antonello Cascone e Marianna Corrado

Venerdì 22 marzo: “Note di viaggio, dieci anni dopo” con Gaemaria Palumbo

Venerdì 5 aprile: Michele Di Martino New Jazz Quartet in concert

Venerdì 12 aprile: Migrazioni Sonore “Fiore canta Viviani” con Fiorenza Calogero e Marcello Vitale

Domenica, 02 Dicembre 2018 09:06

Boom di download per Sicur App

Scritto da

Un successo clamoroso per Sicur e la sua app per la sicurezza delle persone. Sicur App in meno di una settimana ha raggiunto già 500 utenti. L’app che ha rivoluzionato il modo di sentirsi al sicuro e protetti durante la quotidianità e le situazioni pericolose ha già convinto centinaia di persone che hanno deciso di usufruire dell’applicazione. Un risultato ambizioso ed importante per un’iniziativa così importante per il territorio e la sicurezza dei suoi cittadini.

Meno di una settimana fa l’app è stata presentata al Teatro Supercinema di Castellammare di Stabia tra lo stupore e la fascinazione di molti presenti. Adesso non è più un sogno, Sicur App è attivabile da meno di una settimana su tutti gli store di dispositivi di telefonia-mobile.

Con l’applicazione “Mi accompagni” gli utenti saranno monitorati costantemente nei percorsi pericolosi e, con le altre funzioni, assistiti 24h su 24h da un team di esperti e professionisti del settore. Si tratta della sicurezza a portata di click che sta convincendo i cittadini che non si sentiranno più soli.

Alla riscoperta del pianeta Viviani a centoventi anni di distanza dalla sua nascita.
La rassegna “Notti di note” continua sabato primo dicembre con l’associazione Luna Nuova e lo spettacolo “L’arte mia, nun t’ ‘a ‘mparà”.
Sul palco del Teatro Karol di Castellammare nove attori/cantanti e due musicisti condurranno il pubblico in un suggestivo viaggio nel mondo poetico di Raffaele Viviani.
I "tipi" del commediografo stabiese prenderanno vita sotto gli occhi degli spettatori, accompagnati e sostenuti dalle sue musiche.
In scena ci saranno: Vincenzo Spinelli, Gianluigi Esposito, Olimpia La Padula, Filomena D’Aniello, Maria Romano, Tina Esposito, Alfio Del Forno, Enzo Del Forno, Gianluca D’Antuono. Le musiche sono a cura di Salvatore Torregrossa e Antonio Suarato.
Posti numerati: costo del biglietto 10 euro.
La prevendita si effettua il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19 e il martedì e giovedì dalle 10 alle 12 al botteghino del Teatro Karol, via Allende 24, Castellammare di Stabia.
Prossimo appuntamento sabato 15 dicembre con “Paese mio bello”, in scena Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi, Gianni Lamagna e Lello Giulivo.

 

Ecco il calendario completo degli artisti che si esibiranno sul palco del Teatro Karol:

 

Sabato 1 dicembre: Associazione Luna Nova in “L’arte mia, nun t’ ‘a ‘mparà” con Gianluigi Esposito, Enzo Spinelli, Olimpia La Padula

 Sabato 15 dicembre: “Paese mio bello. L’Italia che cantava e canta” con Lello Giulivo Gianni Lamagna, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi

Venerdì 21 dicembre: “Omm’e blues, twenty years later” con Sabato Romano, Sandro Coppola, Ciro Grieco, Francesco Nunziato

Venerdì 4 gennaio: Incanto Quartet in “L’opera incontra il pop” con Laura Celletti, Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Romana Tiddi

Venerdì 11 gennaio: “Scat’ Gatt’ Orchestra in concerto” con Daniele La Torre, Nico Sommese, Salvatore Torregrossa, Anna Rita Di Pace, Fernando Marozzi, Daniele De Santo, Luca Cioffi

Venerdì 1 febbraio: Dal Vesuvio all’Andalusia con Mario Maglione ed Espedito De Marino

Venerdì 22 febbraio: MB Concerti “Napolinjazz” con Marina Bruno, Peppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Paolo Pelella, Peppe La Pusata

Venerdì 1 marzo: Belle del 900 con Antonello Cascone e Marianna Corrado

Venerdì 22 marzo: “Note di viaggio, dieci anni dopo” con Gaemaria Palumbo

Venerdì 5 aprile: Michele Di Martino New Jazz Quartet in concert

Venerdì 12 aprile: Migrazioni Sonore “Fiore canta Viviani” con Fiorenza Calogero e Marcello Vitale

Martedì, 27 Novembre 2018 10:32

Al Teatro Supercinema il lancio di Sicur App

Scritto da

SicurApp è ufficialmente online. Con la presentazione presso il teatro Supercinema ieri è stata lanciata sul mercato l’app che permette ad ogni cittadino di sentirsi al sicuro ed aiutato. Non solo per i ragazzi, ma per tutte le persone che nella vita di tutti i giorni si trovano a dover percorrere, per lavoro o semplicemente per una commissione, strade isolate e buie dove non è difficile incontrare malintenzionati. Con un avviso alla stazione centrale si chiede aiuto o semplicemente un accompagnamento virtuale verso casa. In caso di pericolo un team disposizione 24h su 24h avvertirà le forze dell’ordine. Non è tutto: Secret, l’azienda che ha lanciato Sicur App, ha pensato anche alla salute dei suoi clienti, integrando una funzione capace di mobilitare i servizi sanitari, qualora l’utente lanciasse l’allarme per un malore o per un incidente. Insomma, un progetto rivoluzionario a portata di click, utilizzabile in qualsiasi momento e per ogni pericolo.

 

Come funziona il servizio?

Un app facile e veloce, con una grafica intuitiva e comprensibile, per ogni fascia d’età, permetterà al cliente di connettersi prontamente con una centrale operativa e due utenti segnalati durante la fase di registrazione. Una volta dato l’allarme, la segnalazione contenente la posizione dell’utente viene inoltrata non solo alla sede operativa, ma anche ai due “numeri fidati” indicati. Subito dopo il procurato allarme, dalla sede ci si occuperà di monitorare costantemente gli spostamenti del cliente in pericolo e del suo stato. In caso d’emergenza la segnalazione verrà trasmessa con celerità alle forze dell’ordine e l’ospedale.  

Come funziona il software? 

Il software si occupa di gestire tutte le operazioni necessarie per far partire una segnalazione ed indirizzarla verso il centro di controllo che elabora le concrete e reali richieste ed avvia la procedura per la risoluzione del problema tempestivamente, praticamente nel minor tempo possibile.

Anche se il monitoraggio dell’individuo è costante, Sicur App rispetta a pieno la privacy e garantisce in qualsiasi situazione al cliente la tranquillità e la sicurezza. Infatti, con la politica “Always connected” il controllo del cittadino è incessante, anche in condizioni precarie, utilizzando connessioni di ultima generazione e sfruttando ogni tipo di comunicazione.

La comunicazione tra il cliente ed il server avviene utilizzando l’architettura Three-Tier, istanza dell’architettura client-server. I vantaggi di questo tipo di architettura sono quelli di rendere indipendente il client dalle problematiche di accesso ai dati e di centralizzare tutto il software di gestione del database in un modulo appropriato. Questo permette all’interno del sistema una facile e semplice manutenibilità e l’aggiornabilità del software.