Un patto tra Comuni, lidi e associazioni per l’inclusione sociale. È stato firmato oggi il protocollo d’intesa tra il Comune di Castellammare di Stabia, il Comune di Santa Maria la Carità, il Forum delle Associazioni Familiari della Campania e i gestori dei lidi Bagno Elena, Bagno Conte e Famous Beach per l’adeguamento degli stabilimenti balneari all’accesso dei disabili, alla presenza di una rappresentanza di genitori di diversamente abili.

Il Comune di Castellammare, in particolare, con il seguente protocollo d’intesa si impegna a mettere a disposizione 3 persone del servizio civile nazionale per l’assistenza ed il trasporto dei disabili dal 1 luglio fino al 15 settembre 2019, al fine di garantire l’accessibilità nei tre lidi aderenti al protocollo e nella spiaggia libera La Palombara. Gli operatori del servizio civile saranno indirizzati unicamente all’assistenza sui lidi e al sostegno nel trasporto dall’abitazione del disabile al lido scelto dallo stesso. Tale protocollo resta aperto anche ai Comuni limitrofi intenzionati ad aderire all’iniziativa.

"Un tavolo tecnico permanente per Fincantieri. Questa è la richiesta che ho rivolto al Ministro Luigi Di Maio, al governatore regionale Vincenzo De Luca, al presidente dell’Autorità Portuale Pietro Spirito e all’amministratore delegato Fincantieri Giuseppe Bono". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

"Ora è il momento di unire ulteriormente le forze e cooperare - prosegue il sindaco Cimmino - per garantire serenità a centinaia di famiglie e per imprimere una svolta decisa ad un polo industriale che merita un piano di rilancio all’altezza della sua storia e del suo impatto per il territorio e per tutto il Meridione".

"È arrivato oggi il decreto regionale che certifica l’ammissione al finanziamento da 220mila euro per un punto di sbarco nel porto, per la cui copertura l’amministrazione comunale ha partecipato alla manifestazione di interesse della Regione Campania a valere sul Programma Operativo Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014-2020. Essere soggetti attivi alla partecipazione di bandi, manifestazioni e quant’altro utile al progredire della comunità è il segno di un’amministrazione viva e competitiva, che non si trincera nell’atavica inerzia delle 'retrovie amministrative' alla quale purtroppo nell’ultimo decennio ci si era rassegnati". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

 

"È ridicolo l’entusiasmo di quanti pretestuosamente esultano per questa presunta bocciatura del cofinanziamento ministeriale all’ente per la realizzazione del centro sportivo Giancarlo Siani". Così Fulvio Calì, assessore all'urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia.

"Evidentemente - prosegue l'assessore Calì - ancora una volta l’approssimata e superficiale conoscenza del procedimento e degli atti ha portato ad altrettanto frettolosa esternazione di giubilo per questo presunto insuccesso dell’ente. Va precisato, e purtroppo sono costretto a farlo, che partecipare ad un bando non significa affatto avere la certezza di risultarne aggiudicatario, né tantomeno collocarsi in graduatoria in posizione non utile all’ottenimento del finanziamento è indice di negativa valutazione della proposta progettuale e, quindi, di una conseguente bocciatura. E infatti, nel caso di specie, per la partecipazione al bando ministeriale 'Sport e Periferie 2018', il punteggio attribuito all’ente, pari a 53,50 punti, in ossequio ai criteri di selezione indicati al punto 8 del bando, è scaturito dalla somma degli oggettivi requisiti posseduti dall’amministrazione comunale, che hanno concorso alla formazione del punteggio. E non già dalla qualità della proposta progettuale.

Per quanto attiene il profilo economico della questione, - conclude l'assessore Calì - non si rende necessario alcun aiuto per una variazione di bilancio, atteso che 'i sogni' di cui al programma delle opere pubbliche sono stati tutti concretamente sostenuti da una copertura finanziaria. A tal fine, corre l’obbligo di ricordare per l’ennesima volta che l’ente ha anche in itinere, con il medesimo progetto, la partecipazione ad altro bando promosso dal Ministero dell’Interno (dipartimento di pubblica sicurezza) denominato 'Io Gioco Legale'. Proporre quindi l’ente a partecipazione di bandi sotto tutti i profili è indice di un esercizio virtuoso della pubblica amministrazione, che andrebbe apprezzato, sostenuto ed implementato da tutte le compagini politiche, senza dare adito a ridicole ed infruttuose strumentalizzazioni".

“Il centro sportivo Giancarlo Siani nel rione Cmi sarà un punto di riferimento per la periferia nord di Castellammare e sarà realizzato anche in assenza di fondi ministeriali, perché c’è la copertura finanziaria da parte dell’ente comunale”. Così Fulvio Calì, assessore all’urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia.

“Siamo riusciti a strappare una proroga - prosegue l’assessore Calì - per ambire all’accesso al finanziamento previsto dal ‘Piano di Azione Giovani Sicurezza e Legalità’, nel quadro dell’iniziativa denominata ‘Io Gioco Legale’ del Ministero dell’Interno, e per potenzialmente beneficiare del contributo massimo previsto pari a 500mila euro. I criteri di assegnazione, troppo restrittivi, del finanziamento previsto dal bando ‘Sport e Periferie 2018’, invece, non ci hanno consentito di rientrare tra i beneficiari, appena 241 a livello nazionale, ma questi fondi non sarebbero stati cumulabili ai precedenti.

E soltanto grazie all’attività posta in essere dall’amministrazione - conclude l’assessore Calì - siamo riusciti a recuperare un procedimento di partecipazione al bando ministeriale, praticamente perso a causa dei ritardi e degli errori commessi dai vecchi amministratori dell’ente, che hanno perso solo tempo. Invitiamo i consiglieri di opposizione ad evitare strumentalizzazioni e ad informarsi meglio: il centro sportivo Siani è parte integrante del piano triennale delle opere pubbliche e rappresenterà il principale luogo di aggregazione sociale all’interno del rione Cmi, valorizzando di fatto un intero quartiere che attraverso lo sport può acquisire un ruolo di primo piano in un contesto che per troppi anni è stato abbandonato all’incuria”.

"Agevolazioni per la sosta auto dei disabili, un esempio di civiltà che va nella direzione di un impegno sociale dell’amministrazione che sia mirato all’inclusione". Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

"Ho accolto la proposta di Sabrina Di Gennaro, consigliere comunale del gruppo Solo Per Castellammare, - prosegue il sindaco Cimmino - e ho predisposto apposito atto di indirizzo al comandante della polizia municipale Alfonso Mercurio e all’assessore alla sicurezza Gianpaolo Scafarto, affinché la sosta a pagamento per i titolari di contrassegno per disabili sia limitata al pagamento della tariffa minima giornaliera consentita per le aree di sosta contrassegnate da segnaletica orizzontale di colore blu e libera per le aree di sosta riservate ai residenti contrassegnate con segnaletica orizzontale di colore giallo.

Il decreto del Presidente della Repubblica n. 151 del 30 luglio 2012 contiene le modifiche relative al regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo codice della strada, in materia di strutture, contrassegno e segnaletica per facilitare la mobilità delle persone invalide.

E a tal proposito, - conclude il sindaco Cimmino - abbiamo deciso di venire incontro alle esigenze delle fasce più deboli, proponendo una tariffa agevolata in luogo della tariffa piena per la sosta sulle strisce blu delle auto recanti il contrassegno per invalidi, al fine di consentire alle persone con disabilità di parcheggiare a breve distanza dai luoghi che intendono raggiungere".

Il 30 marzo 2019 esce il primo singolo del giovane artista stabiese Francesco Paolo Somma, in arte Tenth Man, intitolato “Just Try”. Dopo un lungo percorso artistico, iniziato tra le strade di Castellammare di Stabia, città dov’è nato Somma, e maturato tra i vicoli e gli odori oltremanica, in Inghilterra, sotto il cielo argentato di Londra, Francesco è pronto a mettersi in gioco e soprattutto a mettersi a nudo. L’obiettivo è fare ascoltare un brano scritto tutto d’un fiato incentrato sul tema della rivoluzione e rivalsa interiore, ma anche della depressione. Con lui, per la realizzazione della traccia un parterre di musicisti e professionisti internazionali.

Il brano fu scritto a Londra nel 2016 durante un periodo della mia vita che mi ha visto avvinghiarmi a poche cose come se fossero le uniche capaci a non farmi cadere nel vuoto – ha dichiarato Francesco Paolo Somma-. Conobbi questa persona, una persona che amai profondamente. Questa persona era in una gabbia simile alla mia, ma più stretta. Questa persona aveva paura di vivere. Aveva paura di agire. Una paura che presi a cuore, e per la quale scrissi ‘Just Try’, come anatema. Un inno alla rivoluzione dell’io.

La canzone nacque piano e voce in camera mia con un’impostazione più di supplica che di incitazione. Più lavoravo a quel brano, più vedevo le persone a cui facevo ascoltare il brano reagire in maniera catartica. Stare bene, era il ciclo finale di quel dolore tradotto in musica. Ho cercato di usare parole genuine, una metrica semplice ed un ritornello incisivo perché è un tema troppo grande e complesso, e di solito chi soffre di depressione o paura non è molto avvezzo alle parole quanto al loro suono, o meglio alla loro intensità”.

Insieme a Francesco Paolo Somma sono stati coinvolti nella realizzazione della traccia Alessandro Iannicelli alle batterie ed al missaggio, Adriano Balducci Moncada alla chitarra acustica, Teodoro Verdossi alla chitarra elettrica e ai synth, Flora Cavina al piano e ai cori, Edoardo Marcarini al basso e un coro di bambini, il Vpa Choir di Catherine Françoise.

 

Link YouTube del brano: https://www.youtube.com/watch?v=x0jjkkiKCjo

 

Ecco i canali per seguire Francesco Paolo Somma:

• ig: www.instagram.com/tenthmanofficial__
• yt: www.youtube.com/c/tenthmanofficial
• fb: www.facebook.com/TenthManX
• email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Stanislao Grazioso vince il prestigioso riconoscimento “Georges Giral Phd Award” relativo alle tesi innovative nell’ambito della robotica. L’annuncio è arrivato durante la kermesse che quest’anno si è tenuta a Bucarest. Lo studente di Castellammare di Stabia è stato premiato da una giuria di esperti europei che hanno deciso di consegnare al giovane l’edizione 2019 per la sua tesi di dottorato curata con l’aiuto dei professori Giuseppe Di Gironimo e Bruno Siciliano. E’ il secondo italiano capace di ottenere questo importante riconoscimento, l’ultimo ci è riuscito nel lontano 2002.

Grazioso, che ha svolto il dottorato presso la Federico II di Napoli, ha sviluppato il software SimSOFT che ha diversi campi di applicazione. In modo particolare ha lavorato alla creazione di bracci robotici continui e deformabili che potrebbero essere utili nell’ispezione di ambienti marini ma anche per raggiungere parti anatomiche del corpo umano con minimi livelli di invasività.

Lo stabiese sale così sul tetto d’Europa grazie ad un lavoro estremamente tecnico e preciso che ha dato lustro alla Federico II, fra le università fondatrici del premio. 

Saranno presentati sabato pomeriggio alle 17.30 presso la sala consiliare del comune di Meta di Sorrento i due i nuovi indirizzi didattici che, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, amplieranno l’offerta dell’Istituto Marconi-Galilei, prezioso punto di riferimento per la crescita del territorio. Il corso “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale” attivato nei plessi di Vico Equense e di Torre Annunziata, quello per “Allievo Ufficiale elettrotecnico” partirà solo nell’istituto sito in via Roma - Traversa Siano.

 

“Abbiamo deciso di introdurre, affiancandoli agli indirizzi canonici, questi due nuovi percorsi formativi con la convinzione che questo sforzo si traduca nella possibilità di poter beneficiare di maggiori opportunità occupazionali” dice la dirigente Pasqua Cappiello, da appena quattro mesi alla guida dell’Istituto di Istruzione Statale e animatrice dell’iniziativa. “Offrire nuove chance ai nostri ragazzi è un dovere ed è una scommessa che vogliamo vincere a tutti i costi con strumenti qualificati. Un motivo di orgoglio per me e per l’intero collegio dei docenti che ha creduto fin dal primo momento in questa possibilità”.

 

Ascolto del territorio e confronto quotidiano con le associazioni, le aziende, i sindaci e le istituzioni in generale sono stati i preziosi alleati per comprendere le priorità e le esigenze di ragazzi spesso demotivati dal deserto di opportunità. Un sentimento che in molti casi incide anche sulla decisione di abbandonare gli studi. “Se la formazione scolastica non ha ricadute pratiche - continua la Cappiello - il rischio, in territori come questo, è che la frustrazione aumenti e diplomarsi venga percepito come uno sforzo inutile. L’istituzione di questi due corsi, strettamente collegati alla dimensione lavorativa, va esattamente nella direzione opposta. L’iscrizione è facoltativa. Chi vuole potrà scegliere il percorso canonico”.

 

Le possibili ricadute occupazionali rappresentano infatti l’aspetto determinante in questa nuova offerta formativa. Il percorso Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale per esempio, prova a soddisfare le esigenze di un territorio afflitto da carenze sociali non trascurabili. E che necessita di figure professionali di alto profilo, adeguatamente formate e capaci di incidere concretamente nella vita delle persone. “Investire su ragazzi che conoscono bene questi disagi, perché li hanno vissuti in prima persona o magari ne sono stati solo testimoni, consegnando nelle loro mani le chiavi per costruire un futuro migliore con il lavoro, rappresenta secondo noi la formula vincente contro dispersione scolastica e disoccupazione”.

 

Lo stesso discorso vale per il percorso Allievo Ufficiale elettrotecnico di Bordo. “In questo caso proveremo a sfruttare un vuoto che c’è nell’ambito della formazione. Questa figura è molto richiesta, in particolare da armatori e compagnie di navigazione, che non trovano risorse adeguatamente formate. La qualità del nostro personale docente e la normativa del Ministero dei Trasporti, ci consentono di iniziare questo percorso didattico di grande spessore”. Chi sceglierà di iscriversi a questo corso acquisirà competenze specifiche in ambito navale attestate da un documento ufficiale rilasciato dalla scuola. Un percorso didattico costruito secondo la metodologia della flipped class, che non prevede lezioni frontali durante le ore scolastiche, ma che grazie all’ampio utilizzo di soluzioni tecnologiche (come le registrazioni da vedere e studiare a casa), a scuola prevede solo lo svolgimento di esercitazioni pratiche.

L’attivismo del Marconi Galilei si concretizza anche in altre attività alcune delle quali, come lo stage all’estero per gli studenti previsto dai programmi Pon, verranno riproposte dopo alcuni anni di stop. Il corso post diploma di Istituto Tecnico Superiore della durata di due anni è poi un vero e proprio fiore all’occhiello. Nell’arco del primo anno dal conseguimento del diploma il tasso di occupazione è del 75%. Risultati possibili solo grazie allo stretto rapporto che esiste con il tessuto imprenditoriale del territorio visto che parte dei docenti arriva proprio dal mondo delle imprese. La collaborazione con i docenti interni è quindi importantissima per adottare le giuste soluzioni.

Sabato 12 gennaio alle ore 09:30 presso il Teatro Karol di Castellammare di Stabia si terrà l’evento “Primo Seminario Benessere Alcalino- Informati sull’acidosi metabolica”.

L’incontro organizzato dall’azienda SalvaBenessere in collaborazione con la Medical Division Acqua Sana è rivolto a medici ed a tutti i professionisti della salute.

Durante l’incontro interverranno il Dott. R. Favata, membro del Comitato Scientifico Associazione Vegani Italiani Onlus, specializzato in agricoltura bio-compatibile e in sicurezza e igiene alimentare, la Dott.ssa B. Tamma e la Dott.ssa M. Di Palma, biologhe nutrizioniste. Modera la Dott.ssa M. Mazzara, pediatra omotossitologa. Inoltre, verrà presentato da Angelo Abbattista il Progetto “Alkaline Zone”.

Una prima distinzione da fare è tra l’acqua normale, quella che beviamo comodamente dal rubinetto, e la stessa sostanza alcalina. La differenza sta nel Ph: l’alcalina ha un valore superiore a 7 in quanto soggetta a processi di ionizzazione.

Organizzatrice dell’evento la Dott.ssa V.Caruso che sottolinea l’importanza dell’acqua alcalina ed in particolare i suoi effetti sul nostro organismo: “L’acqua previene ed aiuta ad eliminare il bruciore allo stomaco, i dolori alle ossa, il mal di schiena, l'angina, l'emicrania, le coliti, l'asma, la pressione alta, l'ipertensione arteriosa e il diabete iniziale. La stessa aiuta ad abbassare il colesterolo e idrata l'organismo almeno 7 volte di più rispetto all'acqua imbottigliata”.

Partecipando all’evento, sarà possibile effettuare gratuitamente l’esame di Microscopia ematica.

 

Dopo questo evento, seguiranno altri incontri rivolti alla cittadinanza.

Giovedì, 10 Gennaio 2019 12:29

Accademia di Democrazia a Vico Equense

Scritto da

Due giorni intensi per conoscere, ascoltare ma soprattutto interagire con politici, esperti, giornalisti e Derrick De Kerckhove.  L’Accademia di democrazia è un’ iniziativa di Media Duemila e demoskopika che coinvolge  noti mentor, spin doctor, giornalisti e sindaci. Lo scopo è riunire allievi e allieve che vogliono emergere potenziando l’uso dei media, le abilità nella raccolta fondi e nell’ organizzazioni di campagne elettorali, competenze nella gestione della comunicazione e tutto quanto serve a gestire processi decisionali complessi e cioè l’oggi.

Questo Weekend, dedicato alla formazione e al networking,  vuole essere il primo passo per la creazione di un centro di formazione continua per la classe dirigente odierna e prossima ventura, ma soprattutto l’Agorà che crea la scintilla alla base  del fuoco culturale indispensabile alla crescita territoriale.

All’iniziativa hanno aderito amministratori pubblici, fra questi il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore,  il vicesindaco di Lecce Alessandro delli Noci, comunicatori politici come Raffaele Rio, Eugenio iorio, Milly Tucci, Lello Savonardo. Grandi giornalisti quale è Claudio Brachino e Derrick de Kerckhove: “ Dal Fuoco culturale di questa comunità che si riunisce a Vico Equense il 22 e il 23 febbraio – spiega – nascerà il manifesto per la felicità urbana,   senza la quale nessun territorio può dirsi paese”. 

Raffaele Rio, presidente demoskopea, con  alle spalle numerose campagne elettorali  ha un’opinione precisa: “La conoscenza economica e sociale del territorio, i principali indicatori demo-sociali (occupazione, disoccupazione, consumi delle famiglie, disagio economico, welfare) sono i pilastri delle nuove leadership per favorire la corretta e giusta partecipazione politica. Invito, dunque, all’iscrizione,  perché insieme faremo la differenza  e soprattutto un paese differente.>> 

Per Maria Pia Rossignaud, direttrice di Media Duemila e vicepresidente dell’Osservatorio TuttiMedia : “Tutti coloro che scelgono di stare con noi, a prescindere dal ruolo,  sono  le persone che fanno la differenza,  personalità politecniche e visionarie. L’ algoritmo sostituirà il politico? La trasparenza è un bene o il male assoluto? Chi governerà il mondo? Secondo me è meglio programmarlo insieme il mondo:”

Milly Tucci coordinatrice del corso e anima dell’iniziativa, con più di  70 campagne elettorali seguite,  supervisor della scuola di creatività  di Lecce,  dell’area governance di iassp e  di numerosi master universitari invita a non essere vittime degli slogan: “Combattere per la meritocrazia è possibile attraverso l’autoarruolamento.  Come si legge ne La bellezza delle persone Buone: la classe dirigente esistente tenderebbe sempre ad arruolare una classe dirigente peggiore o simile a  se stessa non al Cambiamento. …Allora se pensate di avere dei doni da mettere Al Servizio del paese e volete cambiare il Paese autoarruolatevi per Essere nel Prossimo futuro I nuovi leader”.

Appuntamento il 22 E 23 FEBBRAIO PRESSO HOTEL AEQUA (Vico Equense Napoli).

Una giovane paziente affetta da un’anomalia cardiaca congenita, definita forame ovale pervio, per la quale la parte destra del cuore comunica con la parte sinistra, è stata sottoposta ad un intervento di altissima specializzazione.

Un’anomalia che nel 40-50% dei pazienti può portare al passaggio di micro emboli nella parte sinistra del cuore con il rischio di attacchi ischemici transitori (TIA) o ictus cerebri, prima causa di disabilità al mondo per patologie.

La giovane paziente, già più volte ricoverata per TIA e per un episodio di ictus cerebrale, dopo una attenta valutazione clinico strumentale da parte dei medici del reparto di neurologia dell'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, è stata sottoposta ad intervento chirurgico presso la cardiologia dell'ospedale di Nola diretta dal dottor Luigi Caliendo.

La delicata operazione, condotta dal dottor Attilio Varricchio e dal dottor Gennaro Maresca (coadiuvati dagli infermieri Cianci e Marotta), è stata eseguita nel laboratorio di emodinamica.

Alla paziente, sveglia, è stato applicato un dispositivo in metallo che sigilla completamente il forame aderendo come un doppio ombrello ai due lati del setto interatriale. II posizionamento del device a stato reso possibile grazie all’utilizzo di una tecnologia di ultima generazione, sonda di ecografia intracardiaca, che permette il posizionamento millimetrico del doppio ombrellino. La signora dopo l'intervento a stata inviata presso la terapia intensiva cardiologia per una breve osservazione e dimessa dopo sole 24 ore.

Un intervento reso possibile dalle molteplici professionalità dell'Asl Na 3 Sud che lavorano in modo sinergico.

“Fatalità”. È il titolo del primo album dei Lava ‘e Sound. E fatali sono gli eventi che hanno portato dei ragazzi di Torre Annunziata a fondare la band che da tre anni calca i palchi di tutta la Campania.

 

“La fatalità è la scusa delle anime senza volontà”: la citazione dello scrittore Romain Rolland racchiude per Francesco Roviello (voce), Igor Di Martino (chitarra), Girolamo Scarpa (basso) e Claudio Sannino (batteria) il senso della loro fatica discografica. “Sono passati quattro anni da quando io e Girolamo ci incontrammo per caso sulla spiaggia dell’Oncino, a Torre Annunziata. Era lì a suonare. Due chiacchiere, poi lo accompagnai con la voce, per scherzo. Una fatalità. Tempo dopo feci un provino con Igor, un maestro.” A raccontarlo lo stesso frontman Roviello, che precisa: “Di lì in avanti non è stata più fortuna. Abbiamo cambiato diversi batteristi, fino all’incontro con Claudio. C’è voluta tanta forza di volontà per portare avanti un progetto senza soldi, produttori. Solo noi e la nostra musica siamo riusciti a conquistare la fiducia di gestori dei locali e pubblico. E con caparbietà abbiamo portato avanti le nostre scelte musicali. Nei nostri live, in controtendenza rispetto alle nuove mode di trap ed elettronica, proponiamo arrangiamenti di pilastri del Neapolitan Power: Enzo Avitabile, Pino Daniele, James Senese, ma anche Almamegretta, Vinicio Capossela. Nello stesso ‘potere’ affondano le nostre radici che suoniamo nei pezzi, portandoci un’altra grande soddisfazione: la partecipazione al Festival di Napoli ‘New Generation’ con l’esibizione al Teatro Politeama, che ci ha visti tra i primi dieci su quarantacinque finalisti.”. Non lasciano nulla al caso i Lava ‘e Sound. Così lo squarcio azzurro rappresentato sulla copertina del disco “rappresenta la fatalità che crea nuove dimensioni, possibilità. Come è successo a noi.”, conclude Roviello.

 

Anticipato a giugno dal singolo “Pierdete pe’ Napule”, l’album è stato pubblicato su tutti gli store digitali. Il secondo estratto “Anima Nuova”, scritto da Giusy Sacco, è prodotto e arrangiato dalla band torrese. La regia del videoclip è di Gaetano Acunzo, che ha già firmato le riprese primo brano. Non sono mancate collaborazioni con altri artisti. In “Vivi” e “Sciore Bello” è presente il pianoforte di Arsenio Corsaro, mentre proprio in “Pierdete pe’ Napule” si sente il violino di Angela Cirillo.

 

Con i testi di Gianluca Iovino, gli otto inediti di “Fatalità” sono interamente prodotti, musicati e arrangiati dai Lava ‘e Sound. Le registrazioni sono avvenute tra gli studi JazzLab e Artistika Recording, con mixaggio e master di Graziano Donadona. Le grafiche, invece, sono state realizzate da Nunzio Cirillo.

 

Ad ospitare la presentazione del progetto discografico una location di tutto rispetto. Il 28 dicembre “Fatalità” debutterà allo Spazio NEA, in via Costantinopoli, nel centro storico napoletano. 

 

Altri live sono in programma per il mese di dicembre. Sabato 22 il gruppo suonerà all’enoteca Baccanera, in via IV Novembre a Castellammare di Stabia. Il 31 alle 14, invece, i Lava ‘e Sound si esibiranno nella loro Torre Annunziata durante i tradizionali festeggiamenti di fine anno, al circolo Mediterraneo in via Gino Alfani. 

Al Teatro Karol un atto d’amore nei confronti di un panorama musicale italiano che tutto il mondo ci invidia. Finalmente Napoli riprende il ruolo di capitale. Sabato 15 dicembre alle ore 20:30 andrà in scena “Paese mio bello, l’Italia che cantava e canta”. Protagonisti di un concerto indimenticabile saranno Lello Giulivo, Gianni Lamagna, Patrizia Spinosi e Anna Spagnuolo, accompagnati dai maestri chitarristi Michele Bonè e Paolo Propoli.

“La città che ha dato i natali all'amato Raffaele Viviani, che omaggeremo come ci piace e come abbiamo sempre fatto. Vi aspettiamo. Belli, puntuali, silenziosi e con la voglia di ascoltarci. A sabato per abbracciarvi tutti”. Così gli artisti protagonisti di questo unico ed imperdibile evento che già ha registrato numerosi successi in diversi luoghi della Campania.

Dopo lo spettacolo del 15 dicembre, il viaggio musicale di “Notti di note” continuerà con altri imperdibili eventi.

Ecco il calendario completo degli artisti che si esibiranno sul palco del teatro Karol

Venerdì 21 dicembre: “Omm’e blues, twenty years later” con Sabato Romano, Sandro Coppola, Ciro Grieco, Francesco Nunziato

Venerdì 4 gennaio: Incanto Quartet in “L’opera incontra il pop” con Laura Celletti, Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Romana Tiddi

Venerdì 11 gennaio: “Scat’ Gatt’ Orchestra in concerto” con Daniele La Torre, Nico Sommese, Salvatore Torregrossa, Anna Rita Di Pace, Fernando Marozzi, Daniele De Santo, Luca Cioffi

Venerdì 1 febbraio: Dal Vesuvio all’Andalusia con Mario Maglione ed Espedito De Marino

Venerdì 22 febbraio: MB Concerti “Napolinjazz” con Marina Bruno, Peppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Paolo Pelella, Peppe La Pusata

Venerdì 1 marzo: Belle del 900 con Antonello Cascone e Marianna Corrado

Venerdì 22 marzo: “Note di viaggio, dieci anni dopo” con Gaemaria Palumbo

Venerdì 5 aprile: Michele Di Martino New Jazz Quartet in concert

Venerdì 12 aprile: Migrazioni Sonore “Fiore canta Viviani” con Fiorenza Calogero e Marcello Vitale

Domenica, 02 Dicembre 2018 09:06

Boom di download per Sicur App

Scritto da

Un successo clamoroso per Sicur e la sua app per la sicurezza delle persone. Sicur App in meno di una settimana ha raggiunto già 500 utenti. L’app che ha rivoluzionato il modo di sentirsi al sicuro e protetti durante la quotidianità e le situazioni pericolose ha già convinto centinaia di persone che hanno deciso di usufruire dell’applicazione. Un risultato ambizioso ed importante per un’iniziativa così importante per il territorio e la sicurezza dei suoi cittadini.

Meno di una settimana fa l’app è stata presentata al Teatro Supercinema di Castellammare di Stabia tra lo stupore e la fascinazione di molti presenti. Adesso non è più un sogno, Sicur App è attivabile da meno di una settimana su tutti gli store di dispositivi di telefonia-mobile.

Con l’applicazione “Mi accompagni” gli utenti saranno monitorati costantemente nei percorsi pericolosi e, con le altre funzioni, assistiti 24h su 24h da un team di esperti e professionisti del settore. Si tratta della sicurezza a portata di click che sta convincendo i cittadini che non si sentiranno più soli.

Alla riscoperta del pianeta Viviani a centoventi anni di distanza dalla sua nascita.
La rassegna “Notti di note” continua sabato primo dicembre con l’associazione Luna Nuova e lo spettacolo “L’arte mia, nun t’ ‘a ‘mparà”.
Sul palco del Teatro Karol di Castellammare nove attori/cantanti e due musicisti condurranno il pubblico in un suggestivo viaggio nel mondo poetico di Raffaele Viviani.
I "tipi" del commediografo stabiese prenderanno vita sotto gli occhi degli spettatori, accompagnati e sostenuti dalle sue musiche.
In scena ci saranno: Vincenzo Spinelli, Gianluigi Esposito, Olimpia La Padula, Filomena D’Aniello, Maria Romano, Tina Esposito, Alfio Del Forno, Enzo Del Forno, Gianluca D’Antuono. Le musiche sono a cura di Salvatore Torregrossa e Antonio Suarato.
Posti numerati: costo del biglietto 10 euro.
La prevendita si effettua il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19 e il martedì e giovedì dalle 10 alle 12 al botteghino del Teatro Karol, via Allende 24, Castellammare di Stabia.
Prossimo appuntamento sabato 15 dicembre con “Paese mio bello”, in scena Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi, Gianni Lamagna e Lello Giulivo.

 

Ecco il calendario completo degli artisti che si esibiranno sul palco del Teatro Karol:

 

Sabato 1 dicembre: Associazione Luna Nova in “L’arte mia, nun t’ ‘a ‘mparà” con Gianluigi Esposito, Enzo Spinelli, Olimpia La Padula

 Sabato 15 dicembre: “Paese mio bello. L’Italia che cantava e canta” con Lello Giulivo Gianni Lamagna, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi

Venerdì 21 dicembre: “Omm’e blues, twenty years later” con Sabato Romano, Sandro Coppola, Ciro Grieco, Francesco Nunziato

Venerdì 4 gennaio: Incanto Quartet in “L’opera incontra il pop” con Laura Celletti, Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Romana Tiddi

Venerdì 11 gennaio: “Scat’ Gatt’ Orchestra in concerto” con Daniele La Torre, Nico Sommese, Salvatore Torregrossa, Anna Rita Di Pace, Fernando Marozzi, Daniele De Santo, Luca Cioffi

Venerdì 1 febbraio: Dal Vesuvio all’Andalusia con Mario Maglione ed Espedito De Marino

Venerdì 22 febbraio: MB Concerti “Napolinjazz” con Marina Bruno, Peppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Paolo Pelella, Peppe La Pusata

Venerdì 1 marzo: Belle del 900 con Antonello Cascone e Marianna Corrado

Venerdì 22 marzo: “Note di viaggio, dieci anni dopo” con Gaemaria Palumbo

Venerdì 5 aprile: Michele Di Martino New Jazz Quartet in concert

Venerdì 12 aprile: Migrazioni Sonore “Fiore canta Viviani” con Fiorenza Calogero e Marcello Vitale

Martedì, 27 Novembre 2018 10:32

Al Teatro Supercinema il lancio di Sicur App

Scritto da

SicurApp è ufficialmente online. Con la presentazione presso il teatro Supercinema ieri è stata lanciata sul mercato l’app che permette ad ogni cittadino di sentirsi al sicuro ed aiutato. Non solo per i ragazzi, ma per tutte le persone che nella vita di tutti i giorni si trovano a dover percorrere, per lavoro o semplicemente per una commissione, strade isolate e buie dove non è difficile incontrare malintenzionati. Con un avviso alla stazione centrale si chiede aiuto o semplicemente un accompagnamento virtuale verso casa. In caso di pericolo un team disposizione 24h su 24h avvertirà le forze dell’ordine. Non è tutto: Secret, l’azienda che ha lanciato Sicur App, ha pensato anche alla salute dei suoi clienti, integrando una funzione capace di mobilitare i servizi sanitari, qualora l’utente lanciasse l’allarme per un malore o per un incidente. Insomma, un progetto rivoluzionario a portata di click, utilizzabile in qualsiasi momento e per ogni pericolo.

 

Come funziona il servizio?

Un app facile e veloce, con una grafica intuitiva e comprensibile, per ogni fascia d’età, permetterà al cliente di connettersi prontamente con una centrale operativa e due utenti segnalati durante la fase di registrazione. Una volta dato l’allarme, la segnalazione contenente la posizione dell’utente viene inoltrata non solo alla sede operativa, ma anche ai due “numeri fidati” indicati. Subito dopo il procurato allarme, dalla sede ci si occuperà di monitorare costantemente gli spostamenti del cliente in pericolo e del suo stato. In caso d’emergenza la segnalazione verrà trasmessa con celerità alle forze dell’ordine e l’ospedale.  

Come funziona il software? 

Il software si occupa di gestire tutte le operazioni necessarie per far partire una segnalazione ed indirizzarla verso il centro di controllo che elabora le concrete e reali richieste ed avvia la procedura per la risoluzione del problema tempestivamente, praticamente nel minor tempo possibile.

Anche se il monitoraggio dell’individuo è costante, Sicur App rispetta a pieno la privacy e garantisce in qualsiasi situazione al cliente la tranquillità e la sicurezza. Infatti, con la politica “Always connected” il controllo del cittadino è incessante, anche in condizioni precarie, utilizzando connessioni di ultima generazione e sfruttando ogni tipo di comunicazione.

La comunicazione tra il cliente ed il server avviene utilizzando l’architettura Three-Tier, istanza dell’architettura client-server. I vantaggi di questo tipo di architettura sono quelli di rendere indipendente il client dalle problematiche di accesso ai dati e di centralizzare tutto il software di gestione del database in un modulo appropriato. Questo permette all’interno del sistema una facile e semplice manutenibilità e l’aggiornabilità del software.

Sabato 17 novembre Elisabetta D'acunzo sarà la protagonista di "Reginè" al teatro Karol di Castellammare. Un inno alle donne. Un concerto dedicato alle guerriere del quotidiano alle prese con sogni da realizzare, il lavoro ed una casa da portare avanti. Il concerto toccherà diversi artisti di spicco, spaziando da Domenico Modugno a Pino Daniele, da Bertold Brecht a Raffaele Viviani, da William Shakespeare a Eduardo De Filippo. Sul palco, insieme ad Elisabetta D’acunzo, ci saranno Aniello Palomba (chitarra e bouzuki), Paolo Propoli (chitarra e bouzuki), Luigi Belati (fisarmonica), Emiliano Berti (contrabbasso), Riccardo Schmitt (batteria e percussioni).

Il botteghino del teatro Karol (Via Allende 4, Castellammare di Stabia) è aperto il lunedì mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19 e il martedì e giovedì dalle 10 alle 12. Poltrona numerata 10 euro. L’inizio dello spettacolo è per le ore 20.30.

Ecco il calendario completo degli artisti che si esibiranno sul palco del Teatro Karol:

Sabato 17 novembre: Elisabetta D'acunzo in “Reginè” con Aniello Palomba, Paolo Propoli, Emiliano Berti, Riccardo Schmitt, Luigi Belati

Sabato 1 dicembre: Associazione Luna Nova in “L’arte mia, nun t’ ‘a ‘mparà” con Gianluigi Esposito, Enzo Spinelli, Olimpia La Padula

 Sabato 15 dicembre: “Paese mio bello. L’Italia che cantava e canta” con Lello Giulivo Gianni Lamagna, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi

Venerdì 21 dicembre: “Omm’e blues, twenty years later” con Sabato Romano, Sandro Coppola, Ciro Grieco, Francesco Nunziato

Venerdì 4 gennaio: Incanto Quartet in “L’opera incontra il pop” con Laura Celletti, Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Romana Tiddi

Venerdì 11 gennaio: “Scat’ Gatt’ Orchestra in concerto” con Daniele La Torre, Nico Sommese, Salvatore Torregrossa, Anna Rita Di Pace, Fernando Marozzi, Daniele De Santo, Luca Cioffi

Venerdì 1 febbraio: Dal Vesuvio all’Andalusia con Mario Maglione ed Espedito De Marino

Venerdì 22 febbraio: MB Concerti “Napolinjazz” con Marina Bruno, Peppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Paolo Pelella, Peppe La Pusata

Venerdì 1 marzo: Belle del 900 con Antonello Cascone e Marianna Corrado

Venerdì 22 marzo: “Note di viaggio, dieci anni dopo” con Gaemaria Palumbo

Venerdì 5 aprile: Michele Di Martino New Jazz Quartet in concert

Venerdì 12 aprile: Migrazioni Sonore “Fiore canta Viviani” con Fiorenza Calogero e Marcello Vitale.

Giovedì, 28 Giugno 2018 11:05

Alluvione, arrestato sindaco nel Sannio

 Il sindaco di Cusano Mutri Giuseppe Maturi ed un dirigente comunale sono stati arrestati dai carabinieri in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Benevento su richiesta della locale procura. L'accusa è di concussione. Il provvedimento di custodia cautelare è legato alla realizzazione dei lavori post alluvione che colpì il Sannio nell'ottobre 2015.
    Sono diversi gli episodi di concussione accertati dagli investigatori nell'ambito dell'inchiesta che ha portato agli arresti del sindaco di Cusano Mutri, nel beneventano, Giuseppe Maturo (e non Maturi come scritto in precedenza) e un dirigente comunale per lavori realizzati in emergenza nel periodo post alluvionale. Gli investigatori, tra l'altro, hanno anche immortalato con immagini la consegna di una tangente da parte di un imprenditore nelle mani del primo cittadino.

Sabato, 26 Novembre 2016 18:36

De Luca, Trianon più utile dell'Esercito

Scritto da

"Oggi si realizza un doppio miracolo, il primo è che un amministratore pubblico mantiene le promesse, il secondo è sui tempi ristrutturazione, visto che il cantiere è partito ad agosto. Questa è un'iniziativa più utile dell'Esercito che fa la guardia ai vicoli". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all'inaugurazione, oggi, del Teatro Trianon, in Piazza Calenda, all'inizio del quartiere di Forcella, dove a Capodanno del 2016 venne ucciso in una "stesa" di camorra Maikol Giuseppe Rossi, 27enne vittima innocente. "Aprire un teatro è l'iniziativa più importante che possiamo mettere in campo per Forcella", ha aggiunto De Luca dal palco ristrutturato insieme a Nino D'Angelo, direttore artistico del Trianon e Giovanni Pinto, presidente del teatro, spiegando che sui contenuti "stiamo pensando di specializzare il teatro sulla canzone napoletana magari per offrire suggestioni anche ai turisti, penso ai crocieristi, ma anche per il quartiere è importante".

Scopriamo le carte!”: è il titolo dell’iniziativa in programma venerdì 29 gennaio alle ore 18.30 nella sala “Giardino d’inverno” dell’hotel Stabia di Castellammare di Stabia (corso Vittorio Emanuele 101). Un momento importante, in quanto per la prima volta si presenterà in forma pubblica la neonata associazione “Ri… comincio da qui”, nata tra l’area vesuviana e la provincia di Salerno con l’obiettivo principale di sostenere le medie e piccole imprese nella collocazione all’interno di un circuito virtuoso di collaborazioni, con lo scopo di creare o valorizzare le attività imprenditoriali organizzate.

Condivisione, opportunità, crescita, formazione: sono queste le parole d’ordine dell’associazione, che si rivolge principalmente alle imprese, agli artigiani, ai liberi professionisti, ai giovani e a chiunque sia desideroso di “mettersi in gioco” nel capo del lavoro.

Ri… comincio da qui” opera “esclusivamente – dicono i responsabili – per promuovere lo sviluppo imprenditoriale, anche attraverso il perseguimento, la nascita e lo sviluppo di reti d’impresa e delle start-up. L’associazione inoltre punta alla promozione della sana cultura d’impresa sviluppando il concetto di fare rete; fornire supporto agli associati dal punto di vista di servizi di consulenza, assistenza, tutoraggio, formazione, comunicazione e commercializzazione e tutto quanto ritenuto utile per la loro crescita”.

A presiedere l’associazione è Donatella Donadio, dottore commercialista, consulente del lavoro e revisore contabile, con una forte passione per la politica che l’ha portata a essere assessore a Sant’Antonio Abate con deleghe al bilancio e alla programmazione economica, alle attività produttive e nel 2009 candidata a sindaco sempre di Sant’Antonio Abate.

Vicepresidente è Domenica D’Auria, dal 1992 responsabile commerciale nel settore pubblicitario e della comunicazione, con incarichi che le hanno permesso – grazie alla collaborazione con alcune tra le maggiori aziende nazionali – di maturare una notevole esperienza e competenza nella gestione delle relazioni con i clienti e nella gestione contabile e amministrativa aziendale. Tesoriere è Rosa Castellano, avvocato civilista, in particolare nel campo del diritto al lavoro, diritto commerciale e fallimentare; Castellano è stata curatore fallimentare e consulente legale di diverse realtà aziendali e sindacali. Consigliere dell’associazione è invece Lucia Pavia, revisore contabile iscritta all’ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Torre Annunziata, collabora da oltre venti anni con altri studi professionali, approfondendo in questo modo tematiche tecnico-economiche di settore.

 

Per maggiori informazioni: www.ri-cominciodaqui.com e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 Corteo e traffico in tilt a Caserta per una protesta dei lavoratori addetti alle pulizie dei 7 ospedali e dei presidi dell'Asl: sotto accusa il nuovo appalto triennale aggiudicato all'azienda di Ivrea Rtcm Service che prevede un taglio del monte ore del 56% ed esuberi, secondo i sindacati, di 180 delle 388 unità lavorative. Cinque dipendenti sono saliti sul tetto della direzione generale dell'azienda sanitaria con uno striscione "Asl: questo appalto è peggio di un licenziamento".