Domenica, 14 Aprile 2019 08:20

Abbi cura di me, a Maiori la suggestiva Sacra rappresentazione news

Scritto da 
Rate this item
(0 votes)

Pasqua è alle porte e la Costa d’Amalfi si prepara a celebrare i riti della Settimana Santa rispettando la secolare tradizione religiosa. Le processioni del Venerdì Santo che rievocano la passione e la morte di Gesù Cristo rappresentano gli appuntamenti più suggestivi, attesi oltre che dai fedeli, anche dai tanti turisti che hanno scelto la Costiera come meta delle proprie vacanze.

 

In questo contesto l’Associazione culturale Atellana, nell’ambito della seconda rassegna teatrale dedicata ad Enzo Sarno, ha voluto dare il suo contributo organizzando la messa in scena della Sacra rappresentazione per la regia di Costantino Amatruda.

 

L’appuntamento è fissato per martedì 16 aprile a partire dalle ore 20.30 presso la Chiesa di S. Francesco a Maiori. La drammatizzazione della Passione e Resurrezione di Cristo, vuole proporre nelle intenzioni degli organizzatori spunti di riflessione sulle guerre, i genocidi e le tragedie che hanno afflitto l’umanità in passato e sui temi di più stretta attualità come il femminicidio, le emergenze sociali e umanitarie legate anche al tema dell’immigrazione di cui tanto si sente parlare.

 

“Abbi cura di me”, questo è il titolo dell’evento realizzato con il patrocinio del comune di Maiori, vuole essere non solo una preghiera, dunque, ma anche un monito per mettere in guardia dal crescente odio e dall’indifferenza che tanti danni possono provocare alla pacifica convivenza tra gli esseri umani. “Voglio ringraziare - dice Costantino Amatruda - il gruppo di figuranti delle Associazioni Atellana e Ave Maris Stella e in special modo i Frati Francescani di Maiori che ogni ci fanno dono della loro ospitalità per tutte le fasi di preparazione di questo spettacolo che ci avvicina al tempo pasquale”.

 

 

Cast: Giuseppe Pisacane, Marco Villani, Antonio D'Amico, Maria Claudia Di Lauro, Angela Di Lieto, Fiamma Palumbo. Regia: Costantino Amatruda.

 

Letto 39 volte