meeting del vino campano Eventi a Napoli

La prossima edizione del Meeting del Vino Campano, si terrà nei giorni 25 e 26 novembre 2017 presso il prestigioso Hotel Stabia di Castellammare di Stabia.

Arrivato quest’anno alla IV edizione, il Meeting nasce dall’intento di promuovere e valorizzare la produzione vitivinicola dei diversi distretti campani direttamente nei luoghi di maggior consumo quali la Penisola sorrentina, specializzata in un’accoglienza di qualità caratterizzata da gran numero di alberghi e ristoranti.

Si rivolge ai professionisti del beverage e della ristorazione, in un momento di incontro che metta in contatto produttori, operatori e amanti del mondo vitivinicolo in un clima conviviale.

Nella storica location dell’Hotel Stabia, nel centralissimo corso della città di Castellammare di Stabia, con oltre 200 mq dedicati all’esposizione e agli eventi, si attendono oltre 60 aziende vitivinicole e 1500 presenze.
Da quest’anno l’organizzazione si avvale della collaborazione diretta di Slow Food Costiera Sorrentina e Capri e della rete delle Condotte di Slow Food Campania attive per la promozione, la valorizzazione e la difesa delle viticolture autoctone.
Lo scopo è quello di intercettare le tendenze sia nella produzione che nel consumo, di approfondire la conoscenza dei vini da vitigni minori, di incontrare quelle aziende che stanno adottando una linea etica di avanguardia nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente.
Il Meeting vanta pregiate collaborazioni con istituzioni ed enti specialistici, oltre l’ormai consolidato patrocinio e sostegno della Regione Campania.

Il programma della manifestazione si articolerà su due giornate di incontri.
- Sabato 25 si avrà una Tavola rotonda sul tema della sostenibilità delle produzioni vitivinicole, nuova frontiera nella proposta al consumo, a cura di Slow Food Campania.
- In serata, la cena dei Cuochi dell’Alleanza di Slow Food Campania, attivi a sostegno dei piccoli produttori, con in abbinamento una pregiata selezione di vini a cura dell’organizzazione.
- Domenica 26, a partire dalle ore 17 al sesto piano dell’albergo sarà aperta l’area espositiva dove i partecipanti potranno assaggiare in libera bevuta i vini proposti dalle aziende che saranno presenti con il banco espositivo. Da quest’anno l’area espositiva del meeting si arricchisce dell’Enoteca regionale, uno spazio dove il pubblico potrà degustare, con l’ausilio dei ticket in dotazione, la selezione dei vini presenti guidato da sommelier professionisti.
- Il settimo piano ospiterà invece i Laboratori del gusto a cura delle diverse Condotte Slow Food di tutto il territorio campano.
- A completare la kermesse gli appuntamenti culturali mattutini della domenica 26, con la visita guidata nei siti agro-archeologici a cura della pro loco Stabia For You e l’incontro dal titolo “Terra e poesia” a cura dell’associazione “Achille Basile”, a rimarcare la presenza quest’anno del movimento enogastronomico della chiocciola.

L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “R. Viviani” di Castellammare di Stabia, insieme ai prestigiosi sponsor tecnici, offrirà l’oramai consueto supporto logistico mentre i media partners specializzati garantiranno la visibilità del programma, degli enti e degli sponsor. Coronano la rete di collaborazioni, i pregiati patrocini dell’Ascom Stabia, dell’Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo Stabiese, e della Pro Loco Stabia for you e da quest’anno Fisar la Federazione Italiana Sommelier, Albergatori e Ristoratori.



 

Torquato Tasso, successo per il festival internazionale del Rinascimento

L’evento anticipa la programmazione di “Sorrento Incontra-M’Illumino d’Inverno”

 

Torquato Tasso tornava nella città natale nel 1577. A 440 anni di distanza, Sorrento ha voluto ricordare l’illustre concittadino con un festival internazionale sul Rinascimento. Avvenimento che ha richiamato studiosi e appassionati da tutto il mondo, che hanno invaso la penisola sorrentina per il “Festival internazionale del Rinascimento: indagini su Tasso”, promosso dal Comune guidato dal sindaco  Giuseppe Cuomo su iniziativa dell’istituto di cultura “Torquato Tasso” del professor Alfonso Paolella, deus ex machina della manifestazione.
La rassegna ha goduto dei patrocini della Fondazione Sorrento della Federico II, dell’university of California, dell’universitat Autònoma de Barcelona, dell’istituto di letteratura mondiale Gorki e dell’accademia delle scienze della Russia. Quindici tra i più importanti studiosi del poeta, provenienti da Usa, Spagna, Ungheria, Russia e da tutt’Italia, hanno testimoniato come siano ancora attuali le opere di Tasso.

Presentato poi il libro “Le incisioni della Gerusalemme Liberata dal XVI al XVIII secolo”, curato da Alfonso Paolella (casa editrice Eidos di Castellammare) con l’entusiasmo e la generosità dell’avvocato Antonino Cuomo. Il volume racchiude le 38 edizioni dell’opera uscite dal 1584 al 1799. Di grande effetto la mostra allestita dallo stesso Paolella delle illustrazioni della Gerusalemme Liberata, illustrazioni appartenenti alla collezione privata dell’avvocato Cuomo

Si tratta di un kermesse che merita altre edizioni in futuro – commenta il sindaco Giuseppe Cuomo – Faccio i complimenti all’organizzazione per le testimonianze raccolte”.

Il festival anticipa i tanti avvenimenti previsti per il Natale: “La cultura unisce – dice Pino Ecuba, responsabile di Eduardo Tv che ha seguito la manifestazione con l’associazione Musiciens – È stato bello vedere tante generazioni diverse a confronto”. Soddisfatto anche l’assessore agli eventi Mario Gargiulo, che di recente a New York ha ricevuto un premio assegnato a Sorrento per l’organizzazione delle iniziative estive: “La nostra eccellenza si articola su diverse componenti: dal confort e dalla qualità delle strutture ricettive, alla cortesia e competenza degli operatori. L’accoglienza è un nostro modo di essere, nella cultura e nelle tradizioni. L’abbiamo ribadito durante il festival del Rinascimento, lo dimostreremo anche nella programmazione di Sorrento Incontra-M’Illumino d’Inverno”.

 

 

Sorrento, 13 novembre 2017

Originalità, innovazione, frutto di ricerche sempre puntuali ed efficaci. La bellezza e i mezzi per curarla ed esaltarla saranno protagonisti indiscussi l'11 il 12 e il 13 novembre alla Mostra d’Oltremare di Napoli dove si terrà la XXI edizione di Aestetica, salone annuale di rilevanza internazionale . Vi prenderanno parte 190 aziende italiane ed estere, leader nel settore dell'estetica e saranno esposti, nei 5 padiglioni dedicati, i migliori marchi professionali di male up, cosmesi, acconciature e tricologia. La fiera è aperta a tutti, ma i visitatori attesi saranno in maggioranza operatori del settore alla ricerca di eccellenza ed innovazione. Tra esse DIFFITALIA, società napoletana fondata alla metà del secolo scorso con la Missione di ricercare i migliori prodotti e gli accessori più all'avanguardia per soddisfare le richieste dei parrucchieri, custodi preziosi di un elemento fondamentale della femminilità. Per sottolineare questo aspetto, DIFFITALIA ha organizzato, per il 12 e il 13 novembre, nell'ambito di questo prestigioso salone, una BEAUTY AND WELLNESS EXHIBITION. Il programma sarà molto ricco e originale. Prevede anche un momento dedicato alla moda, qui vissuta con inventiva e frizzante ironia perché creata non con ago e filo, ma con colla e oggetti di uso quotidiano per un parrucchiere. Così, bellissime modelle, saranno vestite di un’ ampia gonna costruita con barattoli vuoti di tintura per capelli e sul corpetto troverà pennelli da salone che renderanno senza dubbio unico il suo abito. Tutto sarà frutto delle mani sapienti e della mente eccelsa di una stilista giovane e brillante, non nuova a questo tipo di dimostrazione :Maria Rosaria Boccia, ospite d’eccezione di DIFFITALIA. Realizzerà, poi, sempre live, un abito con strisce di stoffa che arriccerà con le piastre dell'azienda, ricreando per le sue sete variopinte e leggere l'effetto di chiome vezzose e fluenti. Infine , con tre pezzi di stoffa ed accessori per parrucchiere darà vita a un modello esclusivo che scolpirà sul corpo di una graziosa ragazza in costume. La stilista pompeiana aveva già più volte dato prova della sua abilità da artigiana/artista in diverse occasioni. Tra queste ricordiamo la platea internazionale del Nicaragua Felix di fronte alla quale tornò magistralmente il corpo delle sue modelle con polvere e foglie di tabacco suscitando lo stupore di personalità illustri provenienti da molti paesi stranieri.

Non solo teoria. Ma anzi, esempi concreti ed approfondimenti pratici utili all’applicazione di un nuovo modello per fare business. Lo Smart Working non si dice, si fa. Ma come?

Dopo i successi della “data zero” negli spazi inCOWORK di Cormano e della prima tappa nei locali di eFM di Roma con un inaspettato sold out ed il record di ben 300 registrazioni nel giro di pochi giorni, prosegue lo Smart Working Day Tour a cura di Inside Factory, Be Happy Remotely e Seedble, tre realtà diverse che in comune hanno una sfida: portare contenuti di valore in una giornata interamente dedicata alla scoperta del lavoro agile.

Smart worker, manager aziendali, professionisti interessati all’adozione di un modello lavorativo di rottura proficuo, flessibile e redditizio ma anche nomadi digitali e studenti: fatevi avanti! Questo è l’evento per voi e per tutti i coloro desiderosi di capire come cambiare la propria cultura lavorativa.

Skills, tools, suggerimenti, condivisioni di best practices, case history e scenari futuri. L’appuntamento è per l’8 novembre a Napoli negli spazi di coworking RE.WORK(Viale della Costituzione) dove dalle 9,30 alle 17 esperti del settore e docenti qualificati saliranno in cattedra per guidare i partecipanti alla scoperta dello Smart Working e delle sue molteplici declinazioni.

Che cos’è lo Smart Working? Perché ha senso introdurlo in azienda e quali sono gli step da seguire? La giornata offrirà una panoramica completa sul tema, dando pillole formative e affrontando argomenti specifici come il coworking, il worklife balance, la collaboration.

L’occasione per farlo, oltre ai workshop, sarà lo spazio speciale del Salotto Live insieme ad ospiti di spessore. Il confronto a più voci raccoglierà infatti i case histories di Enrico Martines, HR Manager Italy Social Innovation di HP Enterprise, di Luisa Errichello, ingegnere gestionale e ricercatore all’IRISS CNR e della collega Tommasina Pianese, assegnista di ricerca presso lo stesso istituto e coordinatrice in Italia del Research Group on Collaborative Spaces, network di ricerca internazionale sugli spazi collaborativi. Tra i protagonisti del Salotto anche Antonio Savarese, Project Manager in Enel Italia nella funzione System Improvements.

 

A seguire gli speeches dei Vendor e ancora un focus su vantaggi ed opportunità offerte dal lavoro agile.

 

"Lo Smart Working- dichiara Andrea Solimene CEO & Founder Seedble, organizzatore e speaker- sta entrando sempre più prepotentemente nelle strategie delle organizzazioni impattando sugli schemi, comportamenti, processi e abitudini delle stesse. Le tecnologie digitali stanno cambiando il nostro modo di lavorare e collaborare, l'ufficio diventa un luogo di incontro, non più il posto di lavoro. Gli spazi vengono ridisegnati e progettati per incontrare le esigenze di flessibilità e mobilità delle persone. È in atto un cambiamento che rappresenta l''evoluzione delle organizzazioni, e lo Smart Working è la chiave per l'innovazione"

 

Pensando al momento di profondo cambiamento dei modelli di lavoro attuale – aggiunge Giovanni Battista Pozza coach e founder di Work Happy Remotely - vedo nello Smart Working una risposta concreta ai dubbi degli imprenditori e dei collaboratori. Eppure è necessario un approccio a 360° per applicare un modello di Smart Working vincente. Si, perché c’è anche chi l’ha applicato male! Allo Smart Working Day c’è tutto quello che serve per iniziare bene e proseguire migliorando”.

 

Andremo alla ricerca di nuove fonti e idee utili – spiega Samuel Lo Gioco, formatore e Managing Director di Inside Factory - portando contenuti concreti: cosa devo fare per entrare nella cerchia degli smart workers? Quali sono i risultati tangibili che, aziende o professionisti, potranno riscontrare applicando lo Smart Working? Nell’era dell’Industria 4.0 e della Digital Transformation è fondamentale applicare un nuovo modello di lavoro dinamico. Per questo è nata l’idea di realizzare un evento totalmente pratico e diretto”.

 

Di seguito l’agenda della giornata:

 

Ore 9,30 Registrazione & Welcome Coffee

Ore 10,00 Introduzione

Ore 10,15 “Smart Working: lusso o sopravvivenza?” Andrea Solimene

Ore 11,05 Noi e lo Smart Working: Speech Session

Ore 11.45 Salotto Live: lo Smart Working attraverso i principali case history, confronto a più voci

Ore 12,15 “Come essere un team collaborativo e produttivo da remoto” Giovanni Battista Pozza

Ore 13,00 Termine lavori prima parte

Ore 14,30 Inizio lavori seconda parte

Ore 14,35 “Galateo Linkedin, Educazione Digitale” Giada Susca e Valentina Marini 

Ore 14,55 “Smart Worker: come vincere la produttività con i giusti alleati contro i principali nemici” Samuel Lo Gioco

Ore 15,40 Noi e lo Smart Working: Speech Session

Ore 16,00 “Nuove regole per lo Smart Working: un punto di svolta?” Avv. Sergio Alberto Codella

Ore 16,40 Consegna degli attestati

Ore 17,00 Chiusura dei lavori

 

 

L’evento è gratuito. Per iscriversi: http://www.smartworkingday.it/.

 

Prossime tappe:

Treviso 14 novembre

Catania 29 novembre

 

 

È di Sorrento il più bravo costumista italiano per la danza. Si tratta di Giuseppe Tramontano, conosciuto e apprezzato talento dello stile e della moda, che si è aggiudicato l’Oscar per la danza 2017, la cui premiazione si è svolta domenica 29 ottobre a Cinecittà a Roma.

Una vittoria prestigiosa, che premia anni di lavoro e impegno che hanno portato Tramontano tra l’altro a curare i costumi per il Premio Caruso e per il Concerto di Capodanno (trasmesso in Mondovisione dal Teatro La Fenice di Venezia) oltre che ad occuparsi degli abiti di scena negli spettacoli di Christian De Sica e nei film di Massimo Boldi, solo per citare alcune delle tante creazioni realizzate sui palcoscenici e sui set in tutta Italia. Tramontano ha poi creato costumi che sono stati indossati dall’icona per eccellenza della danza, Rudolf Nureyev.

Soddisfatto Tramontano, premiato come migliore costumista della danza internazionale e della sartoria d’eccellenza. “Devo dire grazie a tutti i ragazzi, più di 2000, che hanno indossato le mie creazioni. È solo attraverso la loro passione che la danza può continuare a brillare nel mondo. Noi coloriamo le idee, perché il costume deve dare forza a chi lo indossa. A tutti quelli che vogliono fare la nostra meravigliosa professione, consiglio di partire dal cucito e poi studiare con tenacia e umiltà”.

Elogi arrivano anche dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e dall’assessore agli Eventi Mario Gargiulo: “Siamo felici – dicono – che Tramontano abbia saputo portare in tutta Italia un’eccellenza del nostro territorio. Siamo felici per il riconoscimento, che premia anni di duro lavoro e la tradizione di una famiglia che ha fatto tanto per l’arte”.

Parole alle quali si unisce anche Salvatore Piedimonte, direttore editoriale di Eduardo Tv: “Tramontano è un’eccellenza italiana e da sempre protagonista su Eduardo. Un orgoglio per tutti noi: immagino l’emozione per un artista sapere di indossare un costume creato da lui che ha vestito il più grande ballerino della storia, il geniale Nureyev”.

La serata degli Oscar della danza, condotta da Pino Strabioli e curata nella direzione artistica da Luciano Cannito, ha visto tra i premiati anche Daniele Cipriani, che ha ottenuto uno dei riconoscimenti più ambiti, quello per il maggior numero di biglietti venduti nel mondo della danza. Molto carino il momento della premiazione di Tramontano, quando Strabioli ha chiamato sul palco Paola Salluzzi: è stata la giornalista, amica del costumista sorrentino, a annunciarne la vittoria.

 

 

Sorrento, 30 ottobre 2017

Mercoledì, 25 Ottobre 2017 08:47

A SORRENTO Musica Doc

 

di Gigione Maresca

 

La chitarra  strumento universale. 

 Al Chiostro  di S.Francesco  Sorrento Insieme  ad Antonio Tarantino,  un grande maestro della chitarra arte musica e armonie.

Un amico napoletano   simpatico  che riesce a creare armonie insolite e tocca il cuore degli ascoltatori sorpresi dal suo talento.

Il pubblico rimane incantato dalla sua tecnica e dalla sua arte tipica, originale e calda  di un chitarrista nato  a "Napoli" e  conosciuto nel mondo. Antonio con il suo carattere  ha saputo fondere l'anima napoletana con i suoni e la voce dei popoli e in particolare con i pezzi  dedicati agli  amici  sudamericani. 

Ricerca e passione  per lo sviluppo armonico  di uno strumento che diventa con  la bellezza  delle  interpretazioni di Antonio  una forte espressione artistica e linguaggio  universale.

Chitarrista. didatta e compositore di musica brasiliana e flamennco. Pluridottore Magistrale in chitarra classica.

Ha pubblicato articoli, metodi, composizioni, MC, CD, VHS e DVD di chitarra brasiliana-flamenco per casa discografiche, editrici, riviste (Armelin Musica, Bèrben, Berimbau, Eco, Fingerpicking, Guitar Club, Chitarra Acustica, Guitar Media Collection, Intra’s, Nuova Carish e Sonitus) e autoproduzione. E’ uno dei chitarristi italiani più prolifici dal punto di vista editoriale e le sue opere sono state vendute in tutto il mondo. Ha collaborato con Alex Britti, Nino D’Angelo, PFM, Pooh e Toquinho. Svolge attività didattica in importanti scuole di musica (CPM, Errati Musica, Guitar Institute, IME). Ha partecipato ad importanti trasmissioni radiofoniche e televisive (Radio Uno, Oto Radio di Parigi, Rai Uno, Canale 5, Videomusic). Ha condiviso il palco con alcuni dei più grandi chitarristi del mondo (Tommy Emmanuel, Larry Coryell, Marcel Dadi). Svolge attività concertistica come solista partecipando a festival e manifestazioni varie.

Considerato dalla critica specializzata come uno dei più geniali chitarristi brasiliani.

 

 

Attori amatoriali e professionisti si alterneranno in un cartellone di spettacoli da non perdere. Al via la rassegna dedicata all’avvocato-mecenate scomparso prematuramente a soli 50 anni lasciando un vuoto enorme. Si parte l’11 novembre con Donne… In canto di Antonella Morea. I sogni, a volte, diventano realtà. Anche se può accadere di non potere assistere alla loro concretizzazione. Di certo organizzare una stagione teatrale era il sogno custodito gelosamente dall’avvocato Enzo Sarno nelle stanze più segrete del suo cuore. Principe del Foro e teatrante per diletto. Grande conoscitore di questo mondo tanto da farne la sua ragione di vita. Vita che non gli ha concesso troppo tempo per realizzare questa vision dovuta abbandonare prematuramente nel 2013 a soli 50 anni. Ci ha pensato l’Associazione Artistico-Culturale “Atellana”, da sempre impegnata in attività culturali in Costiera Amalfitana, con il patrocinio ed il contributo dell’amministrazione comunale della Città di Maiori, a mettere in scena la potenza visionaria dell’avvocato, riuscendo nella difficile impresa di allestire la prima stagione teatrale, che proprio a lui è stata dedicata. Dieci spettacoli, di cui tre ad ingresso gratuito, messi in scena da associazioni amatoriali e attori professionisti. Si parte l’11 Novembre con Donne…In canto di Antonella Morea, si conclude a maggio 2018 con una sorpresa che coronerà la prima edizione della kermesse. 

“Finalmente ci siamo. Il grande desiderio di ricordare l’amico Enzo Sarno ci ha fatto superare alcune difficoltà ed il cartellone allestito risulta essere di grande qualità” ha dichiarato l’Amministrazione Comunale della Città di Maiori capeggiata dal Sindaco Antonio Capone. Soddisfatti Costantino Amatruda e Mario Maglio, responsabili della direzione artistica dell’evento: “Ringraziamo tutti quelli che hanno creduto nel progetto ed in particolare il Dott. Pierluigi Punzi, per il suo contributo”. Attori amatoriali e professionisti (oltre ad Antonella Morea prevista anche l’esibizione di Rosaria De Cicco) insieme per promuovere la cultura in Costiera Amalfitana nella memoria di Enzo Sarno, un grande uomo a cui va tutta la nostra ammirazione.

 

”La danza è scuola di vita è capacità di liberare ed esprimere il proprio io ”. Si coltivano talenti al Centro professionale Arte Danza di via Pomponio a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli sotto la direzione artistica di Demis Autellitano e Carla Palumbo

 

Entrano uno dietro l’altro gli allievi per seguire le diverse lezioni tra danza classica, modern jazz, contemporary, hip hop, video dance, salsa cubana, social dance .”Non sognare di essere una stella inizia a brillare di tuo” è la scritta che campeggia sul cartellone all’ingresso e la possibilità di poter ”brillare” la si percepisce subito nel vedere gli allievi apprendere e provare. Esercizi e sudore perchè danzare non vuol dire soltanto portare il proprio corpo ad eseguire meri esercizi fisici,la danza insegna la disciplina, l’ordine, l’organizzazione,il controllo,il rispetto delle gerarchie e la capacitá di liberare ed espimere il proprio io. ”La danza è scuola di vita” spiega la direttrice del Centro Professionale Arte Danza di via Pomponio . E come tutti i percorsi di studi merita la giusta attenzione fin dal momento della scelta  ”Non è facile- spiegano i direttori Autellitano e Palumbo saper scegliere una scuola di danza giusta a cui affidare i propri figli, ma è fondamentale – scegliere quella giusta- in quanto insegnanti non preparati potrebbero portare i ragazzi ad eseguire in malo modo esercizi, causando anche problemi fisici”.

La danza non ha età anche se qui al Centro Professionale Arte Danza giá in tenera età , partendo dai quattro anni, si puó iniziare un percorso di educazione al ritmo , nel quale si associa la danza al gioco.  ”Ci sono , però- sottolineano la direttrice Carla Palumbo e il direttore Demis Autellitano- anche casi di ragazzi che hanno intrapreso questo percorso in etá adolescenziale ( o più grandi) ottenendo comunque ottimi risultati. E di talenti la scuola di via Pomponio ne ha sfornati davvero tanti dalla direttrice Carla Palumbo a  Domenico Pisapia, da Raffaele Cava ad Anna Gargiulo, da Vincenzo Bruno a Rosa Boccia
da Gina Boccia a Ida Elefante, da Roberto Acunzo a Carmela Monetta . Per loro si sono splancate le porte degli studi televisivi con la partecipazione in
diversi programmi , si sono alzati i sipari dei teatri per le tournè. E poi  concerti internazionali, video clip, spot pubblicitari ed eventi di arte e moda. Ognuno è una stella ma solo al Centro Professionale  Arte Danza di Castellammare di Stabia le insegnano a brillare nel cielo dei talenti.

Musica ad alta quota: dopo il successo dei precedenti appuntamenti riprendono le serate con le nostre Panorama R’Nights. Aperitivo, cena e musica sul Roof Garden Terrazza Angiò del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo (via Ponte di Tappia, 25 – Napoli): venerdì 15 settembre c’è il gruppo Neapolis Ensemble! Messico, Francia, Russia, Spagna: sono solo alcuni dei Paesi in cui si sono esibiti. Mica vorrete perdervi l’opportunità di applaudirli proprio nella loro città? E allora vi aspettiamo il 15 settembre dalle ore 20.30 per ascoltare la voce di Maria Marone accompagnata dalla chitarra di Carmine Scialla e dagli strumenti a fiato suonati da Alessandro De Carolis. Menu degustazione a partire da € 35 per persona ma anche menu à la carte per ristorante e menu bar. Per prenotazioni: 081 7970001 oppure  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  . In collaborazione con MusicaEtcetera.

 

La seconda edizione di “Un libro per il cinema” il premio letterario  per chi ha l’ambizione di fare del proprio romanzo un grande film, nell'ambito del festival “Cinema&Libri” legato a “Isola del Cinema” di Roma, ha valutato numerose storie, a opera di un’esperta giuria, e ha scelto le migliori, più adatte a trasformarsi in sceneggiatura per il grande schermo. Il Premio intitolato quest’anno a  Paolo Villaggio, ha visto vincere il romanzo Lunavulcano di Isabella Schiavone pubblicato da Lastaria Edizioni.

Secondo classificato Gianlivio Fasciano con Il tempo delle ciliegie di David and Matthaus Edizioni.

Sul terzo gradino Massimiliano D’orzi con Tempo imperfetto di L’asino d’oro edizioni.

"E' una grande soddisfazione" - dichiara Gianlivio Fasciano autore de Il Tempo delle Ciliegie - "Colgo l'occasione per ringraziare i miei lettori e l'editore per questo  prestigioso riconoscimento"

Il Tempo delle Ciliegie  che ha ricevuto il premio speciale Paolo Villaggio 2017 racconta la storia  di Rodolfo, ragazzino di tredici anni, che vive con la madre e, solo a volte, con il padre. Arrabbiato, confuso, interrotto. Non riesce a esprimersi, a giocare come gli altri, ad andare bene a scuola, né a innamorarsi. E poi. Poi prova a capire quello che non ha. Inizia a indagare, a correre, a cercare le ragioni della sua rabbia. Si affronta fino a scoprire, forse, le verità che gli sono state celate. O, forse, il valore delle ciliegie.

Gianlivio Fasciano è nato in Molise, a Termoli, nel 1974, e successivamente si è trasferito a Campobasso dove ha vissuto fino a 17 anni. Grazie allo sport ha girato l’Italia scoprendo il piacere per il viaggio e, paradossalmente, la necessità di capire le sue origini.

È arrivato così a Napoli, luogo tagliente e privo di giudizi, in cui vive da circa venti anni. Esercita la professione di avvocato lavorista. Ha scritto un primo romanzo edito nel 2014 da Kairos (Napoli) dal titolo La vite e la vela che ha ricevuto la menzione d’onore nel Premio letterario Alberoandronico (Roma – Aprile 2015).

Un altro racconto, Tempo? Sì grazie. Due cucchiaini, abbondanti, ha vinto il premio “Città di Grottammare” (maggio 2015) ed è stato rappresentato in forma rivisitata da “Teatro in Scatola” a Roma nel mese di maggio 2015.

 

 

L’evento dell’estate a Sant’Agnello di grande spessore artistico è  il concerto di  Fabio Concato sulla terrazza romantica più  affascinante e coinvolgente della penisola.

L'amministrazione Sagristani ha organizzato con proprie  risorse la nuova edizione  estiva  grazie all'impegno   dello staff  dell’assessore Giuseppe Gargiulo “Le Notti e il Mare”, con degustazioni di piatti tipici e sorprese culinarie  e ospiti internazionali per un evento che si conclude con la   grande arte musicale   del 27 agosto di  Fabio Concato.

L’esibizione di Francesca Maresca  voce  calda della costiera,  per accrescere la partecipazione dei nostri cittadini  e creare aggregazioni amichevoli attraverso la musica con i nostri ospiti, per avere come gli anni scorsi un successo di pubblico dichiara ai nostri microfoni l'assessore Gargiulo, un contributo del comune e degli artisti  come  gli anni precedenti  che ha visto sul palco le interpretazioni  teatrali di classe,  e musicali con Michele Placido e Lina Sastri.

Francesca darà il “la” alla manifestazione clou dell’estate della Penisola Sorrentina con la sua esibizione il 25 agosto al Belvedere dei Cappuccini, poi il 26 agosto ci sarà l’evento con “I migliori talenti del 2017”,  il 26 agosto Moda Danza e Colori, il 27 Fabio Concato sarà presentato dal sindaco e da un autorevole presentatore  giornalista esperto di eventi.

Con le degustazioni enogastronomiche d’eccellenze  Sant’Agnello vuole  dimostrare che può   concorrere con le sue bellezze e un'offerta mirata alle famiglie ad essere protagonista dell'estate "e della costa sorrentina" per diventare  turisticamente una delle località più importanti della Campania, avendo  sul suo territorio un'offerta ricettiva di notevole importanza e di tradizione storica con  l’eccellenza di strutture a picco sul mare. Il 28 l’ escursione a mare in motonave conclude la kermesse per i festeggiamenti finali con la partecipazione di tutta la cittadinanza.

Sarà presentata presso la sala della Santissima Trinità nel comune di Vico Equense, lunedì 31 Luglio alle ore 12,00 la  X edizione del Faito Doc Festival.  “Orizzonti” è il tema scelto quest’anno per il festival che dal 1 al 7 agosto chiamerà sul Monte Faito registi e documentaristi da tutto il mondo. Tanti registi, tanti film , tanti eventi per grandi e più giovani e tanta musica. Concerti all’alba, al tramonto e un grande concerto finale. Ad aprire la decima edizione del Festival sarà un omaggio al grande Maestro del cinema Michelangelo Antonioni ‘’Il Faito doc Festival – scrive Enrica Antonioni, vedova del regista – è un piccolo grande miracolo. Già la montagna del Faito lo è. In giuria 10 anni fa ci siamo avventurati in tanti mondi diversi, ben al di là dei nostri confini. Questa è la vostra forza e vi auguro che i vostri orizzonti possano sempre guardare lontano, oltre a noi stessi. Sono molto contenta dell’omaggio a Michelangelo. I vostri 10 anni di vita coincidono con la sua scomparsa ed io, alla vostra nascita, spero di aver portato un po’ della sua presenza’’. Dopo l’omaggio ad Antonioni il festival accompagnerà gli appassionati per ben sette giorni. ‘’Monte Faito – commentano i due direttori Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro- durante sette giorni diventa un’isola multiculturale e plurilinguistica attraverso documentari provenienti e coprodotti da 17 paesi diversi, con registi, artisti e personalità del mondo del Cinema del Reale che giungono da più parti d’Europa e del Mondo. Un evento cresciuto nel tempo . ‘’ Abbiamo avuto in giuria – nel corso di questi dieci anni – personalità di primissima importanza del Cinema del Reale – come: Thierry Garrel, Lorenzo Hendel, Michel Baudour, Antonio Capuano, Enrica Fico Antonioni, Marilyn Watelet, Babak Karimi, Olivier Smolders, Hugues Le Paige e  quest’anno avremo ;una giuria d’eccezione.: Ci onoreranno della loro presenza , in questa edizione, Luciano Barisone, gia’ Direttore del festival Visions du Réel di Nyon, Carine Bratzlavsky, Producer RTBF , Valérie Gerbault, General Delegate of ‘CMCA PriMed, Salvatore Tomai, regista e autore televisivo RAI, Waddah Al Fahed, regista pluripremiatoe gia’ membro della giuria del “Lucania Festival’’.
 
I film in competizione e l’intero programma del Festival saranno illustrati alla stampa lunedi 31 Luglio alle ore 12,00. Alla conferenza stampa parteciperanno il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, l’assessore Laura del Pezzo, il consigliere regionale Alfonso Longobardi
Venerdì, 28 Luglio 2017 13:07

Frassica: "A Castellammare ci sarò"

Castellammare - Sale l’attesa per lo spettacolo di Nino Frassica ei Los Plaggers Band alle Antiche Terme

Castellammare di Stabia – Sale l’attesa per l’evento dell’estate stabiese: Nino Frassica e o Los Plaggers Band alle Antiche Terme. Con un video messaggio, è lo stesso comico siciliano a rassicurare i fan sulle sue condizioni di salute: «Sto bene. Vi aspetto tutti alle sabato 29 alle Antiche Terme di Castellammare di Stabia» dice l’attore. Il riferimento è al brutto episodio accadutogli in Puglia per una lieve congestione in seguito al caldo. Fortunatamente tutto è passato ed il comico è pronto ad intrattenere nella magia di Castellammare di Stabia gli spettatori: con uno spettacolo misto tra musica e comicità, gli artisti ripercorreranno la comicità classica di Nino Frassica sulle note delle più famose canzoni italiane.

 

Tutto pronto quindi per l’ appuntamento di sabato sera con Nino Frassica e i Los Plaggers Band nelle Antiche Terme di Stabia, con un evento spettacolo organizzato dall’associazione Stabia in Strada che, da anni sul territorio, non è nuova all’organizzazione di eventi del genere.  

Domenica, 23 Luglio 2017 18:09

GIOVANNI BAGLIONI EMOZIONA SORRENTO

 

International Inner Wheel Sorrento ha proposto e presentato Giovanni Baglioni nella splendida cornice di Villa Fiorentino, sede e luogo di confronto culturale della Fondazione Sorrento. In collaborazione e sostegno dall'assessorato alla Cultura di Sorrento Comune di Sorrento rappresentato da Maria Teresa De Angelis e la Fondazione Sorrento, luogo e centro di cultura, protagonista di eventi musicali e teatrali estivi, ben diretta dell'amministratore delegato avv. Gaetano Milano e dal suo competente staff attento alle esigenze degli ospiti e degli artisti. Giovanni Baglioni in concerto il 22 luglio ha creato atmosfere magiche ed emozionali. International Inner Wheel Sorrento con la grande professionalità, simpatia e spontaneità del giornalista Gigione Maresca di Eduardo Tv ha presentato Giovanni Baglioni in concerto. La delicatezza e la sensibilità femminile di Marika Rinaldi,donna e madre impegnata nel sociale , Eduardo staff tv, organizzatrice di eventi ha accompagnato la presentazione della serata e delle organizzazioni che hanno fatto rete, per sostenere un progetto di solidarietà. La musica al centro dell'ascolto, sempre con Giovanni Baglioni e la sua straordinaria chitarra acustica. Il concerto unico con la chitarra acustica suonata con tecniche e linguaggi nuovi e il finger style e il tapping, il 22 luglio a Sorrento, presso Villa Fiorentino è stato organizzato dall’ International Inner Wheel Club di Sorrento grazie all'impegno della nuova presidentessa Anita Lotito Gargiulo ben coadiuvata dal marito Gaetano e dalle associate, per la solidarietà e raccolta fondi per sostenere un progetto volto alla realizzazione di una sala multimediale interattiva per i giovani presso la parrocchia di don Antonio alla Chiesa di San Martino a Sant'Agnello. Una data molto importante che va ad arricchire l'esperienza di vita artistica e il confronto con l'associazionismo sorrentino. Il calendario di concerti ed esibizioni del grande chitarrista ha creato forti emozioni la sera prima a Napoli a Castel Sant'Elmo e poi a Villa Fiorentino domenica a Sorrento. Prima visita per gli ospiti all'esposizione di Chagall all'interno delle sale e poi lo spettacolo nel giardino sorrentino, con le note di composizioni sonore acustiche di un chitarrista talentuoso. Toro seduto ascendente Leone tra i pezzi più interessanti e coinvolgenti per un pubblico numeroso, presente per la beneficenza. Musica e solidarietà gli elementi trainanti di una serata magica nella splendida Villa Fiorentino, già sede di Fondazione Sorrento. Il Club Inner Wheel Sorrento, in quest’anno sociale, con il progetto “Adotta un Oratorio”, intende dare il suo contributo per accrescere i legami sociali adolescenziali, aggregare i giovani attorno a sani valori morali e fisici, favorire il confronto intergenerazionale, educare alla sana convivenza. Il Club innerino sezione Sorrento nel corso di questi dodici mesi organizzerà, sosterrà e promuoverà convegni, manifestazioni ed eventi, tutti incentrati sui giovani e per i giovani. A dare il via al progetto innerino 2017/2018 il Concerto di chitarra acustica del 22 luglio. Uno spettacolo musicale per esperti ed appassionati, nel corso del quale le corde della chitarra di Giovanni Baglioni, hanno vibrato, con un linguaggio armonico e poetico. Un Evento Live di straordinario successo per tutti coloro che, sensibili ai temi sociali e dei giovani, hanno scelto di essere presenti a fianco di Inner Wheel Club Sorrento, ad una serata suggestiva e indimenticabile, presentata dalla simpatica ed eccellente coppia Gigi Maresca e Marika Rinaldi, il cui ricavato contribuirà a sostenere i lavori per la sistemazione e l’allestimento di una saletta multimediale per i giovani dell’Oratorio San Martino. Lady Cipria nota fashion blogger presente in prima fila per applaudire il grande artista e per sostenere questa importante causa. La musica è un veicolo trainante di emozioni fondamentale per sostenere progetti importanti. L’ armonia tra chi diffonde la musica, e lo fa in un modo straordinario come Giovanni, e chi si occupa di divulgare messaggi di solidarietà, come da sempre Inner Wheel è eccezionale sostenitore, ci sprona a costruire un mondo migliore. Domenica sera 22 luglio a Sorrento vince l'amore per la propria terra e la comunità, per l'arte, l'amicizia e per una serata musicale con l'obiettivo di far crescere l'aggregazione sociale in un ambiente sano. Le note di solidarietà e le scale armoniche hanno vibrato e fatto emozionare all’unisono tutti i partecipanti e un grande pubblico di donne e famiglie con le accordature alternative di un figlio d'arte.

Si è aperto il sipario sui sapori dell’estate al ristorante “Da Ciccio Cielo Mare Terra” di Amalfi. La presentazione del menu estivo è stato un  momento di convivialità e relax, in cui gli ospiti  hanno avuto  l’occasione di raccogliere i racconti dello chef Marco Cavaliere e capirne in profondità le scelte gastronomiche.

Il Ristorante “Da Ciccio Cielo Mare Terra” è una delle strutture più antiche della Costiera Amalfitana, che vede oggi la quarta generazione della famiglia Laudano-Cavaliere adoperarsi al completo nella gestione di sala, cucina e cantina.

La cucina mira a salvaguardare i sapori del territorio e a promuovere l’attualità, associando l’esperienza dei più grandi all'entusiasmo dei più giovani.

La presentazione del menu estivo  è iniziata con  un aperitivo alle ore 19:00 svoltosi nel meraviglioso dehor del ristorante con affaccio sul mare dove sono stati serviti dei cocktail a base di Limone Costa D’Amalfi I.G.P.. Successivamente alle ore 20:00 titti  in sala per assaggiare il nuovo menu degustazione preparato per la stagione estiva dal resident chef e accompagnato dai vini biologici dell’azienda partner dell’evento Monte di Grazia di Tramonti.

L’azienda vinicola Monte di Grazia nasce nel 1993 grazie alla passione e alla determinazione di Alfonso Arpino, medico, che inizia a occuparsi dei vigneti di famiglia, e lo fa coltivando diverse e rare varietà locali di vite in un territorio dalle condizioni geografiche difficili. L’instabilità del terreno amalfitano costringe a una raccolta imperativamente manuale su un suolo terrazzato. L’enologo dell’azienda,Gerardo Vernazzaro, segue Alfonso Arpino nelle pratiche vitivinicole, dando vita a dei vini di carattere e dal quadro aromatico fortemente rappresentativo del territorio. I vini in abbinamento alle pietanze preparate dallo chef  Marco Cavaliere sono stati scelti in maniera molto accurata con lo scopo di esaltare al meglio materie prime locali di grande qualità.

L’appuntamento estivo all’insegna del buon vino e della cultura, presenterà all’interno del proprio programma il PREMIO RADICI – Eccellenze, un premio annuale assegnato agli stabiesi che legati saldamente alle proprie radici, si sono distinti e hanno reso forte il nome di Castellammare di Stabia nel mondo della cultura, dello sport, dei mestieri. Appuntamento  al Giardino Di Arianna, domenica 2 luglio 2017.

La bellezza di Anna Falchi e Pamela Camassa per una serata dedicata al fashion e all’abbigliamento. L’occasione è data dal lancio della nuova collezione autunno-inverno dei brand Maidoma e Lisa Kott del Gruppo Piscopo.

L’appuntamento è fissato per venerdì 16 giugno, durante la manifestazione promozionale in programma nella prestigiosa location del Dubai Village di Camposano. Alla presenza delle testimonial Anna Falchi e Pamela Camassa, la serata sarà caratterizzato da un aperitif dinner, con Carol Perfetto alla Consolle.

A partire dagli anni ‘80, grazie alla forte passione di Luigi Piscopo, il Gruppo Piscopo si è insediato in maniera concreta nel settore dell’abbigliamento femminile, e la determinata voglia di costruire una forte realtà imprenditoriale è stata oggi raccolta con dedizione e attenzione dai figli Antonio, Pasqua e Vincenzo Piscopo.

Soddisfatto l’art director, Pietro Aiello Cilento d’Altavilla: “Questo fashion event non sarà un classico defilé ma un percorso creativo che fonde la sofisticata modernità del visual alle texture decise, in perfetta armonia tra tradizione e nuove tendenze glamour”.

Umberto Verdoliva ha iniziato ad occuparsi di fotografia nel 2006.
Il suo principale interesse è rivolto verso la fotografia di strada e di reportage.  
Il suo segno distintivo è sicuramente quello di scrutare l’apparente semplicità della quotidianità umana, "tentando" di trasformare l’ordinario, in un evento unico e irripetibile con stile ed eleganza che solo un occhio attento e sensibile è in grado di afferrare pienamente. 
E’ membro dal 2010 della collettiva internazionale http://www.street-photographers.com/
Nel 2013 ha fondato "Spontanea" http://www.spontanea.org/ collettiva italiana dedicata alla street photography.
Website personale: www.umbertoverdoliva.it 
Flickr: http://www.flickr.com/photos/umbertoverdoliva/

La scuola elementare Basilio Cecchi, primo circolo di Castellammare, saluta la chiusura dell'anno scolastico con il progetto denominato " Miniolimpiadi " voluto fortemete dalla Maestra Giuseppina Barone, insieme alle docenti M.Rosaria De Rosa e Silvana Ilardi, e dalla dirigente.

Questala scheda di presentazione in sintesi.

" Il progetto mira a dare il giusto risalto alle attività motorie basandosi sull’interazione fisica e sociale, offre opportunità educative che consentono un’analisi delle proprie capacità identificando i punti deboli e valorizzando le possibilità di ognuno e di rivolgere un’attenzione particolare nei confronti dell’altro, delle sue specificità fisiche ed affettive, di esaltare il valore della cooperazione attiva all’interno di un gruppo di pari, facendo sì che le varie forme di diversità individuali vengano riconosciute e valorizzate evitando che le differenze si trasformino in disuguaglianze. Il progetto, pensato come un insieme di attività trasversali all’intero curricolo, persegue un obiettivo generale, che riguarda il gioco come strumento importante di socializzazione tra i bambini. "

Insomma le Miniolimpiadi, a cui parrtecipano le classi di prima, seconda e terza della scuola primaria, diventano un persorso altamente educativo che si svolge attraverso il gioco, la sana competizione e la conoscenza di sè.

Interessata al progetto, anche la scuola dell'infazia, inpegnata nel progetto " Giocodanza " in cui il bambino sperimenta le numerose possibilità comunicative offerte dal suo corpo, scoprirà che la qualità dei suoi movimenti dipende dalle emozioni che prova, dallo spazio che ha a disposizione e dalla presenza degli altri compagni.

 

Giovedì, 08 Giugno 2017 18:59

Moscato, la mia Spoon River napoletana

Una Antologia di Spoon River 'riscritta' da Enzo Moscato, il cimitero sulla collina che diventa Partenope ovvero uno sterminato obitorio cittadino creatosi dopo l'ennesima eruzione del Vesuvio: debutta domani in prima assoluta, al decimo Napoli Teatro Festival Italia (ore 21, Galleria Toledo), Raccogliere & Bruciare (Ingresso a Spentaluce), 80 frammenti dall'opera di Edgar Lee Masters non solo tradotti in napoletano ma ricodificati dal drammaturgo partenopeo, che è anche regista ed interprete di una inedita drammaturgia insieme al ricchissimo cast.
    "Portare sulla scena, dopo averla imbrattata qua e là di lingua e di suoni napoletani - scrive Moscato - l'incredibile Antologia di Spoon River, capolavoro tale da aver già rappresentato oggetto di studio e adattamento di autori italiani come Cesare Pavese, Fernanda Pivano e Fabrizio De André è sempre stato un mio obiettivo".

Giovedì, 04 Maggio 2017 14:49

Uomo e Robot: metamorfosi di un’alleanza

 

Studiosi di Intelligenza Artificiale ed Economisti alla ricerca di linee guida per un equilibrio sostenibile

 

Giovedì 11 maggio 2017 ore 10:00-13:00

Aula Magna del Polo delle Scienze Sociali Università degli Studi di Firenze

 

 

Roma, 2 maggio 2017. Inedita collaborazione fra esperti di Intelligenza Artificiale e Economisti impegnati a definire un Manifesto per l’alleanza sostenibile fra Uomo e Robot. Sono i vertici dell’Associazione Italiana Intelligenza Artificiale a chiamare all’appello tutti coloro che vogliono gestire una realtà ormai evidente: le capacità di robot e sistemi software progrediscono velocemente, dobbiamo sentirci minacciati o gestire l’opportunità?

Alcune notizie e previsioni di ampia risonanza fanno tendere al pessimismo, in Giappone, infatti, una compagnia di assicurazione ha licenziato 34 impiegati per sostituirli con Watson, Intelligenza Artificiale IBM. Una ricerca del World Economic Forum stabilisce che entro il 2020 oltre 7 milioni di lavoratori saranno sostituiti da robot o programmi intelligenti. Il report redatto dalla Oxford Martin School e Citibank nel gennaio del 2016 e intitolato Technology at work: V2.0, afferma che il 35% dei lavoratori in Inghilterra sono a rischio di essere rimpiazzati dall’automazione da qui al 2025, il 47% negli Stati Uniti, con una media nei paesi OECD del 57%. In Cina il rischio raggiunge il 77%.

Lo studio di Acemoglu e Restrepo (2017), stima che già oggi negli USA ogni robot in più per 1000 lavoratori riduce il tasso di occupazione del 0,18-0,34%, e la paga oraria del 0,25-0,5% (dati 1990-2007).

 “Come reagire e promuovere soluzioni di collaborazione costruttiva fra uomini e macchine è lo scopo del nostro lavoro - afferma Piero Poccianti -  vicepresidente AI*IA -  il primo passo è contaminare i campi di conoscenza. Ecco perché ci ritroviamo a Firenze l’11 maggio a discutere di alleanze e soluzioni”.  

“Uomo e Robot: metamorfosi di un’alleanza” è il seminario organizzato a Firenze, giovedì 11 maggio 2017, dall’ AI*IA (Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale), con l’Università degli Studi di Firenze (Dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa) e la media partnership di ‘Media Duemila”, la prima rivista di cultura digitale italiana. L’evento avrà luogo, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 13:00, presso l’Aula Magna del Polo delle Scienze Sociali Università degli Studi di Firenze.

Piero Poccianti (vicepresidente dell’AI*IA) apre l’incontro con una relazione sullo “Stato dell’arte dell’intelligenza artificiale” i lavori proseguono con Anna Pettini (Economista UNIFI) che parla di crescita quantitativa quale bussola distorta per parlare di sviluppo umano e sviluppo tecnologico; Carlo Clericetti (giornalista, La Repubblica) approfondisce il tema dell’ideologia in economia e di come ciò possa orientare la ricerca di IA ; Amedeo Cesta (presidente dell’AI*IA) illustra minacce e opportunità dell’avvento dei robot; Nicola Costantino (Economista aziendale Politecnico di Bari) descrive le caratteristiche dell’economia in arrivo; Roberto Basili (Ingegnere Università di Roma Tor Vergata)e Giovanni Semeraro (Dipartimento di Computer Science Università di Bari) discutono degli elementi di base che le tecnologie del linguaggio offrono alla intermediazione tecnologica, a supporto della analisi socio-economica; Marco Scarselli(Data Scientist e presidente di Kinoa startup innovativa) si dedica a ricerca sociale e IA; Cristina Baroglio (Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Informatica) focalizza gli approcci e le tecnologie prodotte dall’IA che forniscono un contributo prezioso e insostituibile per il miglioramento della qualità della vita quotidiana. Infine conclude l’evento Michela Milano (Prof.ssa Dipartimento di Informatica – Scienza – Ingegneria Università di Bologna) che parla di Computational Sustainability: quando l’AI può aiutare lo sviluppo sostenibile. Modera Maria Pia Rossignaud (direttrice Media Duemila e vicepresidente TuttiMedia).

 

Totò Tappost: dieci opere dell’eclettico artista Luigi Masecchia, classe 1975, per il Maggio dei Monumenti 2017 e i dieci anni di Wine & The City. E così dall’11 maggio al 30 giugno al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo protagonisti i coloratissimi tappi del progetto Tappost, basato sul concetto di up-cycling ovvero sul riuso dei tappi di metallo, per un’iniziativa che lega cultura e  integrazione, buon bere e creatività. I tappi, infatti, sono lavorati da giovani diversamente abili e che vivono in situazioni di disagio con la supervisione di associazioni e dello stesso Masecchia. Tema delle opere - soprattutto quadri - sarà Totò, a cui è dedicato il Maggio dei Monumenti 2017. 

L'evento, infatti, rientra nel cartellone promosso dall'assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele che sarà presente al vernissage (giovedì 11 maggio, ore 18 ingresso libero). Musica e finger food, quindi, per brindare a Tappost tra impegno sociale e arte!

 

 

 

 

 

Chiabotto e Fulco testimonial dell’iniziativa di sensibilizzazione sulle malattie rare

 

Bellezza, sport e solidarietà. Cristina Chiabotto e Fabio Fulco per una serata dedicata alla ricerca e alla cura delle malattie rare che colpiscono in particolare i bambini. L’occasione è data dall’inaugurazione del “Dubai Village”, struttura polifunzionale di Camposano, il cui taglio del nastro è previsto per domani, giovedì 20 aprile alle 21. Un impegno imprenditoriale promosso dalla famiglia Ambrosio di Ottaviano, uno sforzo notevole che ha visto la creazione di 53 nuovi posti di lavoro.

Ma dietro il messaggio imprenditoriale, c’è un aspetto sociale molto significativo: “Ogni minuto – dice il presidente del gruppo, Gaetano Ambrosio – nel mondo nascono dieci bambini con malattie rare, che non sempre si manifestano al momento della nascita ma che comunque si palesano nei primi 10 anni di vita. Finora sono state censite seimila malattie rare e di queste il 75% colpisce bambini. Non potevamo dunque restare insensibili di fronte a un dato del genere”. Per questo motivo all’inaugurazione, curata dal direttore artistico Pietro Aiello Cilento d’Altavilla, sarà presente insieme a Cristina Chiabotto e Fabio Fulco, il professor Raffaele Iorio del Nuovo Policlinico di Napoli. I responsabili del Dubai Village hanno chiesto che nella circostanza gli invitati partecipino con una donazione in denaro, che funga da “regalo” ben augurante alla struttura: l’intero ricavato sarà devoluto ad un’associazione che in Italia si occupa della ricerca e cura delle malattie rare.

Un aspetto che verrà ricordato anche nel corso della cerimonia inaugurale, quando una bambina porterà idealmente una torcia per accendere un braciere, al fine di ricordare una frase pronunciata da Madre Teresa di Calcutta: “Chi nel cammino buio della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell'ora buia di qualcuno non è vissuto invano”.

Presso l’aula consiliare “Falcone e Borsellino” del Comune di Castellammare di Stabia si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento “La notte delle stelle”, organizzato dall’AICAST di Castellammare di Stabia. Alla presentazione erano presenti: Ciro Fiola (Presidente Regionale AICAST), Anotnio Pannullo (Sindaco di Castellammare di Stabia), Giorgio De Angelis (Presidente Aicast Castellammare), Alfredo Varone (Direttore Artistico del Comune di Castellammare di Stabia), Annalisa Armeno (Assessore al Turismo), Carla Di Maio (Assessore agli Spettacoli). L’evento organizzato per il 29 aprile prossimo sarà cadenzato da sfilate di moda, esibizioni di artisti ed animazione per i più piccoli. Il centro di Castellammare si trasformerà in una grande area dove il divertimento e l’intrattenimento faranno da “padroni di casa”.
«Siamo aperti ad ogni tipo di evento che attiri visitatori e turisti in città – dichiara il Sindaco Antonio Pannullo – Proprio sulla scorta delle notizie di questi giorni, dove leggiamo del “sold out” delle strutture ricettive stabiesi per il ponte di Pasqua, non posso che esserne felice e fiero. Questo naturalmente grazie anche ai cittadini che si mettono in gioco proprio come ha fatto l’AICAST nell’organizzare quest’evento.»
Sulla stessa scia positiva del primo cittadino stabiese, anche il Presidente dell’AICAST, Giorgio De Angelis: « Apriamo con “La Notte delle Stelle” una lunga serie di evenmti che stiamo organizzando a Castellamare. Siamo fiduciosi nell’aiuto di tutti, perchè gli stabiesi hanno voglia di “rialzarsi”, e questo si può fare attraverso il commercio. Castellammare presto sarà di nuovo il centro commerciale che attrae migliaia di visitatori a settimana.» «L’evento organizzato dall’AICAST, a quanto pare, è il primo di una lunga serie che l’associazione metterà in piedi – dichiara Alfredo Varone, Direttore aRtistico del Comune di Castellammare di Stabia – Noi come amministrazione valutiamo tutte le proposte che ci vengono fatte. Eventi e manifestazioni che saranno il trampolino di lancio della nuova Castellammare, dove tutti gli stabiesi potranno tornare ad essere orgogliosi della loro città.»
Appuntamento quindi per il 29 aprile, per “La Notte delle Stelle”.

 

 

 

Domani pomeriggio alla Fire Cars tappa regionale del Fiat Music Studio 2017

 

Red Ronnie a Castellammare di Stabia alla ricerca di giovani talenti della musica. L’occasione è data dall’unica tappa campana del Fiat Music Studio 2017, in contest che vede il noto talent scout in giro per l’Italia con l’obiettivo di scovare i futuri protagonisti della musica leggera.

Si annuncia una partecipazione massiccia domani pomeriggio nella sede di Firs Care, la concessionaria che ospita l’evento che in altre parti della penisola ha richiamato l’attenzione di decine di giovani e che ha portato alla ribalta talenti di sicuro valore. A promuovere l’iniziativa Annacarla Giusti: “Ancora una volta accendiamo i riflettori in maniera positiva sulla nostra città, fornendo un tema di riflessione per tanti ragazzi alla ricerca di un’opportunità per farsi conoscere”.

È quella in programma domani con inizio alle ore 15 è davvero un’occasione irripetibile: i musicisti in erba della Campania potranno infatti partecipare alle selezioni semplicemente dotandosi di una chiavetta Usb per fare ascoltare i loro brani attraverso un computer o esibendosi dal vivo accompagnati da una chitarra.

Le audizioni dureranno tutto il pomeriggio, tanto che è stato previsto un aperitivo alle 19 accompagnato dalle note mixate da YaYa Dj.

Ma guai a definire questo contest un “talent”, come spiega lo stesso Red Ronnie: “Oggi i giovani sono smarriti – sottolinea – I produttori non ci sono più e le case discografiche prendono i cantanti appena usciti dai talent. Un ragazzo fa una canzone, la canta alla sua fidanzata e ai suoi amici: vede dieci persone che cantano il suo pezzo e crede che quella sia la canzone perfetta. Ma sbaglia completamente la parte del marketing. Perché i ragazzi non hanno più le persone che si occupano di loro: non c’è più chi crede negli emergenti. Io con Fiat Music incontro tutti i giovani che vogliono confrontarsi con me. Però non sono un produttore, non ho le edizioni musicali, perché il mio è un altro mestiere: trovare degli spazi per questi artisti e dare loro dei consigli”.

 

Castellammare di Stabia, 6 aprile 2017

 

Stretta di mano all’artrite reumatoide”: visite gratuite con specialisti

Torna per il secondo anno l’iniziativa di screening gratuito per l’artrite reumatoide: appuntamento sabato 8 aprile a Napoli in via Scarlatti

 

Sabato 8 aprile a Napoli in via Scarlatti, torna l’appuntamento con “Stretta di mano all’artrite reumatoide”: dalle 9.00 alle 17.00 sei medici specialisti in reumatologia saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni sulla prevenzione dei danni provocati dall’artrite reumatoide e per effettuare visite e controlli sullo stato di salute.

Le visite specialistiche reumatologiche e l’esame ecografico, gratuiti, sono rivolti a tutti i cittadini che presentano problematiche articolari, in particolare dolore e gonfiore di piccole articolazioni (mani e polsi) e rigidità al risveglio mattutino per più di trenta minuti.

L'artrite reumatoide è una patologia cronica che può colpire mani, polsi, piedi, caviglie, ginocchia e altre articolazioni. Colpisce più di 20 milioni di persone nel mondo e circa 300 mila in Italia. Può manifestarsi a qualsiasi età, tuttavia si presenta generalmente tra i 35 e i 50 anni e colpisce soprattutto le donne. La causa scatenante della malattia è a tutt'oggi sconosciuta.

E’ una patologia ancora poco conosciuta e spesso confusa con altre malattie reumatiche. Fondamentale quindi è il potersi confrontare con un medico specialista, il reumatologo, che una volta accertata la diagnosi, può intervenire per rallentare la progressione della patologia.

L’iniziativa “Stretta di mano all’artrite reumatoide”, realizzata grazie al supporto incondizionato di Roche, vuole porre l’attenzione sull’importanza di una diagnosi precoce, fondamentale poiché il danno articolare si produce con maggior velocità nei primi anni della malattia. Quanto più l'artrite reumatoide è diagnosticata precocemente, tanto più si potranno prevenire o evitare i danni permanenti.

Le prenotazioni per le visite saranno gestite in loco da una hostess, che provvederà a distribuire in base all’ordine di arrivo, il numero associato alla prenotazione. Le persone chiamate mediante numero di prenotazione esporranno le loro problematiche, verranno sottoposte ad ecografia e successiva consulenza specialistica.

Per maggiori informazioni sull’artrite reumatoide è possibile visitare il sito www.arioneparlo.it

Dal 16 marzo 2017, Ismaele Film porta nelle sale italiane il film “Aeffetto Domino”, opera seconda dello stabiese Fabio Massa, apprezzato regista di corti premiati in tutto il mondo e di attori in vari fiction e film per il cinema, qui nelle vesti anche di protagonista e  sceneggiatore della pellicola.

 

Intorno a Massa, un coro di attori straordinari, a partire da un’intensa Cristina Donadio, nei panni inediti dell’amorevole madre del protagonista, dopo l’exploit nel ruolo della spietata boss Scianel nella seconda stagione di Gomorra – La serie. Accanto a loro, Pietro De Silva (La vita è bella, L’ora di religione, Anche libero va bene), Salvatore Cantalupo (lanciato da Gomorra di Matteo Garrone), Mohamed Zouaoui (vincitore del Globo d'oro come rivelazione nel 2011 per I fiori di Kirkuk), Ivan Bacchi (uno dei volti del cinema di Ferzan Ozpetek) e Martina Liberti (Mozzarella Stories, Un Posto al sole). 

Martedì, 24 Gennaio 2017 11:29

Castellammare, nasce "PIAZZA ATTIVA"

L'Associazione "PIAZZA ATTIVA" si presenta alla Città.


"PIAZZA ATTIVA" è una libera associazione senza scopo di lucro e apolitica che, oltre all'impegno virtuale sul gruppo "Piazza Virtuale" è presente sul territorio di Castellammare di Stabia e dintorni anche in modo reale e concreto.


La missione dell'Associazione "PIAZZA ATTIVA" è:

• Raggruppare professionisti e tecnici, così come chi non ha un titolo specifico, che hanno a cuore la propria città e intendono contribuire a migliorarla;

• proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, problematiche tecniche, o qualunque altro disagio cittadino con lo scopo di approfondire, trattare e, quando possibile, risolvere ogni tematica affrontata;

• porsi come punto di riferimento per chiunque viva una situazione di disagio dovuta ad un’inefficienza delle istituzioni, con la prospettiva di trovare, tramite la rete tecnico-professionale dei soci, una risoluzione propositiva.

• Nel settore della tutela dei diritti civili, l’Associazione intende promuovere una cultura dell’interculturalità e del rispetto del territorio inteso quale “bene comune”.

• Creare un “ laboratorio di idee e progettualità” mirate alla crescita del valore culturale del territorio.

Quante volte abbiamo sentito dire in televisione “E’ IL BELLO DELLA DIRETTA”…Ma a volte cio’ che sembra bello,in realta’ nasconde cio’ che non si vuole vedere..Tradimenti,sotterfugi, pacchi e contropacchi.. una emittente locale,scenario di accordi segreti e vendette non riuscite..due belle donne,due goffi uomini,quattro amanti le cui vite saranno indissolubilmente legate a doppio filo fino a.. adesso volete sapere troppo! Questo il tema della commedia,prodotta da Anfhoras Production, scritta da Lello Marangio, che dopo il grande successo di “Stresssati..ancora di piu”, ritornano in teatro con una nuova piece, moderna, attualissima, esilarante, dai ritmi frenetici un mix di comicita’ di situazioni e battute. In scena Lucio Pierri,Maria Mazza ,Lello Radice e con Barbara Petrillo e Massimo Carrino. Mettetevi comodi..la trasmissione sta per iniziare.. Scusate..lo spettacolo sta per iniziare..ma a volte si puo’ sbagliare…E’ “IL BELLO DELLA DIRETTA”

STASERA appuntamento a scuola. Anzi, al liceo. Si tira tardi in classe, tra i corridoi, nell’aula magna. Si recita, si canta, si legge, si mangia. Appuntamenti in tutta Italia; così come in città e in Campania. Oltre 350 scuole coinvolte. Per convincere i liceali di domani a scegliere proprio il Classico, per ribadire l’importanza, nella cultura occidentale, di una formula che subisce l’attacco di chi lo boccia per privilegiare la cultura scientifica. Il dibattito è aperto da anni, circa l’opportunità di continuare a studiare il greco e il latino, ma nonostante gli interventi di intellettuali e scienziati il liceo classico fatica a recuperare smalto. E iscritti. Così stasera, come già l’anno scorso e due anni fa, i licei classici si vestono a festa per una kermesse che coinvolgerà gli studenti, le famiglie e ospiti esterni. Si comincia intorno alle 18, con programmi che variano da un istituto all’altro, ma che hanno un unico filo conduttore: dimostrare che la modernità non può fare a meno del liceo classico e che in queste scuole si prepara il futuro.

Al Plinio Seniore di Castellammare di Stabia ci saranno, tra gli altri, un paladino degli studi archeologici, il docente Carlo Rescigno, un critico teatrale che si è appena assunto il compito di far rivivere a Castellammare l’opera di Raffaele Viviani, Giulio Baffi, il direttore del parco marino di Punta Campanella, Antonino Miccio, artisti come Piero Pepe e Anna Spagnuolo. E mentre gli studenti proporranno immagini, suoni e voci del mondo classico, le ricette di Apicio saranno in trionfo sul buffet che permetterà di gustare la cucina latina.

Domenica, 01 Gennaio 2017 19:45

Rappoport, io tra Pushkin e Salvatores

 "All'epoca delle riprese del primo film nessuno immaginava che del Ragazzo invisibile ci sarebbe stato un seguito. Invece è stato fantastico lavorare di nuovo con Salvatores, un regista che sa cosa vuole, ma lascia moltissima liberta". Ksenia Rappoport, attrice russa lanciata da Tornatore ne La sconosciuta, a Capri, Hollywood ha accompagnato in anteprima Queen of spades di Pavel Lungin e ha parlato del sequel che uscirà in autunno: "Il lavoro di effetti speciali è lungo e credo sia appena cominciato. Io sarò ancora nei panni di Yelena". 'Il ragazzo invisibile - Fratelli' riprenderà la storia dove s'era interrotta, con Ludovico Girardello e Valeria Golino.
    David di Donatello nel 2007 per il ruolo con Tornatore, Coppa Volpi a Venezia 2009 per 'La doppia ora' di Capotondi, nella Regina di Spade l'attrice è "la dama di picche, ovvero la cantante lirica Sophia Maier, che torna nella città natale per interpretare il ruolo della contessa nella rilettura che Ciajkovskij fa del testo di Pushkin".

Una raccolta fondi per una delle più grandi strutture ospedaliere riservate ai bambini, ristoranti stellati e sullo sfondo un’importante impresa che amplia l’offerta nell’area stabiese e in penisola sorrentina. Tutto questo nella serata di ieri  a Castellammare di Stabia, promossa dai vertici aziendali di Fire Cars, azienda fondata nel 1988 da Giacinto Giusti e da allora punto di riferimento automobilistico per l’intero comprensorio.

A quasi 30 anni di distanza, l’azienda fa il punto della situazione in una giornata di festa e solidarietà.  L''acquisizione dei Brand Alfa Romeo e Jeep una serie di eccellenze del territorio si sono dati appuntamento aiutando la raccolta di fondi destinata a favorire le iniziative dell’associazione SOS Sostenitori Ospedale Santobono, la cui responsabile Emanuela Capuano ha allestito un apposito stand. Nessun dono quindi per l'inaugurazione ma una richiesta di raccolta fonti il cui ricavato servirà a finanziare le attività del reparto di Rianimazione pediatrica dell’ospedale napoletano.

Fire Cars, già concessionaria storica dei Brand Fiat, Fiat Professional, Lancia e Abarth, diventa quindi una delle poche realtà del Meridione, fortemente radicata sul territorio, in grado di offrire tutti i brand ed i modelli del Gruppo FCA, mantenendo inalterato lo stesso contatto diretto e personale con i propri clienti, da sempre suo punto di forza distintivo.

 

Per celebrare questa esclusività, si sono riuniti ristoranti stellati (La Torre del Saracino, Il Buco, Piazzetta Milù, Marina di Stabia); esponenti autorevoli dello street food locale e del cake design; l’attuale miglior pizzaiolo Gambero Rosso d’Italia, Ciro Oliva; il food multietnico con il ristorante giapponese AIJAP; l’immancabile pasta di Gragnano con il Pastificio Gentile; il vino e le bollicine di Feudi di San Gregorio; l’angolo relax del rum, sigari e cioccolata d’autore; il corner dedicato al campione italiano di slalom, il pilota Salvatore Venanzio. E ancora, l’angolo dei profumi-Corso Italia 150 e i gioielli esclusivi (Dodo, Pomellato, Gioielleria De Meo.). Il tutto accompagnato da un sottofondo musicale – Radio Yacht Lunare Project ed un trio Jazz acustico – e movimentato dalle performance di professionisti della street art.

Grande festa nella concessionaria Fiat Fire Cars

per un’azienda sulla breccia da 30 anni

 

Una raccolta fondi per una delle più grandi strutture ospedaliere riservate ai bambini, ristoranti stellati e sullo sfondo un’importante impresa che amplia l’offerta nell’area stabiese e in penisola sorrentina. C’è tutto questo nella serata in programma oggi, giovedì 15 dicembre, a Castellammare di Stabia, promossa dai vertici aziendali di Fire Cars, azienda fondata nel 1988 da Giacinto Giusti e da allora punto di riferimento automobilistico per l’intero comprensorio.

Oggi, a quasi 30 anni di distanza, l’azienda fa il punto della situazione in una giornata di festa e solidarietà. Questa sera per festeggiare l'acquisizione dei Brand Alfa Romeo e Jeep una serie di eccellenze del territorio si danno appuntamento aiutando la raccolta di fondi destinata a favorire le iniziative dell’associazione SOS Sostenitori Ospedale Santobono, la cui responsabile Emanuela Capuano allestirà un apposito stand. Nessun dono quindi per l'inaugurazione ma una richiesta di raccolta fonti il cui ricavato servirà a finanziare le attività del reparto di Rianimazione pediatrica dell’ospedale napoletano.

Fire Cars, già concessionaria storica dei Brand Fiat, Fiat Professional, Lancia e Abarth, diventa quindi una delle poche realtà del Meridione, fortemente radicata sul territorio, in grado di offrire tutti i brand ed i modelli del Gruppo FCA, mantenendo inalterato lo stesso contatto diretto e personale con i propri clienti, da sempre suo punto di forza distintivo.

 

Per celebrare questa esclusività, si riuniranno stasera ristoranti stellati (La Torre del Saracino, Il Buco, Piazzetta Milù, Marina di Stabia); esponenti autorevoli dello street food locale e del cake design; l’attuale miglior pizzaiolo Gambero Rosso d’Italia, Ciro Oliva; il food multietnico con il ristorante giapponese AIJAP; l’immancabile pasta di Gragnano con il Pastificio Gentile; il vino e le bollicine di Feudi di San Gregorio; l’angolo relax del rum, sigari e cioccolata d’autore; il corner dedicato al campione italiano di slalom, il pilota Salvatore Venanzio. E ancora, l’angolo dei profumi-Corso Italia 150 e i gioielli esclusivi (Dodo, Pomellato, Gioielleria De Meo.). Il tutto accompagnato da un sottofondo musicale – Radio Yacht Lunare Project ed un trio Jazz acustico – e movimentato dalle performance di professionisti della street art.

Domenica 11 dicembre, alle ore 11, presso l’Ex Ospedale della Pace di via dei Tribunali 16, viene presentato l’evento culturale Il figlio di Adamo (‘a figliata dei Femminielli). L’iniziativa, ideata dalle due associazioni partenopee Agora e ATN (Associazione Transessuali Napoli) e patrocinata dal Comune di Napoli, ha come obiettivo valorizzare i volti di una Napoli poco conosciuta. Da una parte infatti viene proposto un percorso alla riscoperta di uno dei gioielli architettonici e storici meno noti della città come l’Ex Ospedale della Pace, dall’altra vengono raccontate dimensioni di un’umanità troppo spesso ignorata, come quella dei transessuali, e la loro storia che affonda in radici antiche, come testimonia la “figliata dei Femminielli”. Si tratta di un viaggio nella bellezza e nel passato, dalle origini ad oggi, dell’Ex Ospedale, che ripercorre i passi dei suoi protagonisti da Sergianni Caracciolo proprietario del palazzo, al mondo dei frati giovanniti, che lo gestirono come luogo di cura, ai malati di peste o di malattie contagiose accolti nel suggestivo Lazzaretto. Ed è proprio in questa sala che, traslata in una dimensione altra, è previsto il secondo momento della mattinata: il racconto, attraverso il contributo di artisti dell’associazione Transessuali Napoletani, di uno dei fenomeni culturali unici al mondo, quello dei Femminielli napoletani, una delle figure cardine del contesto sociale di Napoli. In un alternarsi sincretico di tradizioni arcaiche, di rituali magico/religiosi e di eccentrica e a volte sofferente vita quotidiana, vissuta tra i limitati confini dei vicoli dei quartieri popolari, si ripercorrono storie antiche, ispirate alla tradizione, come la “figliata” del Femminielli, attraverso interventi teatralizzati, musicali, fino ad arrivare a testimonianze attuali.

In questo viaggio di riscoperta di un fenomeno antropologico unico e sconosciuto, le testimonianze dirette delle protagoniste apre a una possibilità di confronto reale e sono uno stimolo per travalicare i confini del pregiudizio.

  Quello che proponiamo è un momento di confronto, un dialogo culturale – racconta Ileana Capurro, presidente ATN – che muove dal passato, da una storia (anche artistica) della quale i transessuali hanno fatto parte, nell’auspicio che il presente e il futuro sappiano tenerne conto e fare dei passi avanti. È ovvio che questo significa lavorare verso un inserimento nella società delle persone transessuali, ma alla base c'è la comprensione reciproca. Lo spettacolo vuole essere un primo, leggero, passo in questa direzione”. 

I Protagonisti dei contributi artistici della giornata sono: Giuseppe Loffredo, Loredana Rossi, Carmen Ladybird, Tarantina, Ciretta Fortunato, Franco Bizzarro, Gennaro De Vita, Clementina Coppola, Enzo Tammurriello, Gennaro Ciardiello. I contributi musicali sono di Enzo Foniciello (Fonix) e Anna Merolla.

 

L’evento è a Prenotazione obbligatoria e prevede un contributo associativo, a sostegno dell'iniziativa.

Info prenotazioni AGORA cell 346 636 63 51-  ATN cell. 333 774 02 09

 

 

 

MEETING DEL VINO CAMPANO

Appuntamento 19 - 20 - 21 novembre -  Hotel Stabia - Castellammare

interviste a cura di Ciro Serrapica

 

Ritorna il prossimo 19,20 e 21 novembre 2016 il Meeting del Vino Campano, l’appuntamento ormai tradizionale all’insegna del vino e della cultura enogastronomica, che esalta tutto il gusto ed il sapere del territorio campano. 

Una rassegna dei migliori vini campani e delle aziende vitivinicole più in luce del ricco territorio regionale.

In una veste più completa e matura, il Meeting mette a frutto i risultati di un anno di esperienze e sinergie, di un TOUR vero e proprio: prima il Premio RADICI con l’evento Rosso di Stabia, poi la collaborazione con il Festival Internazionale del cinema Faito Doc Festival, e infine la sinergia con le manifestazioni Pomigliano Jazz e Divin Castagne.

Nella storica location dell’Hotel Stabia, nel centralissimo corso della città di Castellammare di Stabia, con oltre 200 mq dedicati all’esposizione e agli eventi, torna il Meeting da domenica 19 a lunedì 21 novembre, con oltre 60 aziende vitivinicole e 1500 presenze attese.

La manifestazione, forte delle trascorse edizioni, ha guadagnato la fiducia della Regione Campania e del Comune di Castellammare di Stabia, principali patrocinatori di questa V edizione 2016. Tra i principali partner per le degustazioni la FIS Fondazione Italiana Sommelier , l’AIS Penisola Sorrentina e la condotta Slow Food - Penisola Sorrentina e Capri.

Il programma si articolerà in un ricco ventaglio di attività, incontri, percorsi degustativi, showcooking che avranno come filo conduttore il vino. Si veda l’allegato programma in dettaglio.

L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “R. Viviani” di Castellammare di Stabia, insieme ai prestigiosi sponsor tecnici, offrirà l’oramai consueto supporto logistico mentre i media partners specializzati garantiranno la visibilità del programma, degli enti e degli sponsor.

Coronano la rete di collaborazioni, i pregiati patrocini di Unimpresa Area Metropolitana di Napoli, dell’Ascom Stabia, dell’ Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo Stabiese, della Pro Loco Stabia for you e dell’Associazione Donne del Vino Campania.

Questo e molto altro ancora offre il Meeting del vino campano: da sempre un’ osservatorio privilegiato in Campania per chi ama e ricerca la qualità ed i valori autentici del “Made in Italy”.

 

Per info

3492172359 – 3421901044

 

www.meetingdelvino campano.it

 

 

Il Prof. Alfonso Celotto incontra la cittadinanza Stabiese sui temi della riforma Costituzionale e l'importanza del " NO ".

E' fissato per questa sera l'incontro con il Prof. Alfonso Celotto Ordinario di Diritto Costituzionale Università Roma 3, nel quale si spiegheranno e documenteranno le ragioni del " NO " al referendum del 4 dicembre. 

Introduce Michele Starace, Dottore in Giurisprudenza.

Per chi voglia partecipare l'appuntamento è presso la sala della Scuola Cinema Méliés, in via Tavernola 5 a Castellammare di Stabia. Ore 19.00

Pagina 1 di 4