Sarà presentata presso la sala della Santissima Trinità nel comune di Vico Equense, lunedì 31 Luglio alle ore 12,00 la  X edizione del Faito Doc Festival.  “Orizzonti” è il tema scelto quest’anno per il festival che dal 1 al 7 agosto chiamerà sul Monte Faito registi e documentaristi da tutto il mondo. Tanti registi, tanti film , tanti eventi per grandi e più giovani e tanta musica. Concerti all’alba, al tramonto e un grande concerto finale. Ad aprire la decima edizione del Festival sarà un omaggio al grande Maestro del cinema Michelangelo Antonioni ‘’Il Faito doc Festival – scrive Enrica Antonioni, vedova del regista – è un piccolo grande miracolo. Già la montagna del Faito lo è. In giuria 10 anni fa ci siamo avventurati in tanti mondi diversi, ben al di là dei nostri confini. Questa è la vostra forza e vi auguro che i vostri orizzonti possano sempre guardare lontano, oltre a noi stessi. Sono molto contenta dell’omaggio a Michelangelo. I vostri 10 anni di vita coincidono con la sua scomparsa ed io, alla vostra nascita, spero di aver portato un po’ della sua presenza’’. Dopo l’omaggio ad Antonioni il festival accompagnerà gli appassionati per ben sette giorni. ‘’Monte Faito – commentano i due direttori Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro- durante sette giorni diventa un’isola multiculturale e plurilinguistica attraverso documentari provenienti e coprodotti da 17 paesi diversi, con registi, artisti e personalità del mondo del Cinema del Reale che giungono da più parti d’Europa e del Mondo. Un evento cresciuto nel tempo . ‘’ Abbiamo avuto in giuria – nel corso di questi dieci anni – personalità di primissima importanza del Cinema del Reale – come: Thierry Garrel, Lorenzo Hendel, Michel Baudour, Antonio Capuano, Enrica Fico Antonioni, Marilyn Watelet, Babak Karimi, Olivier Smolders, Hugues Le Paige e  quest’anno avremo ;una giuria d’eccezione.: Ci onoreranno della loro presenza , in questa edizione, Luciano Barisone, gia’ Direttore del festival Visions du Réel di Nyon, Carine Bratzlavsky, Producer RTBF , Valérie Gerbault, General Delegate of ‘CMCA PriMed, Salvatore Tomai, regista e autore televisivo RAI, Waddah Al Fahed, regista pluripremiatoe gia’ membro della giuria del “Lucania Festival’’.
 
I film in competizione e l’intero programma del Festival saranno illustrati alla stampa lunedi 31 Luglio alle ore 12,00. Alla conferenza stampa parteciperanno il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, l’assessore Laura del Pezzo, il consigliere regionale Alfonso Longobardi
Venerdì, 28 Luglio 2017 13:07

Frassica: "A Castellammare ci sarò"

Castellammare - Sale l’attesa per lo spettacolo di Nino Frassica ei Los Plaggers Band alle Antiche Terme

Castellammare di Stabia – Sale l’attesa per l’evento dell’estate stabiese: Nino Frassica e o Los Plaggers Band alle Antiche Terme. Con un video messaggio, è lo stesso comico siciliano a rassicurare i fan sulle sue condizioni di salute: «Sto bene. Vi aspetto tutti alle sabato 29 alle Antiche Terme di Castellammare di Stabia» dice l’attore. Il riferimento è al brutto episodio accadutogli in Puglia per una lieve congestione in seguito al caldo. Fortunatamente tutto è passato ed il comico è pronto ad intrattenere nella magia di Castellammare di Stabia gli spettatori: con uno spettacolo misto tra musica e comicità, gli artisti ripercorreranno la comicità classica di Nino Frassica sulle note delle più famose canzoni italiane.

 

Tutto pronto quindi per l’ appuntamento di sabato sera con Nino Frassica e i Los Plaggers Band nelle Antiche Terme di Stabia, con un evento spettacolo organizzato dall’associazione Stabia in Strada che, da anni sul territorio, non è nuova all’organizzazione di eventi del genere.  

Domenica, 23 Luglio 2017 18:09

GIOVANNI BAGLIONI EMOZIONA SORRENTO

 

International Inner Wheel Sorrento ha proposto e presentato Giovanni Baglioni nella splendida cornice di Villa Fiorentino, sede e luogo di confronto culturale della Fondazione Sorrento. In collaborazione e sostegno dall'assessorato alla Cultura di Sorrento Comune di Sorrento rappresentato da Maria Teresa De Angelis e la Fondazione Sorrento, luogo e centro di cultura, protagonista di eventi musicali e teatrali estivi, ben diretta dell'amministratore delegato avv. Gaetano Milano e dal suo competente staff attento alle esigenze degli ospiti e degli artisti. Giovanni Baglioni in concerto il 22 luglio ha creato atmosfere magiche ed emozionali. International Inner Wheel Sorrento con la grande professionalità, simpatia e spontaneità del giornalista Gigione Maresca di Eduardo Tv ha presentato Giovanni Baglioni in concerto. La delicatezza e la sensibilità femminile di Marika Rinaldi,donna e madre impegnata nel sociale , Eduardo staff tv, organizzatrice di eventi ha accompagnato la presentazione della serata e delle organizzazioni che hanno fatto rete, per sostenere un progetto di solidarietà. La musica al centro dell'ascolto, sempre con Giovanni Baglioni e la sua straordinaria chitarra acustica. Il concerto unico con la chitarra acustica suonata con tecniche e linguaggi nuovi e il finger style e il tapping, il 22 luglio a Sorrento, presso Villa Fiorentino è stato organizzato dall’ International Inner Wheel Club di Sorrento grazie all'impegno della nuova presidentessa Anita Lotito Gargiulo ben coadiuvata dal marito Gaetano e dalle associate, per la solidarietà e raccolta fondi per sostenere un progetto volto alla realizzazione di una sala multimediale interattiva per i giovani presso la parrocchia di don Antonio alla Chiesa di San Martino a Sant'Agnello. Una data molto importante che va ad arricchire l'esperienza di vita artistica e il confronto con l'associazionismo sorrentino. Il calendario di concerti ed esibizioni del grande chitarrista ha creato forti emozioni la sera prima a Napoli a Castel Sant'Elmo e poi a Villa Fiorentino domenica a Sorrento. Prima visita per gli ospiti all'esposizione di Chagall all'interno delle sale e poi lo spettacolo nel giardino sorrentino, con le note di composizioni sonore acustiche di un chitarrista talentuoso. Toro seduto ascendente Leone tra i pezzi più interessanti e coinvolgenti per un pubblico numeroso, presente per la beneficenza. Musica e solidarietà gli elementi trainanti di una serata magica nella splendida Villa Fiorentino, già sede di Fondazione Sorrento. Il Club Inner Wheel Sorrento, in quest’anno sociale, con il progetto “Adotta un Oratorio”, intende dare il suo contributo per accrescere i legami sociali adolescenziali, aggregare i giovani attorno a sani valori morali e fisici, favorire il confronto intergenerazionale, educare alla sana convivenza. Il Club innerino sezione Sorrento nel corso di questi dodici mesi organizzerà, sosterrà e promuoverà convegni, manifestazioni ed eventi, tutti incentrati sui giovani e per i giovani. A dare il via al progetto innerino 2017/2018 il Concerto di chitarra acustica del 22 luglio. Uno spettacolo musicale per esperti ed appassionati, nel corso del quale le corde della chitarra di Giovanni Baglioni, hanno vibrato, con un linguaggio armonico e poetico. Un Evento Live di straordinario successo per tutti coloro che, sensibili ai temi sociali e dei giovani, hanno scelto di essere presenti a fianco di Inner Wheel Club Sorrento, ad una serata suggestiva e indimenticabile, presentata dalla simpatica ed eccellente coppia Gigi Maresca e Marika Rinaldi, il cui ricavato contribuirà a sostenere i lavori per la sistemazione e l’allestimento di una saletta multimediale per i giovani dell’Oratorio San Martino. Lady Cipria nota fashion blogger presente in prima fila per applaudire il grande artista e per sostenere questa importante causa. La musica è un veicolo trainante di emozioni fondamentale per sostenere progetti importanti. L’ armonia tra chi diffonde la musica, e lo fa in un modo straordinario come Giovanni, e chi si occupa di divulgare messaggi di solidarietà, come da sempre Inner Wheel è eccezionale sostenitore, ci sprona a costruire un mondo migliore. Domenica sera 22 luglio a Sorrento vince l'amore per la propria terra e la comunità, per l'arte, l'amicizia e per una serata musicale con l'obiettivo di far crescere l'aggregazione sociale in un ambiente sano. Le note di solidarietà e le scale armoniche hanno vibrato e fatto emozionare all’unisono tutti i partecipanti e un grande pubblico di donne e famiglie con le accordature alternative di un figlio d'arte.

Si è aperto il sipario sui sapori dell’estate al ristorante “Da Ciccio Cielo Mare Terra” di Amalfi. La presentazione del menu estivo è stato un  momento di convivialità e relax, in cui gli ospiti  hanno avuto  l’occasione di raccogliere i racconti dello chef Marco Cavaliere e capirne in profondità le scelte gastronomiche.

Il Ristorante “Da Ciccio Cielo Mare Terra” è una delle strutture più antiche della Costiera Amalfitana, che vede oggi la quarta generazione della famiglia Laudano-Cavaliere adoperarsi al completo nella gestione di sala, cucina e cantina.

La cucina mira a salvaguardare i sapori del territorio e a promuovere l’attualità, associando l’esperienza dei più grandi all'entusiasmo dei più giovani.

La presentazione del menu estivo  è iniziata con  un aperitivo alle ore 19:00 svoltosi nel meraviglioso dehor del ristorante con affaccio sul mare dove sono stati serviti dei cocktail a base di Limone Costa D’Amalfi I.G.P.. Successivamente alle ore 20:00 titti  in sala per assaggiare il nuovo menu degustazione preparato per la stagione estiva dal resident chef e accompagnato dai vini biologici dell’azienda partner dell’evento Monte di Grazia di Tramonti.

L’azienda vinicola Monte di Grazia nasce nel 1993 grazie alla passione e alla determinazione di Alfonso Arpino, medico, che inizia a occuparsi dei vigneti di famiglia, e lo fa coltivando diverse e rare varietà locali di vite in un territorio dalle condizioni geografiche difficili. L’instabilità del terreno amalfitano costringe a una raccolta imperativamente manuale su un suolo terrazzato. L’enologo dell’azienda,Gerardo Vernazzaro, segue Alfonso Arpino nelle pratiche vitivinicole, dando vita a dei vini di carattere e dal quadro aromatico fortemente rappresentativo del territorio. I vini in abbinamento alle pietanze preparate dallo chef  Marco Cavaliere sono stati scelti in maniera molto accurata con lo scopo di esaltare al meglio materie prime locali di grande qualità.

L’appuntamento estivo all’insegna del buon vino e della cultura, presenterà all’interno del proprio programma il PREMIO RADICI – Eccellenze, un premio annuale assegnato agli stabiesi che legati saldamente alle proprie radici, si sono distinti e hanno reso forte il nome di Castellammare di Stabia nel mondo della cultura, dello sport, dei mestieri. Appuntamento  al Giardino Di Arianna, domenica 2 luglio 2017.

La bellezza di Anna Falchi e Pamela Camassa per una serata dedicata al fashion e all’abbigliamento. L’occasione è data dal lancio della nuova collezione autunno-inverno dei brand Maidoma e Lisa Kott del Gruppo Piscopo.

L’appuntamento è fissato per venerdì 16 giugno, durante la manifestazione promozionale in programma nella prestigiosa location del Dubai Village di Camposano. Alla presenza delle testimonial Anna Falchi e Pamela Camassa, la serata sarà caratterizzato da un aperitif dinner, con Carol Perfetto alla Consolle.

A partire dagli anni ‘80, grazie alla forte passione di Luigi Piscopo, il Gruppo Piscopo si è insediato in maniera concreta nel settore dell’abbigliamento femminile, e la determinata voglia di costruire una forte realtà imprenditoriale è stata oggi raccolta con dedizione e attenzione dai figli Antonio, Pasqua e Vincenzo Piscopo.

Soddisfatto l’art director, Pietro Aiello Cilento d’Altavilla: “Questo fashion event non sarà un classico defilé ma un percorso creativo che fonde la sofisticata modernità del visual alle texture decise, in perfetta armonia tra tradizione e nuove tendenze glamour”.

Umberto Verdoliva ha iniziato ad occuparsi di fotografia nel 2006.
Il suo principale interesse è rivolto verso la fotografia di strada e di reportage.  
Il suo segno distintivo è sicuramente quello di scrutare l’apparente semplicità della quotidianità umana, "tentando" di trasformare l’ordinario, in un evento unico e irripetibile con stile ed eleganza che solo un occhio attento e sensibile è in grado di afferrare pienamente. 
E’ membro dal 2010 della collettiva internazionale http://www.street-photographers.com/
Nel 2013 ha fondato "Spontanea" http://www.spontanea.org/ collettiva italiana dedicata alla street photography.
Website personale: www.umbertoverdoliva.it 
Flickr: http://www.flickr.com/photos/umbertoverdoliva/

La scuola elementare Basilio Cecchi, primo circolo di Castellammare, saluta la chiusura dell'anno scolastico con il progetto denominato " Miniolimpiadi " voluto fortemete dalla Maestra Giuseppina Barone, insieme alle docenti M.Rosaria De Rosa e Silvana Ilardi, e dalla dirigente.

Questala scheda di presentazione in sintesi.

" Il progetto mira a dare il giusto risalto alle attività motorie basandosi sull’interazione fisica e sociale, offre opportunità educative che consentono un’analisi delle proprie capacità identificando i punti deboli e valorizzando le possibilità di ognuno e di rivolgere un’attenzione particolare nei confronti dell’altro, delle sue specificità fisiche ed affettive, di esaltare il valore della cooperazione attiva all’interno di un gruppo di pari, facendo sì che le varie forme di diversità individuali vengano riconosciute e valorizzate evitando che le differenze si trasformino in disuguaglianze. Il progetto, pensato come un insieme di attività trasversali all’intero curricolo, persegue un obiettivo generale, che riguarda il gioco come strumento importante di socializzazione tra i bambini. "

Insomma le Miniolimpiadi, a cui parrtecipano le classi di prima, seconda e terza della scuola primaria, diventano un persorso altamente educativo che si svolge attraverso il gioco, la sana competizione e la conoscenza di sè.

Interessata al progetto, anche la scuola dell'infazia, inpegnata nel progetto " Giocodanza " in cui il bambino sperimenta le numerose possibilità comunicative offerte dal suo corpo, scoprirà che la qualità dei suoi movimenti dipende dalle emozioni che prova, dallo spazio che ha a disposizione e dalla presenza degli altri compagni.

 

Giovedì, 08 Giugno 2017 18:59

Moscato, la mia Spoon River napoletana

Una Antologia di Spoon River 'riscritta' da Enzo Moscato, il cimitero sulla collina che diventa Partenope ovvero uno sterminato obitorio cittadino creatosi dopo l'ennesima eruzione del Vesuvio: debutta domani in prima assoluta, al decimo Napoli Teatro Festival Italia (ore 21, Galleria Toledo), Raccogliere & Bruciare (Ingresso a Spentaluce), 80 frammenti dall'opera di Edgar Lee Masters non solo tradotti in napoletano ma ricodificati dal drammaturgo partenopeo, che è anche regista ed interprete di una inedita drammaturgia insieme al ricchissimo cast.
    "Portare sulla scena, dopo averla imbrattata qua e là di lingua e di suoni napoletani - scrive Moscato - l'incredibile Antologia di Spoon River, capolavoro tale da aver già rappresentato oggetto di studio e adattamento di autori italiani come Cesare Pavese, Fernanda Pivano e Fabrizio De André è sempre stato un mio obiettivo".

Giovedì, 04 Maggio 2017 14:49

Uomo e Robot: metamorfosi di un’alleanza

 

Studiosi di Intelligenza Artificiale ed Economisti alla ricerca di linee guida per un equilibrio sostenibile

 

Giovedì 11 maggio 2017 ore 10:00-13:00

Aula Magna del Polo delle Scienze Sociali Università degli Studi di Firenze

 

 

Roma, 2 maggio 2017. Inedita collaborazione fra esperti di Intelligenza Artificiale e Economisti impegnati a definire un Manifesto per l’alleanza sostenibile fra Uomo e Robot. Sono i vertici dell’Associazione Italiana Intelligenza Artificiale a chiamare all’appello tutti coloro che vogliono gestire una realtà ormai evidente: le capacità di robot e sistemi software progrediscono velocemente, dobbiamo sentirci minacciati o gestire l’opportunità?

Alcune notizie e previsioni di ampia risonanza fanno tendere al pessimismo, in Giappone, infatti, una compagnia di assicurazione ha licenziato 34 impiegati per sostituirli con Watson, Intelligenza Artificiale IBM. Una ricerca del World Economic Forum stabilisce che entro il 2020 oltre 7 milioni di lavoratori saranno sostituiti da robot o programmi intelligenti. Il report redatto dalla Oxford Martin School e Citibank nel gennaio del 2016 e intitolato Technology at work: V2.0, afferma che il 35% dei lavoratori in Inghilterra sono a rischio di essere rimpiazzati dall’automazione da qui al 2025, il 47% negli Stati Uniti, con una media nei paesi OECD del 57%. In Cina il rischio raggiunge il 77%.

Lo studio di Acemoglu e Restrepo (2017), stima che già oggi negli USA ogni robot in più per 1000 lavoratori riduce il tasso di occupazione del 0,18-0,34%, e la paga oraria del 0,25-0,5% (dati 1990-2007).

 “Come reagire e promuovere soluzioni di collaborazione costruttiva fra uomini e macchine è lo scopo del nostro lavoro - afferma Piero Poccianti -  vicepresidente AI*IA -  il primo passo è contaminare i campi di conoscenza. Ecco perché ci ritroviamo a Firenze l’11 maggio a discutere di alleanze e soluzioni”.  

“Uomo e Robot: metamorfosi di un’alleanza” è il seminario organizzato a Firenze, giovedì 11 maggio 2017, dall’ AI*IA (Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale), con l’Università degli Studi di Firenze (Dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa) e la media partnership di ‘Media Duemila”, la prima rivista di cultura digitale italiana. L’evento avrà luogo, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 13:00, presso l’Aula Magna del Polo delle Scienze Sociali Università degli Studi di Firenze.

Piero Poccianti (vicepresidente dell’AI*IA) apre l’incontro con una relazione sullo “Stato dell’arte dell’intelligenza artificiale” i lavori proseguono con Anna Pettini (Economista UNIFI) che parla di crescita quantitativa quale bussola distorta per parlare di sviluppo umano e sviluppo tecnologico; Carlo Clericetti (giornalista, La Repubblica) approfondisce il tema dell’ideologia in economia e di come ciò possa orientare la ricerca di IA ; Amedeo Cesta (presidente dell’AI*IA) illustra minacce e opportunità dell’avvento dei robot; Nicola Costantino (Economista aziendale Politecnico di Bari) descrive le caratteristiche dell’economia in arrivo; Roberto Basili (Ingegnere Università di Roma Tor Vergata)e Giovanni Semeraro (Dipartimento di Computer Science Università di Bari) discutono degli elementi di base che le tecnologie del linguaggio offrono alla intermediazione tecnologica, a supporto della analisi socio-economica; Marco Scarselli(Data Scientist e presidente di Kinoa startup innovativa) si dedica a ricerca sociale e IA; Cristina Baroglio (Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Informatica) focalizza gli approcci e le tecnologie prodotte dall’IA che forniscono un contributo prezioso e insostituibile per il miglioramento della qualità della vita quotidiana. Infine conclude l’evento Michela Milano (Prof.ssa Dipartimento di Informatica – Scienza – Ingegneria Università di Bologna) che parla di Computational Sustainability: quando l’AI può aiutare lo sviluppo sostenibile. Modera Maria Pia Rossignaud (direttrice Media Duemila e vicepresidente TuttiMedia).

 

Totò Tappost: dieci opere dell’eclettico artista Luigi Masecchia, classe 1975, per il Maggio dei Monumenti 2017 e i dieci anni di Wine & The City. E così dall’11 maggio al 30 giugno al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo protagonisti i coloratissimi tappi del progetto Tappost, basato sul concetto di up-cycling ovvero sul riuso dei tappi di metallo, per un’iniziativa che lega cultura e  integrazione, buon bere e creatività. I tappi, infatti, sono lavorati da giovani diversamente abili e che vivono in situazioni di disagio con la supervisione di associazioni e dello stesso Masecchia. Tema delle opere - soprattutto quadri - sarà Totò, a cui è dedicato il Maggio dei Monumenti 2017. 

L'evento, infatti, rientra nel cartellone promosso dall'assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele che sarà presente al vernissage (giovedì 11 maggio, ore 18 ingresso libero). Musica e finger food, quindi, per brindare a Tappost tra impegno sociale e arte!

 

 

 

 

 

Chiabotto e Fulco testimonial dell’iniziativa di sensibilizzazione sulle malattie rare

 

Bellezza, sport e solidarietà. Cristina Chiabotto e Fabio Fulco per una serata dedicata alla ricerca e alla cura delle malattie rare che colpiscono in particolare i bambini. L’occasione è data dall’inaugurazione del “Dubai Village”, struttura polifunzionale di Camposano, il cui taglio del nastro è previsto per domani, giovedì 20 aprile alle 21. Un impegno imprenditoriale promosso dalla famiglia Ambrosio di Ottaviano, uno sforzo notevole che ha visto la creazione di 53 nuovi posti di lavoro.

Ma dietro il messaggio imprenditoriale, c’è un aspetto sociale molto significativo: “Ogni minuto – dice il presidente del gruppo, Gaetano Ambrosio – nel mondo nascono dieci bambini con malattie rare, che non sempre si manifestano al momento della nascita ma che comunque si palesano nei primi 10 anni di vita. Finora sono state censite seimila malattie rare e di queste il 75% colpisce bambini. Non potevamo dunque restare insensibili di fronte a un dato del genere”. Per questo motivo all’inaugurazione, curata dal direttore artistico Pietro Aiello Cilento d’Altavilla, sarà presente insieme a Cristina Chiabotto e Fabio Fulco, il professor Raffaele Iorio del Nuovo Policlinico di Napoli. I responsabili del Dubai Village hanno chiesto che nella circostanza gli invitati partecipino con una donazione in denaro, che funga da “regalo” ben augurante alla struttura: l’intero ricavato sarà devoluto ad un’associazione che in Italia si occupa della ricerca e cura delle malattie rare.

Un aspetto che verrà ricordato anche nel corso della cerimonia inaugurale, quando una bambina porterà idealmente una torcia per accendere un braciere, al fine di ricordare una frase pronunciata da Madre Teresa di Calcutta: “Chi nel cammino buio della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell'ora buia di qualcuno non è vissuto invano”.

Presso l’aula consiliare “Falcone e Borsellino” del Comune di Castellammare di Stabia si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento “La notte delle stelle”, organizzato dall’AICAST di Castellammare di Stabia. Alla presentazione erano presenti: Ciro Fiola (Presidente Regionale AICAST), Anotnio Pannullo (Sindaco di Castellammare di Stabia), Giorgio De Angelis (Presidente Aicast Castellammare), Alfredo Varone (Direttore Artistico del Comune di Castellammare di Stabia), Annalisa Armeno (Assessore al Turismo), Carla Di Maio (Assessore agli Spettacoli). L’evento organizzato per il 29 aprile prossimo sarà cadenzato da sfilate di moda, esibizioni di artisti ed animazione per i più piccoli. Il centro di Castellammare si trasformerà in una grande area dove il divertimento e l’intrattenimento faranno da “padroni di casa”.
«Siamo aperti ad ogni tipo di evento che attiri visitatori e turisti in città – dichiara il Sindaco Antonio Pannullo – Proprio sulla scorta delle notizie di questi giorni, dove leggiamo del “sold out” delle strutture ricettive stabiesi per il ponte di Pasqua, non posso che esserne felice e fiero. Questo naturalmente grazie anche ai cittadini che si mettono in gioco proprio come ha fatto l’AICAST nell’organizzare quest’evento.»
Sulla stessa scia positiva del primo cittadino stabiese, anche il Presidente dell’AICAST, Giorgio De Angelis: « Apriamo con “La Notte delle Stelle” una lunga serie di evenmti che stiamo organizzando a Castellamare. Siamo fiduciosi nell’aiuto di tutti, perchè gli stabiesi hanno voglia di “rialzarsi”, e questo si può fare attraverso il commercio. Castellammare presto sarà di nuovo il centro commerciale che attrae migliaia di visitatori a settimana.» «L’evento organizzato dall’AICAST, a quanto pare, è il primo di una lunga serie che l’associazione metterà in piedi – dichiara Alfredo Varone, Direttore aRtistico del Comune di Castellammare di Stabia – Noi come amministrazione valutiamo tutte le proposte che ci vengono fatte. Eventi e manifestazioni che saranno il trampolino di lancio della nuova Castellammare, dove tutti gli stabiesi potranno tornare ad essere orgogliosi della loro città.»
Appuntamento quindi per il 29 aprile, per “La Notte delle Stelle”.

 

 

 

Domani pomeriggio alla Fire Cars tappa regionale del Fiat Music Studio 2017

 

Red Ronnie a Castellammare di Stabia alla ricerca di giovani talenti della musica. L’occasione è data dall’unica tappa campana del Fiat Music Studio 2017, in contest che vede il noto talent scout in giro per l’Italia con l’obiettivo di scovare i futuri protagonisti della musica leggera.

Si annuncia una partecipazione massiccia domani pomeriggio nella sede di Firs Care, la concessionaria che ospita l’evento che in altre parti della penisola ha richiamato l’attenzione di decine di giovani e che ha portato alla ribalta talenti di sicuro valore. A promuovere l’iniziativa Annacarla Giusti: “Ancora una volta accendiamo i riflettori in maniera positiva sulla nostra città, fornendo un tema di riflessione per tanti ragazzi alla ricerca di un’opportunità per farsi conoscere”.

È quella in programma domani con inizio alle ore 15 è davvero un’occasione irripetibile: i musicisti in erba della Campania potranno infatti partecipare alle selezioni semplicemente dotandosi di una chiavetta Usb per fare ascoltare i loro brani attraverso un computer o esibendosi dal vivo accompagnati da una chitarra.

Le audizioni dureranno tutto il pomeriggio, tanto che è stato previsto un aperitivo alle 19 accompagnato dalle note mixate da YaYa Dj.

Ma guai a definire questo contest un “talent”, come spiega lo stesso Red Ronnie: “Oggi i giovani sono smarriti – sottolinea – I produttori non ci sono più e le case discografiche prendono i cantanti appena usciti dai talent. Un ragazzo fa una canzone, la canta alla sua fidanzata e ai suoi amici: vede dieci persone che cantano il suo pezzo e crede che quella sia la canzone perfetta. Ma sbaglia completamente la parte del marketing. Perché i ragazzi non hanno più le persone che si occupano di loro: non c’è più chi crede negli emergenti. Io con Fiat Music incontro tutti i giovani che vogliono confrontarsi con me. Però non sono un produttore, non ho le edizioni musicali, perché il mio è un altro mestiere: trovare degli spazi per questi artisti e dare loro dei consigli”.

 

Castellammare di Stabia, 6 aprile 2017

 

Stretta di mano all’artrite reumatoide”: visite gratuite con specialisti

Torna per il secondo anno l’iniziativa di screening gratuito per l’artrite reumatoide: appuntamento sabato 8 aprile a Napoli in via Scarlatti

 

Sabato 8 aprile a Napoli in via Scarlatti, torna l’appuntamento con “Stretta di mano all’artrite reumatoide”: dalle 9.00 alle 17.00 sei medici specialisti in reumatologia saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni sulla prevenzione dei danni provocati dall’artrite reumatoide e per effettuare visite e controlli sullo stato di salute.

Le visite specialistiche reumatologiche e l’esame ecografico, gratuiti, sono rivolti a tutti i cittadini che presentano problematiche articolari, in particolare dolore e gonfiore di piccole articolazioni (mani e polsi) e rigidità al risveglio mattutino per più di trenta minuti.

L'artrite reumatoide è una patologia cronica che può colpire mani, polsi, piedi, caviglie, ginocchia e altre articolazioni. Colpisce più di 20 milioni di persone nel mondo e circa 300 mila in Italia. Può manifestarsi a qualsiasi età, tuttavia si presenta generalmente tra i 35 e i 50 anni e colpisce soprattutto le donne. La causa scatenante della malattia è a tutt'oggi sconosciuta.

E’ una patologia ancora poco conosciuta e spesso confusa con altre malattie reumatiche. Fondamentale quindi è il potersi confrontare con un medico specialista, il reumatologo, che una volta accertata la diagnosi, può intervenire per rallentare la progressione della patologia.

L’iniziativa “Stretta di mano all’artrite reumatoide”, realizzata grazie al supporto incondizionato di Roche, vuole porre l’attenzione sull’importanza di una diagnosi precoce, fondamentale poiché il danno articolare si produce con maggior velocità nei primi anni della malattia. Quanto più l'artrite reumatoide è diagnosticata precocemente, tanto più si potranno prevenire o evitare i danni permanenti.

Le prenotazioni per le visite saranno gestite in loco da una hostess, che provvederà a distribuire in base all’ordine di arrivo, il numero associato alla prenotazione. Le persone chiamate mediante numero di prenotazione esporranno le loro problematiche, verranno sottoposte ad ecografia e successiva consulenza specialistica.

Per maggiori informazioni sull’artrite reumatoide è possibile visitare il sito www.arioneparlo.it

Dal 16 marzo 2017, Ismaele Film porta nelle sale italiane il film “Aeffetto Domino”, opera seconda dello stabiese Fabio Massa, apprezzato regista di corti premiati in tutto il mondo e di attori in vari fiction e film per il cinema, qui nelle vesti anche di protagonista e  sceneggiatore della pellicola.

 

Intorno a Massa, un coro di attori straordinari, a partire da un’intensa Cristina Donadio, nei panni inediti dell’amorevole madre del protagonista, dopo l’exploit nel ruolo della spietata boss Scianel nella seconda stagione di Gomorra – La serie. Accanto a loro, Pietro De Silva (La vita è bella, L’ora di religione, Anche libero va bene), Salvatore Cantalupo (lanciato da Gomorra di Matteo Garrone), Mohamed Zouaoui (vincitore del Globo d'oro come rivelazione nel 2011 per I fiori di Kirkuk), Ivan Bacchi (uno dei volti del cinema di Ferzan Ozpetek) e Martina Liberti (Mozzarella Stories, Un Posto al sole). 

Martedì, 24 Gennaio 2017 11:29

Castellammare, nasce "PIAZZA ATTIVA"

L'Associazione "PIAZZA ATTIVA" si presenta alla Città.


"PIAZZA ATTIVA" è una libera associazione senza scopo di lucro e apolitica che, oltre all'impegno virtuale sul gruppo "Piazza Virtuale" è presente sul territorio di Castellammare di Stabia e dintorni anche in modo reale e concreto.


La missione dell'Associazione "PIAZZA ATTIVA" è:

• Raggruppare professionisti e tecnici, così come chi non ha un titolo specifico, che hanno a cuore la propria città e intendono contribuire a migliorarla;

• proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, problematiche tecniche, o qualunque altro disagio cittadino con lo scopo di approfondire, trattare e, quando possibile, risolvere ogni tematica affrontata;

• porsi come punto di riferimento per chiunque viva una situazione di disagio dovuta ad un’inefficienza delle istituzioni, con la prospettiva di trovare, tramite la rete tecnico-professionale dei soci, una risoluzione propositiva.

• Nel settore della tutela dei diritti civili, l’Associazione intende promuovere una cultura dell’interculturalità e del rispetto del territorio inteso quale “bene comune”.

• Creare un “ laboratorio di idee e progettualità” mirate alla crescita del valore culturale del territorio.

Quante volte abbiamo sentito dire in televisione “E’ IL BELLO DELLA DIRETTA”…Ma a volte cio’ che sembra bello,in realta’ nasconde cio’ che non si vuole vedere..Tradimenti,sotterfugi, pacchi e contropacchi.. una emittente locale,scenario di accordi segreti e vendette non riuscite..due belle donne,due goffi uomini,quattro amanti le cui vite saranno indissolubilmente legate a doppio filo fino a.. adesso volete sapere troppo! Questo il tema della commedia,prodotta da Anfhoras Production, scritta da Lello Marangio, che dopo il grande successo di “Stresssati..ancora di piu”, ritornano in teatro con una nuova piece, moderna, attualissima, esilarante, dai ritmi frenetici un mix di comicita’ di situazioni e battute. In scena Lucio Pierri,Maria Mazza ,Lello Radice e con Barbara Petrillo e Massimo Carrino. Mettetevi comodi..la trasmissione sta per iniziare.. Scusate..lo spettacolo sta per iniziare..ma a volte si puo’ sbagliare…E’ “IL BELLO DELLA DIRETTA”

STASERA appuntamento a scuola. Anzi, al liceo. Si tira tardi in classe, tra i corridoi, nell’aula magna. Si recita, si canta, si legge, si mangia. Appuntamenti in tutta Italia; così come in città e in Campania. Oltre 350 scuole coinvolte. Per convincere i liceali di domani a scegliere proprio il Classico, per ribadire l’importanza, nella cultura occidentale, di una formula che subisce l’attacco di chi lo boccia per privilegiare la cultura scientifica. Il dibattito è aperto da anni, circa l’opportunità di continuare a studiare il greco e il latino, ma nonostante gli interventi di intellettuali e scienziati il liceo classico fatica a recuperare smalto. E iscritti. Così stasera, come già l’anno scorso e due anni fa, i licei classici si vestono a festa per una kermesse che coinvolgerà gli studenti, le famiglie e ospiti esterni. Si comincia intorno alle 18, con programmi che variano da un istituto all’altro, ma che hanno un unico filo conduttore: dimostrare che la modernità non può fare a meno del liceo classico e che in queste scuole si prepara il futuro.

Al Plinio Seniore di Castellammare di Stabia ci saranno, tra gli altri, un paladino degli studi archeologici, il docente Carlo Rescigno, un critico teatrale che si è appena assunto il compito di far rivivere a Castellammare l’opera di Raffaele Viviani, Giulio Baffi, il direttore del parco marino di Punta Campanella, Antonino Miccio, artisti come Piero Pepe e Anna Spagnuolo. E mentre gli studenti proporranno immagini, suoni e voci del mondo classico, le ricette di Apicio saranno in trionfo sul buffet che permetterà di gustare la cucina latina.

Domenica, 01 Gennaio 2017 19:45

Rappoport, io tra Pushkin e Salvatores

 "All'epoca delle riprese del primo film nessuno immaginava che del Ragazzo invisibile ci sarebbe stato un seguito. Invece è stato fantastico lavorare di nuovo con Salvatores, un regista che sa cosa vuole, ma lascia moltissima liberta". Ksenia Rappoport, attrice russa lanciata da Tornatore ne La sconosciuta, a Capri, Hollywood ha accompagnato in anteprima Queen of spades di Pavel Lungin e ha parlato del sequel che uscirà in autunno: "Il lavoro di effetti speciali è lungo e credo sia appena cominciato. Io sarò ancora nei panni di Yelena". 'Il ragazzo invisibile - Fratelli' riprenderà la storia dove s'era interrotta, con Ludovico Girardello e Valeria Golino.
    David di Donatello nel 2007 per il ruolo con Tornatore, Coppa Volpi a Venezia 2009 per 'La doppia ora' di Capotondi, nella Regina di Spade l'attrice è "la dama di picche, ovvero la cantante lirica Sophia Maier, che torna nella città natale per interpretare il ruolo della contessa nella rilettura che Ciajkovskij fa del testo di Pushkin".

Una raccolta fondi per una delle più grandi strutture ospedaliere riservate ai bambini, ristoranti stellati e sullo sfondo un’importante impresa che amplia l’offerta nell’area stabiese e in penisola sorrentina. Tutto questo nella serata di ieri  a Castellammare di Stabia, promossa dai vertici aziendali di Fire Cars, azienda fondata nel 1988 da Giacinto Giusti e da allora punto di riferimento automobilistico per l’intero comprensorio.

A quasi 30 anni di distanza, l’azienda fa il punto della situazione in una giornata di festa e solidarietà.  L''acquisizione dei Brand Alfa Romeo e Jeep una serie di eccellenze del territorio si sono dati appuntamento aiutando la raccolta di fondi destinata a favorire le iniziative dell’associazione SOS Sostenitori Ospedale Santobono, la cui responsabile Emanuela Capuano ha allestito un apposito stand. Nessun dono quindi per l'inaugurazione ma una richiesta di raccolta fonti il cui ricavato servirà a finanziare le attività del reparto di Rianimazione pediatrica dell’ospedale napoletano.

Fire Cars, già concessionaria storica dei Brand Fiat, Fiat Professional, Lancia e Abarth, diventa quindi una delle poche realtà del Meridione, fortemente radicata sul territorio, in grado di offrire tutti i brand ed i modelli del Gruppo FCA, mantenendo inalterato lo stesso contatto diretto e personale con i propri clienti, da sempre suo punto di forza distintivo.

 

Per celebrare questa esclusività, si sono riuniti ristoranti stellati (La Torre del Saracino, Il Buco, Piazzetta Milù, Marina di Stabia); esponenti autorevoli dello street food locale e del cake design; l’attuale miglior pizzaiolo Gambero Rosso d’Italia, Ciro Oliva; il food multietnico con il ristorante giapponese AIJAP; l’immancabile pasta di Gragnano con il Pastificio Gentile; il vino e le bollicine di Feudi di San Gregorio; l’angolo relax del rum, sigari e cioccolata d’autore; il corner dedicato al campione italiano di slalom, il pilota Salvatore Venanzio. E ancora, l’angolo dei profumi-Corso Italia 150 e i gioielli esclusivi (Dodo, Pomellato, Gioielleria De Meo.). Il tutto accompagnato da un sottofondo musicale – Radio Yacht Lunare Project ed un trio Jazz acustico – e movimentato dalle performance di professionisti della street art.

Grande festa nella concessionaria Fiat Fire Cars

per un’azienda sulla breccia da 30 anni

 

Una raccolta fondi per una delle più grandi strutture ospedaliere riservate ai bambini, ristoranti stellati e sullo sfondo un’importante impresa che amplia l’offerta nell’area stabiese e in penisola sorrentina. C’è tutto questo nella serata in programma oggi, giovedì 15 dicembre, a Castellammare di Stabia, promossa dai vertici aziendali di Fire Cars, azienda fondata nel 1988 da Giacinto Giusti e da allora punto di riferimento automobilistico per l’intero comprensorio.

Oggi, a quasi 30 anni di distanza, l’azienda fa il punto della situazione in una giornata di festa e solidarietà. Questa sera per festeggiare l'acquisizione dei Brand Alfa Romeo e Jeep una serie di eccellenze del territorio si danno appuntamento aiutando la raccolta di fondi destinata a favorire le iniziative dell’associazione SOS Sostenitori Ospedale Santobono, la cui responsabile Emanuela Capuano allestirà un apposito stand. Nessun dono quindi per l'inaugurazione ma una richiesta di raccolta fonti il cui ricavato servirà a finanziare le attività del reparto di Rianimazione pediatrica dell’ospedale napoletano.

Fire Cars, già concessionaria storica dei Brand Fiat, Fiat Professional, Lancia e Abarth, diventa quindi una delle poche realtà del Meridione, fortemente radicata sul territorio, in grado di offrire tutti i brand ed i modelli del Gruppo FCA, mantenendo inalterato lo stesso contatto diretto e personale con i propri clienti, da sempre suo punto di forza distintivo.

 

Per celebrare questa esclusività, si riuniranno stasera ristoranti stellati (La Torre del Saracino, Il Buco, Piazzetta Milù, Marina di Stabia); esponenti autorevoli dello street food locale e del cake design; l’attuale miglior pizzaiolo Gambero Rosso d’Italia, Ciro Oliva; il food multietnico con il ristorante giapponese AIJAP; l’immancabile pasta di Gragnano con il Pastificio Gentile; il vino e le bollicine di Feudi di San Gregorio; l’angolo relax del rum, sigari e cioccolata d’autore; il corner dedicato al campione italiano di slalom, il pilota Salvatore Venanzio. E ancora, l’angolo dei profumi-Corso Italia 150 e i gioielli esclusivi (Dodo, Pomellato, Gioielleria De Meo.). Il tutto accompagnato da un sottofondo musicale – Radio Yacht Lunare Project ed un trio Jazz acustico – e movimentato dalle performance di professionisti della street art.

Domenica 11 dicembre, alle ore 11, presso l’Ex Ospedale della Pace di via dei Tribunali 16, viene presentato l’evento culturale Il figlio di Adamo (‘a figliata dei Femminielli). L’iniziativa, ideata dalle due associazioni partenopee Agora e ATN (Associazione Transessuali Napoli) e patrocinata dal Comune di Napoli, ha come obiettivo valorizzare i volti di una Napoli poco conosciuta. Da una parte infatti viene proposto un percorso alla riscoperta di uno dei gioielli architettonici e storici meno noti della città come l’Ex Ospedale della Pace, dall’altra vengono raccontate dimensioni di un’umanità troppo spesso ignorata, come quella dei transessuali, e la loro storia che affonda in radici antiche, come testimonia la “figliata dei Femminielli”. Si tratta di un viaggio nella bellezza e nel passato, dalle origini ad oggi, dell’Ex Ospedale, che ripercorre i passi dei suoi protagonisti da Sergianni Caracciolo proprietario del palazzo, al mondo dei frati giovanniti, che lo gestirono come luogo di cura, ai malati di peste o di malattie contagiose accolti nel suggestivo Lazzaretto. Ed è proprio in questa sala che, traslata in una dimensione altra, è previsto il secondo momento della mattinata: il racconto, attraverso il contributo di artisti dell’associazione Transessuali Napoletani, di uno dei fenomeni culturali unici al mondo, quello dei Femminielli napoletani, una delle figure cardine del contesto sociale di Napoli. In un alternarsi sincretico di tradizioni arcaiche, di rituali magico/religiosi e di eccentrica e a volte sofferente vita quotidiana, vissuta tra i limitati confini dei vicoli dei quartieri popolari, si ripercorrono storie antiche, ispirate alla tradizione, come la “figliata” del Femminielli, attraverso interventi teatralizzati, musicali, fino ad arrivare a testimonianze attuali.

In questo viaggio di riscoperta di un fenomeno antropologico unico e sconosciuto, le testimonianze dirette delle protagoniste apre a una possibilità di confronto reale e sono uno stimolo per travalicare i confini del pregiudizio.

  Quello che proponiamo è un momento di confronto, un dialogo culturale – racconta Ileana Capurro, presidente ATN – che muove dal passato, da una storia (anche artistica) della quale i transessuali hanno fatto parte, nell’auspicio che il presente e il futuro sappiano tenerne conto e fare dei passi avanti. È ovvio che questo significa lavorare verso un inserimento nella società delle persone transessuali, ma alla base c'è la comprensione reciproca. Lo spettacolo vuole essere un primo, leggero, passo in questa direzione”. 

I Protagonisti dei contributi artistici della giornata sono: Giuseppe Loffredo, Loredana Rossi, Carmen Ladybird, Tarantina, Ciretta Fortunato, Franco Bizzarro, Gennaro De Vita, Clementina Coppola, Enzo Tammurriello, Gennaro Ciardiello. I contributi musicali sono di Enzo Foniciello (Fonix) e Anna Merolla.

 

L’evento è a Prenotazione obbligatoria e prevede un contributo associativo, a sostegno dell'iniziativa.

Info prenotazioni AGORA cell 346 636 63 51-  ATN cell. 333 774 02 09

 

 

 

MEETING DEL VINO CAMPANO

Appuntamento 19 - 20 - 21 novembre -  Hotel Stabia - Castellammare

interviste a cura di Ciro Serrapica

 

Ritorna il prossimo 19,20 e 21 novembre 2016 il Meeting del Vino Campano, l’appuntamento ormai tradizionale all’insegna del vino e della cultura enogastronomica, che esalta tutto il gusto ed il sapere del territorio campano. 

Una rassegna dei migliori vini campani e delle aziende vitivinicole più in luce del ricco territorio regionale.

In una veste più completa e matura, il Meeting mette a frutto i risultati di un anno di esperienze e sinergie, di un TOUR vero e proprio: prima il Premio RADICI con l’evento Rosso di Stabia, poi la collaborazione con il Festival Internazionale del cinema Faito Doc Festival, e infine la sinergia con le manifestazioni Pomigliano Jazz e Divin Castagne.

Nella storica location dell’Hotel Stabia, nel centralissimo corso della città di Castellammare di Stabia, con oltre 200 mq dedicati all’esposizione e agli eventi, torna il Meeting da domenica 19 a lunedì 21 novembre, con oltre 60 aziende vitivinicole e 1500 presenze attese.

La manifestazione, forte delle trascorse edizioni, ha guadagnato la fiducia della Regione Campania e del Comune di Castellammare di Stabia, principali patrocinatori di questa V edizione 2016. Tra i principali partner per le degustazioni la FIS Fondazione Italiana Sommelier , l’AIS Penisola Sorrentina e la condotta Slow Food - Penisola Sorrentina e Capri.

Il programma si articolerà in un ricco ventaglio di attività, incontri, percorsi degustativi, showcooking che avranno come filo conduttore il vino. Si veda l’allegato programma in dettaglio.

L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “R. Viviani” di Castellammare di Stabia, insieme ai prestigiosi sponsor tecnici, offrirà l’oramai consueto supporto logistico mentre i media partners specializzati garantiranno la visibilità del programma, degli enti e degli sponsor.

Coronano la rete di collaborazioni, i pregiati patrocini di Unimpresa Area Metropolitana di Napoli, dell’Ascom Stabia, dell’ Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo Stabiese, della Pro Loco Stabia for you e dell’Associazione Donne del Vino Campania.

Questo e molto altro ancora offre il Meeting del vino campano: da sempre un’ osservatorio privilegiato in Campania per chi ama e ricerca la qualità ed i valori autentici del “Made in Italy”.

 

Per info

3492172359 – 3421901044

 

www.meetingdelvino campano.it

 

 

Il Prof. Alfonso Celotto incontra la cittadinanza Stabiese sui temi della riforma Costituzionale e l'importanza del " NO ".

E' fissato per questa sera l'incontro con il Prof. Alfonso Celotto Ordinario di Diritto Costituzionale Università Roma 3, nel quale si spiegheranno e documenteranno le ragioni del " NO " al referendum del 4 dicembre. 

Introduce Michele Starace, Dottore in Giurisprudenza.

Per chi voglia partecipare l'appuntamento è presso la sala della Scuola Cinema Méliés, in via Tavernola 5 a Castellammare di Stabia. Ore 19.00

Gusto e amore per la terra. I 50 anni (+1) dello Spaghetto al CartoccioIl piatto inventato da Salvatore Cavaliere nel 1965 destinato a riscuotere un intramontabile successo, rappresenta ancora il traino principale per il ristorante “Ciccio Cielo Mare Terra” che, sabato 22 ottobre ne celebrerà l’eccellenza.Gli anni ’60, quelli del “miracolo economico” e del rinnovato protagonismo della Costiera Amalfitana sul palcoscenico turistico internazionale, hanno rappresentato la culla dentro la quale lo “Spaghetto al Cartoccio” è nato e ha ricevuto la necessaria protezione per diventare grande. L’estro di Salvatore Cavaliere è stata la scintilla. Un piatto che, nel corso degli anni, ha attirato in Via Augustariccio numerosi personaggi celebri: Jacqueline Kennedy, moglie del celeberrimo Presidente degli Stati Uniti oppure esponenti del mondo dello spettacolo e della musica come Marcello Mastroianni, Renato Greco, Domenico Modugno, Peppino di Capri, I “Ricchi e i Poveri”, Fred Buongusto, Josè Carrera, Al Bano Carrisi ed tanti altri ancora. Per festeggiarne i Cinquant’anni (+1) di vita il Ristorante “Ciccio Cielo Mare Terra”, ha inteso organizzare un evento celebrativo durante il quale esperti, blogger e giornalisti avranno la possibilità di confrontarsi sui temi del buono e della salute, nonché sull’importanza della genuinità delle materie prime, sugli effetti benefici della dieta mediterranea sulla salute, sul consumo di pasta nell’area dell’Antico Ducato di Amalfi.«Saremo lieti - dice Antonio Cavaliere, Direttore di sala del Ristorante da “Ciccio Cielo Mare Terra” - di celebrare in maniera prestigiosa una ricorrenza per noi molto importante». Dopo la tavola rotonda “La nuova rotta di Colombo. Da Genova alla Costiera Amalfitana” è previsto un pranzo-degustazione durante il quale gli ospiti potranno assaggiare le specialità della cucina tradizionale rivisitata nelle cotture, nelle preparazioni e negli abbinamenti preparati dallo chef Marco Cavaliere.

 

 

Ecco le rivoluzionare piattaforme in cloud “Ds.Studio”, efficace strumento di proximity marketing multipiattaforma, e “Gestme”, dedicato alla gestione dei pazienti di studi medici, cliniche private e ambulatori

 

L’innovazione made in Campania sbarca all’edizione 2016 dello Smau di Milano, l’evento dedicato alle nuove tecnologie, al mondo digital e alle startup più promettenti. Tra queste ultime, a promettere vere e proprie rivoluzioni del settore sono i progetti “Ds.Studio” e “Gestme” ideati rispettivamente da Lenus Media e WebHint di Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno. Le aziende hanno messo in campo la propria conoscenza del mondo digitale e la pluriennale esperienza nell’ottimizzazione dei processi di comunicazione tra le imprese. È così che i team della Silicon Valley salernitana sono stati ammessi tra le quindici startup campane che parteciperanno allo Smau 2016, in programma dal 25 al 27 ottobre prossimi. Qui Ds.Studio e Gestme incontreranno operatori nazionali ed internazionali, partner finanziari ed industriali in grado di favorire una più rapida crescita dell’ecosistema della ricerca e dell’innovazione.

 

Nel dettaglio, Ds.Studio è una piattaforma in cloud che rientra nel campo del proximity marketing multipiattaforma. Il software è in grado di creare contenuti personalizzati su diversi supporti hardware già presenti come schermi, tablet e altri dispositivi. L’obiettivo è quello di migliorare il coinvolgimento dei visitatori di determinate strutture o luoghi pubblici con informazioni dettagliate. L’algoritmo elaborato da Lenus è l’ideale per alberghi, musei e ogni tipo di attività commerciale.

Il programma gestione pazienti Gestme (aka GEstione STudio MEdico) è invece un gestionale in evoluzione dedicato alla gestione a 360 gradi degli studi ‪medici, delle ‪cliniche private, ‪ambulatori e medici ‪specialisti. Anch’esso completamente in cloud, è utilizzabile da qualsiasi dispositivo, le cui caratteristiche principali sono la semplicità di utilizzo e le personalizzazioni.

 

Le piattaforme di Lenus e WebHint sono state selezionate dallo Smau attraverso una manifestazione d’interesse di “Sviluppo Campania”, la società in house campana dedicata allo sviluppo, appunto, del sistema territoriale regionale. L’iniziativa riguardante le startup, nello specifico, rientra nel progetto di interventi a supporto della qualificazione dell’offerta di servizi ad alta intensità di conoscenza a ed alto valore aggiunto tecnologico.

 

“La nostra piattaforma di digital signage – ha dichiarato Emanuele Pisapia, direttore di Lenus Media – arriva allo Smau consapevole dell’onore e dell’onere che ciò comporta. Siamo certi che il nostro progetto saprà farsi valere in un campo dominato dalle idee e dall’innovazione e che ben rappresenteremo il nostro territorio anche a livello internazionale”. “Essere selezionati tra le tante start up del nostro territorio è un grande onore – ha detto Annalisa milione, Ceo di WebHint – ma soprattutto un grande successo. Sono sicura che la nostra presenza allo Smau di Milano sarà di forte slancio per Gestme”.

 

Le squadre di Lenus Media e di WebHint rappresenteranno l’eccellenza campana nel capoluogo lombardo. I team aspettano tutti coloro volessero saperne di più su Ds.Studio e Gestme presso i propri stand allo Smau di Milano dal prossimo 25 ottobre.

E’ stata un pieno di emozioni e cultura la presentazione a Sorrento del terzo romanzo de “La Trilogia Sorrentina” di Raffaele Lauro, “Dance The love- Una stella a Vico Equense”, dedicato alla grande danzatrice russa Violetta Elvin, che si è tenuta sabato 10 settembre presso la Sala Consiliare, gremita di pubblico di qualità. Acclamata da vera star qual è, con uragani di applausi e standing ovation, è intervenuta l’ospite d’onore della manifestazione, l’indomita protagonista del romanzo, Violetta Elvin, novantatre anni di grazia regale e charme senza tempo, insignita nell’occasione del trofeo destinato ai sorrentini emeriti. Hanno parlato del romanzo il sindaco di Sorrento, avvocato Giuseppe Cuomo, l’assessore alla cultura, Maria Teresa De Angelis, il giornalista Antonino Pane, in qualità di moderatore, e, in veste di appassionati relatori, il pediatra e animatore culturale Carlo Alfaro, la docente di materie letterarie, Marisa Cimmino, l’imprenditrice Paola Savarese e la presidente delle “Amiche del Museo Correale”, Nadia Di Leva. Il romanzo narra la vicenda, umana ed artistica, della grande danzatrice russa Violetta Elvin, nata Prokhorova e vedova dell’avvocato e albergatore vicano Fernando Savarese. Ma in realtà è anche, se non soprattutto, la celebrazione delle meravigliose bellezze naturali di Vico Equense, in omaggio dello scrittore ai suoi nonni materni, don Raffaele e donna Peppinella, originari del paese della cittadina della Penisola sorrentina. Come negli altri romanzi della “trilogia”, infatti, il territorio della Penisola sorrentina fa da sfondo a tanta parte della narrazione da diventarne co-protagonista. La tappa sorrentina ha aggiunto ulteriori elementi di approfondimento e riflessione sull’opera di Lauro, dopo le gloriose presentazioni del romanzo a Vico Equense, San Martino Valle Caudina e Sant’Agata sui Due Golfi. Lauro nell’occasione ha preannunciato la pubblicazione, nel 2017, in lingua inglese, della trilogia sorrentina, in un volume unico, in formato pocket, ad uso dei turisti, amanti di Sorrento, concludendo con un accorato invito ai presenti: “Sia che abbiate fede religiosa o meno, aprite gli occhi alla bellezza del mondo e non lasciatevi sopraffare dalle brutture propinate quotidianamente dai media. I miei libri sono, per questa ragione, la narrazione della bellezza della natura, dell’arte, in tutte le sue espressioni, dell’amore e della vita. I miei libri celebrano, in particolare, la bellezza della persona umana, che alberga in ogni uomo, senza distinzione di sesso, di colore, di razza o di credo, politico e religioso. Una bellezza che palpita in tutti, basta saperla leggere e amare. Se si dovesse perdere questo valore, la stessa storia dell’uomo sarebbe a rischio di estinzione”. Raffaele Lauro è alla quattordicesima opera narrativa, attività che ha ritagliato nel poco tempo lasciatogli libero dalla sua intensissima vita pubblica che lo ha visto ricoprire, tra l’altro, gli importanti incarichi istituzionali di Prefetto della Repubblica, di Capo di Gabinetto di diversi Ministeri, di commissario straordinario del Governo per la lotta al racket e all’usura e di Senatore della XVI Legislatura (2008-2013). Gli altri romanzi della trilogia sono “Sorrento The Romance - Il conflitto, nel XVI secolo, tra Cristianesimo e Islam”, del 2014, e “Caruso The Song - Lucio Dalla e Sorrento”, del 2015, dedicato alla famosa canzone e al legame interiore, durato quasi un cinquantennio, tra Lucio Dalla e Sorrento

Saranno Giancarlo Giannini e Lina Wertmuller le special guest della serata finale della prima edizione del Premio Nettuno che si terrà lunedì 25 luglio al Nettuno Lounge Beach. I due artisti saranno a Torre Annunziata per l’evento di chiusura della kermesse partita a maggio e che ha visto la partecipazione di centinaia di persone durante gli eventi previsti nel cartellone. “Chiudiamo alla grande con la presenza di due ospiti di rilievo internazionale – afferma Franco Sequino, presidente del Comitato Promotore – rispettivamente protagonista e regista del film “Francesca e Nunziata” tratto dall’omonimo libro scritto dalla nostra concittadina Maria Orsini Natale a cui è dedicata questa edizione. Durante la serata verranno premiate le eccellenze del nostro territorio, professionisti che si fanno valere fuori dalla loro terra natia, oppure sportivi che portano alto il nome della nostra città alle competizioni internazionali.  Premiato per il cinema il giovane regista Ernesto Pagano che con il suo docufilm " Napolislam" racconta la conversione all' Islam di dieci napoletani  Persone diverse che hanno trovato nel Corano una risposta all’ingiustizia sociale, al consumismo sfrenato, al blackout della speranza.  Spazio anche alla moda, al teatro e alla sezione “gusto”– continua Sequino – con la premiazione della compagnia vincitrice della sezione teatro, dell’istituto alberghiero vincitore della sezione “gusto” e della scuola vincitrice della sezione moda. Particolarmente attiva è stata la sezione scuola con oltre 500 studenti di 18 scuole della provincia che hanno partecipato alle attività didattiche della manifestazione, che si è conclusa con l’evento del 23 maggio scorso”. L’evento


Appuntamento con il Festival internazionale del cinema del reale dal 1 al 7 agosto
Castellammare di Stabia . Sarà il “Ritorno “ il tema della nona edizione del Faito Doc Festival. Un appuntamento consolidato che ogni anno richiama sul Monte Faito registi, documentaristi e amanti del cinema documentario da ogni parte del mondo. Un festival immaginato fin dall’inizio per una straordinaria location: Il Monte Faito - montagna a 1200 mt di altezza che abbraccia il mare. “L’edizione di quest’anno ha le caratteristiche di un eccellente vino: film, eventi, incontri con registi e artisti si abbinano perfettamente con il tema del ritorno per il piacere gustativo, olfattivo e visivo di ogni visitatore o spettatore » commentano i due direttori artistici Turi Finocchiaro e Nathalie Rossetti - Un idea il « Faito Doc Festival » nata da due grandi passioni: la passione per il cinema e la passione per la montagna. ‘’Il Monte Faito – affermano Turi e Nathalie - è un posto davvero speciale in un territorio meraviglioso ma tutt’ora drammaticamente trascurato per una serie di motivi molto complessi”. Da nove anni, edizione dopo edizione, estate dopo estate, sul Monte Faito si “crea cultura’’. “Il nostro desiderio è apportare il nostro « seme » alla rinascita di questa montagna così spettacolare. Cerchiamo di farlo attraverso cultura e creando eventi che facciano conoscere il territorio a un pubblico internazionale. Il Faito Doc Festival è prima di tutto un festival di cinema di alta qualità ma si propone anche come vetrina, dove esibire le tante bellezze e ricchezze di questa terra.” Tra circa 30 opere, lungometraggi e cortometraggi, i registi provenienti da tutto il mondo racconteranno il tema del Ritorno. Un programma intenso di eventi. Nei giorni del festival sono previste proiezioni, laboratori per bambini, passeggiate nei boschi, concerti sotto le stelle, performance artistiche e visite guidate. Un mix di attività per grandi e piccini. “L’edizione 2016 – annuncia la coordinatrice del Festival Marika De Rosa – si arricchisce di una nuova LOCATION, sarà inauguarata infatti la Casa del Cinema Itinerante: una Tendostruttura , acquistata grazie al crowdfunding, che diverrà anno dopo anno il «Cinema itinerante» del Faito Doc ma anche « luogo » da condividere per altri eventi sul Monte. Aumentano poi le collaborazioni con le realtà territoriali: con la Pro Loco di Vico Equense, la Pro Loco Stabia for You e l’associazione Ars Nea promuoveremo delle visite guidate alle Ville di Stabia, e nelle Chiese Barocche di Vico Equense. Dopo il successo della scorsa edizione anche quest’anno si svolgerà il Faito Doc Camp, dove i visitatori del Faito doc Festival potranno trovare ospitalità e divertimento’’.
A due passi dalla location del Festival l'area sarà adibita a campeggio grazie alla collaborazione tra l'organizzazione del Faito doc Festival e i volontari dell'associazione Gli amici della Filangieri, già conosciuta per i suoi progetti Radio Asharam, media partner ufficiale del Festival, e Ciclofficina Popolare Raffaele Viviani. Nell'area saranno previste attività, giochi, workshop. Tanti gli ospiti attesi fra registi, artisti e “ Il 1 agosto – sottolinea Marika De Rosa – proietteremo un film dedicato alla figura di Pierpaolo Pasolini l’’ultimo film di David Grieco. Nelle serate successive porteremo il mare sul Faito con un focus su Castellammare di Stabia: con la presentazione del libro “Il fuoco a mare. Ascesa e declino di una città-cantiere del sud Italia” di Andrea Bottalico ed il relativo documentario “ Stabia, una vita nei cantieri” degli artisti Cyop & Kaf (che ci riserveranno belle sorprese sul tema del Ritorno). Altra novità dell’edizione 2016 sarà il partenariato con Il Meeting del vino Campano, per una serata di musica e degustazione dei vini locali e poi il partenariato con il Comune di Ixelles, in Belgio, per la realizzazione di una CICLOPROIEZIONE, il 3 agosto, in cui si vedranno, in Piazzale Funivia, film di animazione grazie alla corrente prodotta dalle biciclette e dove il pubblico potrà partecipare pedalando! “Il programma e la giuria – continua Marika De Rosa- saranno presentati nel corso di una Conferenza Stampa a fine mese”.

La magia del Faito incontra l'incanto dell'Arte. una giornata leggera, cosi vuole essere la giornata che quelli di TerreScosse vogliono riservare al Faito e agli invitati. Insieme agli amici di Italian Free Tour ecco un' altra giornata all'insegna delle attività all'aperto in piena aria. Trekking e Arte, un percorso ad anello intorno al Molare, una base di partenza o di arrivo a Campo del Pero per il ristoro della mente con suoni e colori. italian Free TOUR, Waltre Maioli con "Suoni della Natura e dell'antichità, Formazioni Creative di Elisabetta Surico con le decorazioni delle mattonelle ispirate alla poesia, Alma Migrante, Terre Scosse con la magia dei colori. Vi aspettiamo tutti.
Per i  tour gratuiti con guide naturalistiche contatta alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

per gli artisti che vogliono partecipare alla collaborazione estemporanea possono scrivere tramite messaggeria della pagina di Associazione Socio Culturale Terre Scosse
o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stasera, alle 19.00, l' atteso Reading Poetico Porto Davide giunto alla IV edizione.Titolo del reading: Nella mia giovinezza ho navigato. Un verso tratto dalla famosa poesia di Umberto Saba "Ulisse". Sei i poeti e le poete presenti, che hanno al loro attivo una vasta ed interessante produzione letteraria: Giancarlo Cavallo,Antonietta Gnerre, Costanzo Ioni, Ketti Martino, Raffaele Ragone ed il poeta greco Sotirios Pastakas a cui lo scorso anno è stato attribuito il Premio Annibale Ruccello per la poesia nell' ambito dello Stabia Teatro Festival.Come di consueto all' arte poetica si alternerà il linguaggio musicale attraverso tre eccellenti artisti : Roberto Ucci alla pianola, le voci :Anna Spagnuolo e e Antonella D' Amora . Il tutto nello scenario magico di Porto Davide.

Trenta artisti si incontrano nei trenta metri dell'  Ex Officina Enel di Via Speranzella ai Quartieri Spagnoli per dare vita a una performance di arte e scambio collettivo. Così come si legge nell'evento fb, gli organizzatori TEATRO LA GIOSTRA e DARIO DI FRANCO ART STUDIO danno vita a "OFFICINA LIVE 30 artisti x 30 metri" una performance live di 30 artisti contemporanei e contemporaneamente, su una tela di 30 metri all'insegna della contaminazione e dello scambio, con una buona dose di leggerezza ed allegria. L'happening inizierà giovedi 7 luglio alle 19 con un brindisi di benvenuto e andrà avanti fino alle 22. Il lavoro degli artisti si potrà svolgere con scambi di posto, collaborazioni e sovrapposizioni e si confronteranno opinioni, tecniche ed esperienze. Il tutto alla presenza degli ospiti e dei visitatori della Galleria ed accompagnati da musica live. Al termine della serata la tela resterà in esposizione fino al 16 luglio e in questi giorni gli artisti partecipanti potranno tornare a lavorarci a proprio piacimento per il completamento dell'opera. Ecco gli artisti che hanno aderito all'iniziativa (elenco in aggiornamento):
Dario Di Franco
Antonio Conte
Maurizio Di Martino
Antonio Lubrano Lavadera
Dora Romano
Antonio Iazzetta
Antonio Sessa
Alfredo Troise
Frank Cava
Carmine Dello Ioio
Pietro Mingione Arte
Francesca Confessore
Nadia Basso
Antonio R Foglia
Veronica Vecchione
Daniela De Simone
Mario Citro
Mario Ricci
Paula Franca
Paco Falco
Olga Marciano
Giuseppe Gorga
Valentina Guerra
Luciano Romualdo
Rita Esposito
Daniele Galdiero
Angelo Coppola
Ivana Storto
Ermelinda Ponticiello
Chatrin Ponticelli

Martedì 28 giugno, alle ore 18.30, l'associazione culturale "Achille Basile-Le Ali della Lettura" sarà presso la Libreria Ubik di Vico Equense per l'evento " Storie dal Web: Enrico Discolo e la poesia di Raffaele Ragone", dedicato al percorso esistenziale ed artistico di Raffaele Ragone, chimico e poeta, che dal 2007 cura il blog RaffRag's Una Tantum, - Progetti rimandati a data da destinarsi , sul quale, in modo esclusivo, è ospitata tutta la sua produzione poetica dal 2010 in poi, mentre i componimenti dal 1990 al 2009 sono stati anche pubblicati dalla Casa Editrice Manni nel 2012.Mediatore della poesia di di Raffaele Ragone in questa occasione un'altra eccellenza stabiese, Enrico Discolo, poeta, attore, produttore di video culturali.

 


Dopo lo stop forzato causato dal meteo avverso, domenica 26 giugno il gruppo  " Italian free tour " in collaborazione con l'associazione socio culturale " Terre Scosse " rinnova l'invito per l'evento " ESTEMPORANEA. una Giornata Leggera... "  per godere del panorama e della natura che offre il Monte Faito.
Un punto di ritrovo dove trascorrere le ore domenicali tra arte, natura e passeggiata, La giornata si divide in due momenti legati, però, dallo stesso scopo, prendere la vita in modo " leggero " e  da qui anche la denominazione dell'evento stesso. Una giornata in cui si mettono in primo piano la natura e i rapporti umani nella loro essenza tra, per chi vuole, una passeggiata fin sopra il Molare con guida e  una mostra ed estemporanee di artisti che si cimenteranno con le loro performance usando svariati materiali. Non mancheranno le sculture  ispirate alla poesia  " La via delle spese "di Raffaele Ragone ",  mattonelle realizzate da professionisti e non , in ciascuna di essa è celata una " Scintilla " così come recita la stessa poesia  " Non la lasciate, piccoli,
quella prima scintilla: presto verrò a cercarvi.... "  che vuole essere quasi un' esortazione a non lasciare andare i ricordi.  Il tutto parte da Campo del Pero, ex campo ippico, alle 10.00 e ci si potrà intrattenere fino al pomeriggio in ottima compagnia. Interverranno  gli artisti : Elisabetta Surico, Franco Cava, Francesco Sessa, Aniello Esposito di Alma Migrante, Camilla Venanzio, Nicola Generali , Antonio Sessa e tutti i maestri dell'arte che volessero partecipare. L'evento è gratuito.
Si consiglia abbigliamento comodo e colazione a sacco.


Evento fb: https://www.facebook.com/events/218891528487628/

Nel parco de La Medusa Hotel & boutique SPA l’evento più esclusivo dell’estate stabiese Tutto in una sera. 50 tra case vinicole, aziende e Chef di grido. Circa 600 le bottiglie aperte, più di 8.000 le pietanze servite. La seconda edizione di Stabia Wine Event quest’anno ha alzato il tiro, tra un Evento moda firmato Jobat e un sigaro artigianale italiano offerto da Segnali di Fumo. La Kermesse stabiese dedicata all’enogastronomia prende tutte le sembianze di un evento di lusso: l’organizzazione guidata da Giulia Coppola e Danila Olivetti ha immerso i visitatori in percorsi enogastronomici d’eccellenza, legati a doppia mandata ai territori campani come Feudi di San Gregorio, aprendo le porte ad aziende di caratura internazionale come Bonollo e Farrari. La Come successo anche nella scorsa edizione, parte dell’incasso sarà devoluto in beneficenza, alla Onlus Trame Africane di Scafati. “Evento riuscito – spiega Giulia Coppola , l’ideatrice del format – oltre anche le nostre aspettative. Già stiamo lavorando al prossimo”. Danila Olivetti spiega: “Il successo di questa serata si basa sul lavoro certosino svolto nei precedenti mesi da tutta l’organizzazione, vedere il sorriso soddisfatto sui visi degli ospiti e degli espositori è il più grande riconoscimento che potessimo avere”. Dello stesso parere anche il neoeletto sindaco di Castellammare di Stabia Tony Pannullo, che per la sua prima uscita pubblica, anche se informale, ha scelto lo Stabia Wine Event. Appuntamento al 2016, quindi, per la terza edizione, per capire quali saranno le novità di un progetto che in due sole edizioni ha raggiunto livelli di eccellenza.

Pagina 1 di 4