In prima linea nella lotta alle barriere architettoniche. Il garante della persona con disabilità di Castellammare di Stabia, il dottor Antonio Celentano, stavolta ha affrontato con decisione la questione legata allo sbarramento presente lungo la banchina di "Zi Catiello", ostacolo insormontabile per chi ha problemi di natura motoria: "Nei giorni scorsi -  dichiara  Celentano- mi è stata segnalata dalla campionessa paralimpica di nuoto Angela Procida la presenza di una sbarra che intecludeva l'accesso all'area della cosiddetta banchina di Zi Catiello" non consentendo un passaggio della carrozzina disabili,  immediatamente mi sono interessato della  vicenda cercando di ovviare con una soluzione temporanea ed ho investito l ' amministrazione comunale che anche attraverso le parole del sindaco Gaetano Cimmino in una delle sue dirette streaming si è subito attivata dandomi ampia assicurazione che sarebbe stata risolta la questione con la sostituzione o rimozione della stessa per consentire l ' accesso ai disabili .I disabili  Stabiesi che io difendo e rappresento scaldano i cuori perchè è in itinere la firma del protocollo d' intesa per l' adozione del  Peba di cui sono promotore".

 

A firmarlo l’art director Pietro Aiello Cilento d’Altavilla che ha unito le sue grandi passioni

 

Dal wedding, uno dei settori produttivi italiani più colpiti dal lockdown e dall’emergenza pandemica, un segnale di rilancio e speranza. Racchiuso in un video musicale che in pochi giorni ha fatto il pieno di visualizzazioni. A lanciarlo Pietro Aiello Cilento d’Altavilla, art director ed esponente di primo piano del mondo del wedding non solo nel Napoletano.

Grazie alla direzione artistica e alla produzione della Duke Events and Communication, ha infatti scritto e sceneggiato il video che scorre sotto le note di You (brano arrangiato e interpretato dallo stesso Aiello Cilento d’Altavilla), che ha come protagonisti due giovani attori e modelli, Ciro Marciano e Anastasia Ronca. I due nella clip, girata e montata dalla Horizon Produzioni Video, sono futuri sposi bloccati nelle loro abitazioni dal lockdown. Un amore a distanza, nei giorni in cui sognavano di organizzare insieme le nozze, che sembra infrangersi contro il muro eretto per combattere la pandemia. Ma quando il progetto di unione sembra arenarsi, arriva un lieto fine a cambiare il corso della loro esistenza.

“Il messaggio che abbiamo voluto lanciare – spiega l’autore – è ovviamente quello della speranza, in particolare per il settore del wedding, che dopo essere stato lasciato allo sbando, sta riprendendo la propria strada. È ovvio che i problemi ci sono ancora – prosegue Pietro Aiello Cilento d’Altavilla – ma la storia che raccontiamo nella clip, comune a tante coppie che abbiamo sentito in questi mesi, vuole rappresentare un raggio di sole che illumina il buio degli ultimi mesi. Un augurio insomma per coloro che lavorano nel wedding e per le coppie che si sono trovate a fronteggiare questa terribile avversità”.

Aieillo Cilento d’Altavilla ha messo insieme le sue grandi passioni: il wedding appunto, ma anche la musica ed il cinema, per consegnare un messaggio di speranza in un futuro che risulta ancora incerto. Un messaggio al quale si sono voluti associare importanti realtà imprenditoriali come Le Fratte Luxury Home di Castellammare di Stabia; Mikela C. Creazioni di Michela Cannavacciuolo; Flò Design di Gianni Oliviero; Sire ricevimenti d’autore; Marilyn  Freedom Agency; Veronica Salvati Wedding Trainer; Nuove Armonie Accademia musicale e studio di registrazione; Auto e moto Star di Luigi Terrestre; Yles beauty assistant di Ylenia Esposito, che hanno dato la loro collaborazione per la realizzazione del video.

La clip è visibile su YouTube (https://youtu.be/-9jI48KlG-Q) e su Facebook (https://www.facebook.com/533680843467537/posts/1583144405187837/?vh=e&d=n).

I carabinieri della Sezione radiomobile di Castellammare di Stabia sono intervenuti in un’abitazione del quartiere Ponte Persica dalla quale provenivano schiamazzi e musica ad alto volume. In corso una festa di compleanno di una 16enne, celebrata insieme ad altri 7 familiari in violazione delle disposizioni normative anticontagio. Le persone identificate sono state sanzionate amministrativamente e segnalate all’ASL.

 

La struttura composta da quattro specialisti, diretta dal dottor Leonardo Napolitanoè attiva dal 26 marzo 2020

 

L’Asl Napoli 3 Sud cerca ogni giorno sul mercato nazionale ed internazionale nuovi strumenti da acquistare per implementare la capacità produttiva ed accorciare i tempi di risposta del laboratorio per l’esame dei tamponi covid 19 allestito presso l’ospedale di Nola, diretto dal dottor Leonardo Napolitano e composto da quattro specialisti.

Il numero di operatori addetti è destinato a salire nel corso delle prossime settimane. Sono già sei gli specialisti in fase di formazione che poi faranno parte dell’equipe di Napolitano.

Intanto, i risultati della struttura messa in piedi dalla direzione strategica Asl Napoli 3 Sud presso il presidio ospedaliero di Nola offre già buone risposte.

Sono circa 90 i tamponi esaminati ogni giorno, con un tempo di risposta che non supera le 20/24 ore a fronte dei 4/5 giorni che occorrevano precedentemente.

La nostra battaglia - spiega lo stesso dottor Napolitano - guarda soprattutto all’esigenza di liberare posti letto negli ospedali quanto più rapidamente possibile. Ecco perché stiamo lavorando anche in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico di Portici a cui inviamo i tamponi che vanno oltre la nostra capacità produttiva”.

Il servizio di raccolta parte ogni mattina alle 9:00 da Sorrento, passa per gli ospedali di Vico Equense, Castellammare, Boscotrecase, Torre del Greco per giungere al laboratorio nolano intorno alle 12:00. Un secondo giro di raccolta parte alle 14:30 con consegna alle ore 17:00. La raccolta sul territorio (tamponi non ospedalieri) avviene tramite il 118 e la società Campania Emergenza dalle 8:00 fino alle 17:00 secondo le indicazioni del dipartimento di prevenzione aziendale e viene inserita nella seconda seduta di analisi per Nola e l’eccesso va a Portici.

Con i miei collaboratori Ciro Furfaro, Elisa Tortoriello e Michela Pirro - spiega ancora Napolitano - stiamo facendo un grandissimo sforzo per assicurare il maggior numero si esami in tempi quanto più rapidi possibile. Si tratta di un lavoro complesso che per il momento sta funzionando come avevamo previsto”.

 

L’amministrazione corre in aiuto alle fasce più deboli della popolazione. Prosegue incessante l’attività di consegna a domicilio di generi alimentari e prodotti di prima necessità alle famiglie indigenti e alle persone non autosufficienti, che non hanno la possibilità di uscire di casa per fare la spesa in questi giorni di emergenza.

Sono 154 le famiglie che finora hanno ricevuto un aiuto concreto grazie alle numerose iniziative attivate dall’assessorato alle politiche sociali, dai servizi sociali, dall’Ambito N27 e dalle cooperative e associazioni di volontari, con il contributo fondamentale e le donazioni di svariate aziende del territorio.

Il numero 0813900352 è attivo dal lunedì al venerdì tra le ore 8.00 e le ore 14.00 (il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 17.30) per tutte le persone che hanno la necessità di consegna della spesa a domicilio, per effettuare donazioni di prodotti a lunga conservazione (pasta, olio, riso, legumi, ecc…) e per informarsi sulle iniziative messe in campo dall’amministrazione. Tra queste, c'è il “Carrello della Solidarietà”, che prevede la possibilità di acquistare prodotti nel supermercato e lasciarli in un carello all’uscita: i volontari provvederanno poi a consegnarli alle persone bisognose. -

Mercoledì, 25 Marzo 2020 13:09

De Luca a Conte: "Siamo quasi al collasso"

«La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica. I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità». Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in una lettera al Presidente del Consiglio e a diversi ministri.
«La prospettiva, ormai reale . secondo De Luca - è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud. Per noi è questione di ore, non di giorni». La missiva è stata inviata anche al ministro della Salute, a quello degli Affari Regionali e al ministro per il Sud. «So che la situazione è difficile per tutti. Non voglio alzare i toni. Ma non posso non dire che per quello che ci riguarda, ci separa poco dal collasso, se il Governo è assente», aggiunge De Luca nella lettera.

Mercoledì, 25 Marzo 2020 12:16

Castellammare, contagiata una 24enne

C’è un decimo contagiato da coronavirus a Castellammare di Stabia. La Protezione Civile della Regione Campania  ha comunicato stamattina che è positiva al Covid-19 una 24enne, figlia di uno dei pazienti già risultati positivi nei giorni scorsi. La ragazza, attualmente in isolamento domiciliare insieme alla madre, avvertiva sintomi febbrili da alcuni giorni ed è stata sottoposta a tampone, che ha dato esito positivo. 

Sale in doppia cifra, quindi, il numero dei pazienti contagiati a Castellammare: 7 sono tuttora positivi, 2 sono deceduti, una è guarita. In isolamento attualmente ci sono 92 persone, tutte venute a contatto a pazienti positivi al Covid-19 oppure a casi sospetti in attesa dell’esito del tampone.

Le forze dell’ordine proseguono intanto nell’attività di controllo del territorio e i carabinieri hanno sorpreso due giovani pregiudicati che si aggiravano in città, in possesso rispettivamente di un coltello e di droga. Il materiale è stato posto sotto sequestro e i due giovani sono stati entrambi denunciati.

Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:30

R-ForYou, assistenza a portata di click

Solidarietà hitech: è questa la nostra missione in un momento di emergenza nazionale. In giorni drammatici come quelli che stiamo vivendo, siamo sempre più consapevoli che  un dispositivo tecnologico rappresenti qualcosa in più rispetto a un semplice oggetto. Anzi, lo riteniamo una finestra sul mondo che per ora non si può visitare più fisicamente. Con i servizi R-ForYou vogliamo garantire che questa finestra sul mondo non si chiuda mai e, anzi, che diventi un terrazzo panoramico. Ecco quello che dichiara Mariano Russo Service Manager R-Store Apple Service Provider.

E se quel dispositivo si dovesse rompere ? Come si potrebbe riparare visto che tutti gli Apple Store sono chiusi e anche i maggiori Service Provider Specializzati? Il Manager continua: "Ecco Abbiamo pensato a questa eventualità mettendoci nei panni di un utente consumatore e abbiamo promosso un processo che segue passo passo il cliente con una chat sul nostro sito oppure una telefonata al nostro Call Center. Anzi abbiamo anche una videochat in casi più complessi. Un equipe di tecnici certificati e specializzati Apple che cercano prima di tutto di rassicurare i clienti e che li chiameranno in prima persona. Nessun bot, nessun automatismo, nessuna voce metallica. 

 R-Store: sempre vicini ai nostri clienti. Anche da remoto.

L’individuazione della problematica è il primo passo ed anche il più strategico. Dove fosse possibile la risoluzione della stessa in una fase diagnosi, ecco che rappresenterebbe il nostro primo successo e forse il più grande.

Qualora il tutto non fosse possibile, affidandoci ai migliori vettori mondiali di logistica e in modalità totalmente gratuita arriveremo fino a casa del cliente per prelevare il dispositivo (iphone, tablet, computer) e portarlo nei nostri laboratori aperti in Italia e riconsegnarlo nel più breve tempo possibile. Operazione automatizzata con aggiornamento dello stato di riparazione in tempo reale.

Continua Il manager Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 19:00 e siamo raggiungibili sul nostro sito rstore.it con la nostra chat al nostro  nostro call center raggiungibile al  numero di telefono 081404246 e inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 Il service manager conclude dicendoci che proprio In questi momenti siamo coscienti della responsabilità della cura dei dispostivi dei nostri clienti e questo servizio ha lo spirito del HUMAN TO HUMAN a portata di un click.

L’avvocato Arnaldo Miglino di Ogliastro Cilento, docente di Diritto Pubblico e patrocinante in Cassazione, ha deciso di denunciare Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, a seguito dell’ordinanza numero 15 dello scorso 13 marzo con la quale è stato disposto che sul territorio regionale colui che, benché sano, sia trovato fuori casa senza motivate necessità sarà sottoposto a quarantena e denunciato.“Poiché sono convinto che le misure sino ad ora varate dal governo centrale siano opportune e ad esse non debbano aggiungersi incompetenti e irrazionali provvedimenti, idonei a introdurre solo confusione – spiega l’avvocato Miglino – poiché sono convinto che il modo di esercitare il potere non debba essere mai, in ogni circostanza, una parossistica imposizione del proprio volere, ho denunciato il dottore in filosofia Vincenzo De Luca alla Procura della Repubblica di Napoli, per il reato di abuso d’ufficio ed altre fattispecie criminose“. Tra queste ultime il docente universitario ravvisa anche le ipotesi di sequestro di persona e minaccia grave.

 

 

 

“In merito alla notizia riportata da alcuni organi di stampa, rispetto a  un presunto prezzo maggiorato di prodotti per l’igiene, occorre  chiarire quanto segue: si tratta un equivoco generato dalla  comprensibile situazione di tensione legata alle conseguenze  dell’emergenza Coronavirus. Questa mattina una signora ha acquistato nel  mio esercizio commerciale diversi prodotti, dopo un po’ si è presentato  il marito della donna lamentando un prezzo alto di uno solo di questi  prodotti. Nel tentativo di chiarire l’equivoco, gli animi si sono  surriscaldati. All’esterno del negozio, non avendo compreso bene la  situazione, si è generata una protesta. Ho immediatamente allertato le  forze dell’ordine per evitare il degenerare della situazione.  Successivamente ho chiarito che il prezzo è rimasto sempre lo stesso,  testimoniato dagli scontrini emessi nelle scorse settimane, non in  periodo di emergenza. Alla fine ho comunque ritenuto opportuno regalare  il prodotto al signore per stemperare la tensione, alla presenza delle  forze dell’ordine che ringraziamo per essere prontamente intervenute.  Comprendo la tensione per il momento che sta vivendo il Paese, ma non ci  sto ad essere sottoposto alla gogna mediatica. Prego agli organi di  informazione di chiarire l’equivoco, al fine di contenere il danno  d’immagine generato da questa vicenda”.

Sabato, 14 Marzo 2020 12:58

Castellammare, tamponi negativi

Sono risultati negativi i tamponi effettuati nei giorni scorsi alle tre persone ricoverate fino a stamattina presso le tende pre-triage all’esterno dell’ospedale San Leonardo. I pazienti sono in buone condizioni di salute, non sono più in isolamento ed uno di loro è stato anche già dimesso. È risultato negativo anche il tampone effettuato qualche giorno fa ad un uomo che lavora per una compagnia crocieristica, in isolamento anch’egli nell’ospedale di Castellammare di Stabia.

Sono 22, intanto, le autodenunce pervenute stamattina da parte di persone che sono rientrate presso il proprio domicilio dall’area identificata come “zona rossa” in base al Dpcm del 9 marzo, prima dell’estensione della stessa a tutto il territorio nazionale. La pratica dell’autodenuncia non è stata rimossa per volontà dell’amministrazione, nonostante non esistano più distinzioni tra zone più o meno a rischio, allo scopo di ricostruire la storia e i contatti di tutti quelli che sono arrivati in questi giorni a Castellammare di Stabia.

Nelle ultime 48 ore, inoltre, la polizia municipale ha effettuato controlli in 8 esercizi pubblici e raccolto 404 autocertificazioni delle persone in strada, tutte con valida motivazione per uscire di casa. -

 


Una mascherina per proteggere San Pio. E’ la bizzarra idea venuta a qualche buontempone che ha pensato di sistemare una mascherina sul volto della statua di San Pio situata nel piazzale antistante al Romeo Menti di Castellammare di Stabia, nel cuore del rione San Marco.

Molti i curiosi che si sono quindi fermati ad osservare la statua con l’inedita trasfigurazione. «In tempo di epidemie – ha commentato un anziano – bisogna proteggere anche le statue. Ovviamente scherzo, c’è bisogno anche di sdrammatizzare un po’ in certe situazioni. Il problema del coronavirus è serio, non bisogna sottovalutarlo, ma nemmeno drammatizzare troppo.

Ecco perché un sorriso per questa situazione ci può anche stare».

Diversa l’opinione di una signora. «Succedono tutte in questa città. Nemmeno i Santi stanno tranquilli. Non capisco cosa sia passato per la testa a chi ha pensato di mettere la mascherina ad una statua. I soldi spesi per comprarla li poteva utilizzare meglio, magari per una fiore o un cero, o meglio ancora per fare beneficenza».

Insomma, per l’intera mattinata di commenti davanti alla statua di San Pio ce ne sono stati tanti. Quel che resta è il gesto sicuramente curioso che non è certo passato inosservato.

 

Due rapine in farmacia, arrestato: si era reso irreperibile da giorni

Trentasei anni, napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato e condotto in carcere perché ritenuto responsabile di due rapine.

È stata la polizia di Castellammare di Stabia a mettere in manette il sospettato. L'uomo avrebbe commesso i colpi nel marzo del 2019, ai danni di due farmacie una di via Epomeo a Soccavo e l'altra del parco San Paolo a Fuorigrotta. Le indagini, partite dalle indicazioni fornite dalle vittime, hanno fatto uso delle immagini dei sistemi di videosorveglianza. Nei video l'autore, impugnando una pistola, si fa consegnare l’incasso.

Il 36enne si era inizialmente reso irreperibile, fino al suo ritrovamento a Castellammare.



 

Sabato, 20 Luglio 2019 13:08

De Luca, tavolo nazionale per Campania

"La Regione Campania è impegnata concretamente nell'affrontare le vertenze delle aziende in crisi e la grave situazione delle aree di precariato del nostro territorio che si trascinano da decenni. Occorre aprire un tavolo nazionale che dia risposte certe. E' maturo il tempo per una 'Vertenza Campania'. Per questo si chiede l'apertura di un tavolo nazionale per affrontare da subito le gravi vertenze in atto". Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca, il quale - dopo il no della Regione all'intesa con Anpal per i navigator - precisa: "Nell'ambito del tavolo potranno essere affrontate anche le questioni relative ai cosiddetti Navigator.
    E' noto a tutti che la Regione dice, da sempre, no alla creazione di nuovo precariato. E rifiuta quanto viene previsto dal vergognoso articolo 3 dell'accordo quadro nazionale, che consente addirittura forme di doppio lavoro per i Navigator. La Regione è per la linea della stabilizzazione partendo dai lavoratori precari attualmente in Anpal".

È partita alla volta di Furore, in Costiera Amalfitana, dove sarà tumulata, la salma di Luciano De Crescenzo. Accompagnato da un applauso, il più lungo e sentito tra quelli che si sono susseguiti dall'inizio alla fine delle esequie napoletane celebrate nella Basilica di Santa Chiara, nel cuore di Napoli, il feretro dello scrittore ha attraversato la navata della basilica mentre i presenti invocavano il suo nome a gran voce. Sulla bara qualcuno ha adagiato una sciarpa della squadra partenopea. Concluso il rito nella basilica è stata diffusa la canzone napoletana "Era de' Maggio" molto amata dallo scrittore, basata sui versi di una poesia del 1885 di Salvatore Di Giacomo.

Martedì, 09 Luglio 2019 13:55

Sanità, teleconsulto per pazienti isole

 Al via il Teleconsulto sanitario per migliorare la qualità dei servizi medici offerti nelle isole di Ischia, Capri e Procida. Lo rende noto la Regione.
    Il teleconsulto medico del Progetto Isole 2019 consiste nella possibilità per i medici, situati in postazioni remote, dislocate in sedi isolate e disagiate (Digital Divide), ed in sedi specialistiche dove professionisti sono coinvolti in second opinion, di condividere e valutare un particolare caso clinico attraverso l'analisi del maggior numero possibile di informazioni a loro disposizione, e l'impiego, ove necessario, della video conferenza personale, utile per sottoporre lo stesso ad eventuali commenti estemporanei ed a scambi di pareri, sulla base dello specifico know how di ciascun professionista.
   

Martedì, 09 Luglio 2019 13:51

Spaccio cocaina, 13 arresti dei Cc

Tredici spacciatori di cocaina sono stati arrestati dai Carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip su richiesta della locale procura. Centinaia le cessioni documentate, prevalentemente di cocaina, che avvenivano nel rione popolare "piano Napoli" di Boscoreale. Le consegne erano a domicilio, previa richiesta telefonica. il giro di affari è stato stimato in 2.400 euro giornalieri, ossia circa 72mila euro mensili.

Giovedì, 04 Luglio 2019 12:39

A cinese Shoulin primo oro Universiadi

E' della cinese Shoulin Song la prima medaglia d'oro delle Universiadi Napoli 2019. Nella gara disputata alla piscina della Mostra d'Oltremare, l'atleta della Cina ha preceduto la connazionale Chunting Wu argento, terza la statunitense Tabea Lenz, medaglia di bronzo.
  A seguire la finale maschile del trampolino 1 metro e nel pomeriggio sono in programma la finale femminile della piattaforma e quella del trampolino 3 metri maschile.

Giovedì, 04 Luglio 2019 12:35

Atleta Congo scippato e ferito a Napoli

 Un atleta del Congo di 23 anni che partecipa alle Universiadi di Napoli è stato scippato e ferito ieri sera. Il giovane è stato buttato a terra da alcuni malviventi che gli hanno portato via il cellulare. Soccorso sul posto dagli uomini del 118, si è poi fatto refertare al ritorno a Nocera Inferiore (Salerno) dove alloggia. L'aggressione è avvenuta in via Claudio, nel quartiere di Fuorigrotta, vicino allo stadio San Paolo dove era in corso la cerimonia di apertura delle Universiadi. Sul fatto indagano gli agenti del commissariato di Polizia San Paolo.

È morto in ospedale il tabaccaio napoletano di 52 anni, preso a pugni da un nigeriano richiedente asilo lo scorso 9 giugno nella stazione Chiaiano della metropolitana di Napoli. L'uomo, che si chiamava Ulderico Esposito, a causa dell'aggressione con un pugno in testa per futili motivi ,versava da tempo in gravi condizioni.                                                                                           L'immigrato, un 36enne, venne arrestato dalla Polizia di Stato con l'accusa di aggressione e lesioni gravi, reato destinato ora a trasformarsi in omicidio preterintenzionale.                                                                                                                                             Il pm della Procura di Napoli ha disposto l'esame autoptico sulla salma di Esposito che dal coma farmacologico indotto subito dopo il ricovero al Cardarelli era purtroppo passato al coma. Nelle ultime ore è sopraggiunta la morte. L'immigrato venne bloccato, anche grazie all'aiuto delle guardie giurate, subito dopo l'aggressione.                                                                                                   A ricondurre le responsabilità dell'accaduto su di lui furono le indagini del Commissariato Scampia di Napoli, diretto dal primo dirigente Bruno Mandato.                                                                                                                                                                      "Il tabaccaio aggredito a Napoli da un richiedente asilo nigeriano è morto: era successo lo scorso 9 giugno e grazie al Decreto Sicurezza l'immigrato sarebbe stato espulso. Ora è in carcere e speriamo in una pena esemplare. Quando rimetterà il piede fuori da galera, tra molti anni, sarà subito espulso". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Mercoledì, 03 Luglio 2019 12:26

Diana, sos papà a popolo Universiadi

 Un appello al popolo delle Universiadi - atleti, volontari e accompagnatori - che in questi giorni si trova a Napoli arriva da parte di Michele, il papà della piccola Diana, di 6 anni, alla ricerca disperata di un donatore di midollo. "Sabato davanti allo stadio San Paolo e nei pressi del quartier generale dell'Universiade Napoli 2019, per mia figlia e per altri bambini con malattie rare - dice Michele - verranno allestiti dei gazebo per il prelievo dei tamponi salivali. Mi rivolgo ai napoletani che in altre circostanze hanno dimostrato la loro solidarietà ma soprattutto alle migliaia di giovani da tutto il mondo che sono in città per i Giochi. Sono loro i potenziali donatori". Nell'appello raccolto dall'Ansa, Michele e Rossella, i genitori di Diana, tengono a rassicurare i potenziali donatori: "il trapianto non è doloroso e neanche invasivo. Il donatore che speriamo di trovare per noi o per altri piccoli ammalati con la stessa sindrome salverà la vita di un bambino, una vittoria da medaglia d'oro".

Mercoledì, 03 Luglio 2019 12:13

Ricotta bufala alimento anti-caldo

 "La ricotta di bufala campana Dop è un importante alimento anti-caldo". Lo dice il presidente del Consorzio di Tutela, Benito La Vecchia, che rilancia le proprietà del prodotto, adatto in particolare a bambini e anziani. "In questi giorni di clima davvero rovente - sottolinea La Vecchia - è sempre più diffuso ascoltare il consiglio del nutrizionista che raccomanda il consumo di quello o dell'altro alimento, basandosi spesso su pregiudizi nei confronti del latte e dei suoi derivati, trascurando anche l'aspetto emozionale legato all'assunzione del cibo. La ricotta di bufala campana Dop rappresenta un alimento che esprime, soprattutto nella stagione estiva, un giusto equilibrio tra apporto nutrizionale e piacere del gusto". La ricotta può essere consumata tal quale o accompagnata a frutta di stagione, spalmata su crostini di cereali o accanto a pomodorini e altre verdure come nel più classico degli abbinamenti della "sorella di latte", la mozzarella di bufala campana Dop, dal cui siero ha origine.

Mercoledì, 03 Luglio 2019 12:09

Scavone agli arresti domiciliari

 Luigi Scavone, ex presidente della Pallacanestro Trieste, arrestato il 26 marzo scorso per una maxi evasione fiscale, ha ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari e ha lasciato il carcere di Poggioreale (Napoli). Lo riporta il quotidiano Il Piccolo oggi in edicola precisando che la scarcerazione è stata accolta dall'autorità giudiziaria su richiesta della difesa dopo gli ultimi interrogatori resi dall'indagato al pool di pm della Procura di Napoli.
    Questi ultimi avevano avviato indagini sul giro di affari della società di lavoro interinale di Scavone.

Sarebbe stata una lite tra un netturbino e il proprietario di un chiosco a scatenare l'inverosimile ieri notte a Castellammare di Stabia, Il netturbino avrebbe chiesto al titolare di un esercizio commerciale di differenziare meglio l''immondizia da conferire, magari disposta in sacchi piu' trasportabili. A tale richiesta si sono accesi gli animi e si è passato subito dalle parole ai fatti e il titolare del chiosco avrebbe sferrato un pugno al netturbino, che ferito nell'orgoglio ha ben pensato di inviare dopo qualche ora sul posto una gang di teppisti per regolare i conti, con l'ordine di sfasciare il locale. Il tutto si è consumato sotto gli sguardi attoniti dei passanti e dei clienti  dell'attività commerciale che hanno vissuto attimi di panico. Le forze dell'ordine indagano sul fatto accaduto     

Sabato, 22 Giugno 2019 12:45

Premio Agnes 2019, omaggio a Megalizzi

Ci sarà idealmente anche Antonio Megalizzi, il giovane reporter vittima dell'attentato terroristico del dicembre scorso a Strasburgo, tra i premiati dell'XI edizione del Premio Agnes - Premio Internazionale dell'Informazione, in programma a Sorrento fino al 23 giugno.
    Evento clou la "Serata Biagio Agnes", la cerimonia di premiazione che questa sera si svolgerà a Marina Grande, condotta da Mara Venier e Alberto Matano e in onda il 29 giugno su Rai1. Organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes in collaborazione con la Rai e in partnership con Confindustria, il Premio è nato per dare continuità ai valori umani e professionali dello storico direttore generale della Rai e grande giornalista, impegnato a promuovere il giornalismo di qualità, quello più coraggioso, accurato e libero da condizionamenti. Tra i protagonisti Marcello Foa, Presidente Rai e Presidente onorario del Premio, Fabrizio Salini, Amministratore Delegato della Rai e componente della Giuria Premio, e Teresa De Santis, Direttore Rai1. Il Premio entrerà nel vivo già oggi pomeriggio con la tavola rotonda dedicata alle imprese italiane a carattere familiare e al loro peso nell'economia nazionale, dal titolo "L'impresa di famiglia: forza trainante e orgoglio del nostro Paese".

Sabato, 22 Giugno 2019 12:39

Consorzio Asi Ce,sequestrato collettore

 Acque reflue e scarti di lavorazione di aziende dell'area industriale di Marcianise (Caserta) smaltiti illecitamente attraverso il collettore del Consorzio Asi, l'Area svilippo industriale. Lo hanno scoperto i carabinieri della stazione forestale di Marcianise che hanno sequestrato, su ordine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il collettore Asi. Il sequestro d'urgenza è stato convalidato dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.
    Nell'indagine risultano indagati il presidente del Consorzio Asi Raffaella Pignetti e i rappresentanti legali dell'aziende ritenute responsabili degli scarichi illeciti, ovvero il Tarì, centro orafo di Marcianise, e la Ifis spa. I liquidi sarebbero finiti - è emerso - in un canale superficiale e poi nei Regi Lagni, in assenza di autorizzazioni e di trattamento di depurazione. Nel canale, i campioni di acqua analizzati dall'Arpac, avrebbero rilevato valori alterati di escherichia coli, azoto nitroso e azoto ammoniacale.

Sabato, 22 Giugno 2019 12:35

Morta bimba di 8 mesi, lividi sul corpo

Sul corpo di una piccola di otto mesi deceduta la scorsa notte nell'Agro Nocerino Sarnese sono stati riscontrati - si apprende da fonti sanitarie - lividi, ecchimosi ed escoriazioni. La bimba, residente con la famiglia a Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno), è arrivata intorno alle 3.30 già priva di vita nell'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore. I medici del pronto soccorso hanno provato diverse manovre per rianimarla ma ogni tentativo è risultato vano. Indaga la polizia. I poliziotti hanno ascoltato i genitori della piccola per provare a ricostruire quanto accaduto. Ulteriori elementi utili ai fini dell'inchiesta potrebbero arrivare dall'esame esterno disposto sulla salma.
    La famiglia era già "attenzionata dai servizi sociali" dice all'ANSA il sindaco di Sant'Egidio Monte Albino, Nunzio Carpentieri. "I nostri servizi sociali avevano ricevuto alcune segnalazioni in merito alla famiglia della piccola e a quanto ci risulta avevano anche effettuato delle visite".

Mercoledì, 19 Giugno 2019 13:41

Sgominata associazione spaccio,8 arresti

Sette uomini e una donna sono finiti in carcere perché destinatari di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Napoli, per il reato di detenzione a fini di spaccio e associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Ad eseguire il provvedimento i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco (Napoli).
    I fatti contestati risalgono al 2011. I destinatari, sette ai domiciliari e uno libero, hanno un'età compresa tra i 27 e 39 anni e, da quanto si è appreso, agivano organizzati in piazze di spaccio. Dovranno scontare pene dai 4 ai 9 anni e sono stati condotti presso le case circondariali di Poggioreale e di Avellino .

Mercoledì, 19 Giugno 2019 13:39

Evasione fiscale,sequestro da un milione

 La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni, fino alla concorrenza di 1,7 milioni di euro, nei confronti di un imprenditore di Eboli (Salerno) per il reato di omessa presentazione della dichiarazione. Le indagini svolte dai finanzieri di Eboli sono scaturite da una verifica fiscale condotta nei confronti di un'impresa operante nel settore del commercio al dettaglio di apparecchi audio e video. Accertamenti che hanno portato a rilevare l'omessa presentazione delle dichiarazioni e dell'Iva. In particolare è stato accertato che il titolare dell'attività commerciale ha omesso di versare negli anni 2013 e 2014 imposte dirette per oltre 960mila euro e Iva per più di 730mila euro. Al termine dell'intervento sono stati sottoposti a sequestro fabbricati e terreni, disponibilità finanziarie, quote societarie e partecipazioni in altre società per un valore complessivo di oltre un milione di euro.

Mercoledì, 19 Giugno 2019 13:37

Mozzarella bufala, uno studio Svimez

 I risultati dello studio Svimez sull'impatto socio-economico del comparto della Mozzarella di Bufala Campana Dop saranno presentati al Palazzo della Borsa di Milano domani 20 giugno nel corso di una conferenza (ore 11.30).
    I lavori saranno conclusi dall'intervento del vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio. Si tratta della prima analisi nel Mezzogiorno sul valore di un prodotto a denominazione di origine, realizzata per il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop. L'evento si aprirà con i saluti del presidente del Consorzio Domenico Raimondo, mentre a illustrare i dati saranno il direttore di Svimez Luca Bianchi e il direttore del Consorzio Pier Maria Saccani. 

Martedì, 18 Giugno 2019 10:43

Miss Mondo Italia 2019 abita a Pompei

Miss Mondo Italia 2019 è Adele Sammartino, psicologa di 23 anni residente a Pompei, nata a Castellamare di Stabia (Napoli). E' stata eletta il 15 giugno tra 50 concorrenti a Gallipoli, che ospita il concorso da dodici anni. Seconda Katia Riparelli (Veneto), terza Lorenza Di Cesare (Lazio).
    Adele rappresenterà il Bel Paese alla finale di Miss World, il 7 dicembre in Thailandia, tentando di conquistare una corona mai indossata da una miss italiana. Alta 1.75, occhi castani chiari, capelli lunghi castani, scuri, da pochi mesi è laureata in scienze e tecniche psicologiche all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Tra le specializzazioni, pensa che potrebbe frequentare criminologia o psicologia clinica. Parla inglese, ascolta Ligabue e le piace tutta la musica leggera italiana; pratica fitness. Prima di tre figli, sarà presto zia. E' fidanzata con Giovanni. Ha dedicato la vittoria "a mamma e papà" che l'hanno spinta ad affrontare la gara "con spensieratezza e il giusto piglio di donna". La serata di Miss Mondo Italia, condotta da Giorgia Palmas, sarà trasmessa il 18 giugno alle 21 dall'emittente nazionale Donna TV (canale 62 digitale terrestre), con il commento di Roberto Alessi, direttore di Novella 2000. Allo show hanno partecipato anche il nuotatore pluricampione Filippo Magnini, attuale compagno della Palmas, il giornalista Alessandro Cecchi Paone, l'inviato di Striscia La Notizia Luca Abete, la cantautrice Bianca Atzei, il cabarettista Pino Campagna.

Martedì, 18 Giugno 2019 10:38

Droga,arresti tra Salernitano e Calabria

 I carabinieri della compagnia di Eboli stanno eseguendo diversi provvedimenti restrittivi tra i comuni di Eboli (Salerno), Campagna (Salerno) e San Luca (Reggio Calabria). L'indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno è legata al traffico di sostanze stupefacenti. I dettagli dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa prevista per le 10.30 alla Procura della Repubblica di Salerno.
   

Martedì, 18 Giugno 2019 10:34

Maxi frode, sequestri per 83 milioni

La Guardia di Finanza di Napoli e Lucca, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, sta eseguendo un sequestro da oltre 83,5 milioni di euro nell'ambito di una indagine su una maxi frode nella commercializzazione di prodotti tecnologici ed informatici. L'evasione fiscale e' stata messa a segno da un'organizzazione strutturata che aveva la sua base in Campania, individuata nell'ambito di indagini coordinate dalla Procura di Lucca. Scoperto un giro di fatture false per circa 500 milioni di euro per il quale sono indagate 49 persone.
   

Lunedì, 17 Giugno 2019 09:02

Ecco la campagna "Sicuri in Montagna"

Scritto da

La sfida: rendere la montagna un luogo più sicuro riducendo gli incidenti umanamente evitabili e innalzare i livelli di sicurezza sul territorio del Parco. Questo è stato l'intento dell’iniziativa “Sicuri in Montagna”, organizzata in collaborazione tra il Soccorso Alpino e Speleologico e il Parco Regionale dei Monti Lattari. L’appuntamento alle ore 9.00 nel piazzale dei Capi, dinanzi alla stazione della Funivia.

Un'iniziativa che si basa su un presupposto essenziale: il concetto di sicurezza è associato non alla montagna ma alla persona che, con consapevolezza, deve mettere in gioco la propria responsabilità, il proprio comportamento. La prevenzione e la ricerca di un livello ragionevole di sicurezza è un obbligo morale delle persone e fa capo alla loro cultura, sempre e ovunque, quindi anche in montagna. La sicurezza va interpretata come un dovere irrinunciabile che rispetti prima di tutto le persone e la loro incolumità, senza creare illusioni e false garanzie; anche per questo amiamo e difendiamo la libertà di frequentare la montagna.

Al buon esito dell’evento hanno contribuito Raffaele Luise , presidente regionale Cai,Carmine Sinfarosa , presidente ProNatura, i rappresentati dell’Associazione volontari del faito e Girolamo Galasso, presidente del Soccorso Alpino e Speleologico della Regione Campania, a cui va il nostro ringraziamento per l’importante contributo offerto. Questa iniziativa rientra nell’ambito della sinergia tra enti che rappresenta il segreto della crescita e del rilancio dei nostri territori. E la riscoperta del Faito passa anche attraverso attività di prevenzione e promozione, attraverso la cooperazione con associazioni, cittadini e istituzioni, per dare un volto nuovo alla montagna.

Nel frattempo, ancora una volta la funivia supera quota 1000 viaggiatori nella sola giornata di domenica, testimonianza evidente del riscontro sempre più positivo che deriva dalla riattivazione di un servizio di fondamentale importanza per il Faito, una montagna che continua a crescere grazie all’attività di promozione che il Parco sta portando avanti attraverso i contatti avviati con tour operator e associazioni per dare slancio all’economia e al turismo.

Abbiamo fatto il possibile per regolarizzare la permanenza della collezione dei burattini e delle marionette nella Reggia di Quisisana. Ma ora basta. 

Così dichiara in una nota il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino

Dopo l’ennesimo rinvio della sottoscrizione del contratto tra la Compagnia degli Sbuffi e il Comune di Castellammare di Stabia, il dirigente del settore competente ha invitato il comandante della polizia municipale ad attivare la procedura di rilascio dei locali. 

Considerate le varie note inviate, la nostra disponibilità a cercare una soluzione legittima e congrua, il tempo trascorso dall’approvazione della delibera atta a regolarizzarne l’occupazione dei locali della Reggia non trova più giustificazioni plausibili. 

Dopo le svariate proroghe concesse per l’apposizione della firma sul contratto, ancora una volta oggi, termine ultimo per la firma, è pervenuta una pec in cui la Compagnia dichiarava di riservarsi ulteriori valutazioni riguardo alla sottoscrizione del contratto. Precisazioni che avrebbero potuto essere effettuate abbondantemente nei giorni antecedenti e non poche ore prima dell’incontro che avrebbe dovuto sancire il lieto fine, a fronte della notevole disponibilità espressa dall’ente. 

A questo punto, si è ritenuta definitivamente conclusa la trattativa. L’occupazione degli immobili comunali per troppi anni è stata concessa in modo superficiale, con interpretazioni discutibili del regolamento vigente. Oggi con questa amministrazione non c’è più spazio per i regali agli amici degli amici. -

Martedì, 11 Giugno 2019 12:57

Canottaggio, Circolo Savoia trionfa

 Circolo Savoia protagonista ai campionati italiani di canottaggio che si sono svolti al lago di Varese. Lo storico club napoletano della banchina di Santa Lucia ha conquistato 7 titoli italiani: 4 assoluti, 1 junior e 2 para rowing. In particolare, si sono laureati campioni d'Italia nella specialità del "2 con" junior maschile, un armo che ha grande tradizione in Campania come ricordano i trionfi dei fratelli Abbagnale: a vincere è stato l'equipaggio composto da Antonio Greco e Antonio Zaffiro con il timoniere Umberto Zizolfi, che hanno preceduto un altro club campano, il Circolo Nautico Stabia.
    Alle gare dei campionati organizzati alla Federazione Italiana Canottaggio hanno partecipato oltre 1000 atleti di società di tutta Italia. Folta la rappresentanza delle società campane che hanno grande tradizione nella disciplina: Savoia, Canottieri Napoli, Circolo Posillipo, il Circolo Italia e Circolo Stabia.

Martedì, 11 Giugno 2019 12:45

Tasse a Malta invece che all'Italia

 Facendo figurare, ma solo formalmente, la sede della società a Malta, una società in realtà italiana ha omesso di versare all'Erario le tasse sulla plusvalenza dell'acquisto all'asta e della successiva vendita delle 12 navi della flotta di navi della fallita società armatrice Deiulemar Shipping. In base a questo meccanismo ritenuto illegale dagli investigatori, la società "Heron Venture Limited", che ha il proprio centro di direzione a Napoli, ha versato poche migliaia di euro al fisco maltese invece di versare 4,6 milioni a quello italiano. Il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli, nell'ambito dell'operazione "Onda Perfetta", ha sequestrato preventivamente la somma 4.634.320 euro alla società "Heron Venture Limited" e uno dei suoi consiglieri d'amministrazione, il napoletano Maurizio Pavesi. Il sequestro è stato emesso dal gip di Napoli su richiesta della Procura di Napoli (pm Sergio Raimondi, procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli). 

Martedì, 11 Giugno 2019 12:39

Cadono calcinacci, ferita nigeriana

Una giovane immigrata nigeriana di 22 anni è rimasta ferita dalla caduta di calcinacci nel centro storico di Napoli.
    La donna, che abita in vico Mattonelle, una traversa di via San Giovanni a Carbonara, è stato colpita alla testa dalle pietre poco prima delle 22.30 di ieri.
    La giovane nigeriana è stata trasportata in Ospedale con un trauma cranico. La prognosi dei medici è di 5 giorni. Sul posto sono interventi i Carabinieri e la Polizia Municipale.
    Vico Mattonelle è stato chiuso al traffico. Sabato scorso, in via Duomo, un commerciante di abbigliamento di 66 anni, Rosario Padolino, è morto dopo essere stato colpito da frammenti di un cornicione precipitati dall' altezza del quinto piano.

Martedì, 04 Giugno 2019 16:17

Troisi, suo studio in museo Pan a Napoli

 A venticinque anni dalla scomparsa di Massimo Troisi, il 4 giugno grazie a una donazione degli eredi, il Comune di Napoli con l'assessorato alla Cultura e al Turismo e il suo ufficio Cinema, allestirà al museo PAN di via dei Mille, dopo l'estate, lo studio del grande attore che sarà visitabile liberamente e in maniera permanente.
    Ci si interrogava da tempo su come celebrare questo importante anniversario. Poi, grazie alla donazione degli eredi, la macchina si è messa in moto. Divani, scrivanie, quadri, lampade, suppellettili appartenuti all'attore saranno scenograficamente sistemati per ricreare l'ambiente dove Massimo lavorava e creava i capolavori che ci ha lasciato. Con la collaborazione dell'Accademia di Belle Arti di Napoli sarà ricreato il salotto di Massimo Troisi nel, il PAN, il palazzo delle Arti di Napoli che ospita anche la Mehari di Giancarlo Siani. Un regalo a coloro che amano l'indimenticabile attore e che potranno rivivere l'atmosfera in cui l'artista ideava e realizzava i suoi progetti.
   

Martedì, 04 Giugno 2019 16:14

Tria, serve un piano per il Sud

Un piano sud: è questa, secondo il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, la strada da seguire per il Mezzogiorno.
    "Stiamo mettendo in fila tutti i provvedimenti del Mezzogiorno che vanno dai contributi sociali, al mercato del lavoro, agli investimenti, all'utilizzo dei fondi strutturali - ha spiegato a Napoli alla presentazione della Rivista Economica - tutti buoni ma un accatastarsi di provvedimenti non collegati gli uni agli altri. Abbiamo tante risorse ma mai come parte di un piano".
    "Partire da questa mappatura credo sa utile per poi mettere mano al quadro degli investimenti - ha concluso - abbiamo già lo stanziamento di 85-87 miliardi per i prossimi dieci anni, cifre enormi".
   

Una storia che sta diventando appassionante, quella di un presunto contenzioso che si sarebbe acceso tra l’associazione Ipiemme ed, a detta di qualche eminente collega della carta stampata, alcuni “Manganellatori mediatici al servizio del Regime”. Proviamo insieme a capirci qualcosa in più in questa storia che, a quel che appare, vorrebbe far passare per vittime sacrificali i soci “lavoratori” di questa associazione che opera sul territorio stabiese da sempre. Questa compagnia, la Ipiemme, ottenne nel 2013, attraverso l’amministrazione Cuomo, la disponibilità in comodato d’uso gratuito alcuni locali alla Reggia di Quisisana, una disponibilità che prevedeva anche l’accollo per l’Amministrazione stabiese, e quindi per i cittadini, delle spese relative alle diverse utenze che attengono lo svolgimento di un’attività culturale afferente al notevole patrimonio di pupi e marionette che suscitano interesse e curiosità di una vastissima platea di bambini e adulti. Pertanto, in tutti questi anni, questa benemerita associazione “senza scopo di lucro” non ha mai versato un euro nelle casse comunali pur godendo di una location eccezionale, per posizione e prestigio, oltre ad altri oneri connessi e necessari per lo svolgimento delle attività promozionali e di spettacoli messi in scena per soddisfare il fine palato di giovanissimi studenti delle elementari del comprensorio stabiese nonché della regione Campania tutta. Tanto fino al 05 giugno 2018, quando con missiva prot. 2880 avente oggetto la “Regolarizzazione utilizzo dei locali dell’ex Casinò Reale del Quisisana” ed,a firma del Commissario Prefettizio, dott. Gaetano Cupello, indirizzata al Dirigente Giovanni Miranda che testualmente recitava:” Si fa seguito alle precise disposizioni e corrispondenza relativa all’oggetto. Al riguardo si deve rilevare che non è ancora pervenuta da parte della S.V., alcuna comunicazione relativa alla esecuzione degli adempimenti inerenti la procedura di sgombero sia dei locali occupati dalla “Compagnia degli Sbuffi, ovvero di sottoscrizione del contratto di locazione con l’Ente Parco dei Monti Lattari, preannunciato nella nota della S.V.Prot. n°22095 del 08/05/2018. Ciò premesso, si dispone che siano adottati, ad horas, i provvedimenti di sgombero nei confronti di entrambi i soggetti, qualora non si addivenga immediatamente alla firma dei contratti”. Salvo poi un appunto, scritto a mano dal destinatario in oggetto, che impartendo disposizioni al geometra Schettino sempre testualmente recitava: “ Procedere urgentemente con ordinanza di sgombero Compagnia degli Sbuffi e trasmettere bozza contratto, previo acquisizione, all’ufficio patrimonio di idoneo documento, all’Ente Parco”. Qui inizia la storia del contenzioso tra la Compagnia degli Sbuffi, fatti di nervosissime reazioni, e l’amministrazione comunale( si badi bene quella che tutela gli interessi degli stabiesi) dove i “presunti manganellatori di regime” non compaiono né entrano in scena, poi una chiara e lampante omissione di doveri d’ufficio venuti meno attraverso uno strafottente disinteresse di Miranda e del dirigente al Patrimonio che, attraverso la massima “S’addà addurmi a criatura”, hanno lasciato trascorrere ben 12 mesi. Oggi si accusa chi chiede, in modo sommesso, informazioni nel merito, e ben sapendo che l’affidamento diretto per contratto può essere concesso per un solo anno, considerato che bisogna promuovere un bando pubblico di affidamento dei locali, si tenta di trovare un escamotage “mirande” a poter fruire dell’agevolazione a pagare in ben 72 rate, così come da regolamento, al fine di poter strappare a “prezzo stracciato” un contratto di fitto di 6+6 per poter svolgere attività che, senza alcun risentimento, risultano essere a pagamento con tanto di promoter in giro per la regione in cerca di prenotazioni per assistere agli spettacoli. 

Pagina 1 di 241